SPETTACOLO

Tony Figo dedica il suo show “Christmas Dreams” all’associazione “Il Coraggio dei bambini”

Con­ti­nua sen­za sosta la col­la­bo­ra­zio­ne tra l’a­ma­tis­si­mo atto­re e comi­co napo­le­ta­no Tony Figo e l’associazione aver­sa­na Il Corag­gio dei Bam­bi­ni. Par­te del rica­va­to del­la due gior­ni, sarà devo­lu­to all’associazione che sostie­ne la ricer­ca sui tumo­ri cere­bra­li infan­ti­li. Si ter­rà nei gior­ni 9 e 10 dicem­bre, alle ore 21,00, pres­so il Tea­tro Ric­ciar­di di Capua, il nuo­vo spet­ta­co­lo tea­tra­le, “Christ­mas Dreams”, dell’attore e comi­co napo­le­ta­no, Tony Figo. 

Tony D’Ursi, in arte Tony Figo, è il poli­ziot­to bal­le­ri­no che tut­ti abbia­mo impa­ra­to a cono­sce­re sul pal­co di Made In Sud. Anche in quest’occasione, lo show è dedi­ca­to all’associazione “Il Corag­gio dei Bam­bi­ni”, pre­sie­du­ta dal Dott. Ales­san­dro Can­no­lic­chio. Ricor­dia­mo che l’associazione è nata dal vole­re di Auro­ra, figlia del pre­si­den­te e Lilia­na Mor­mo­ne, vola­ta in cie­lo pre­ma­tu­ra­men­te all’età di die­ci anni. La bam­bi­na, pri­ma che finis­se il suo viag­gio ter­re­no, nel 2018, chie­se ai geni­to­ri di fon­da­re un’associazione che aiu­tas­se i bam­bi­ni mala­ti come lei, sce­glien­do­ne poi il logo, un suo vec­chio dise­gno di quan­do era bam­bi­na ed il nome.
In due anni, esclu­den­do il 2020 che li ha visti fer­mi per la pan­de­mia da covid-19, l’associazione, tut­ta aver­sa­na, ha rac­col­to per la ricer­ca sui tumo­ri cere­bra­li infan­ti­li la rag­guar­de­vo­le som­ma di Euro 102.500,00 che ha inte­ra­men­te dona­to all’ospedale pedia­tri­co di Roma, Bam­bi­no Gesù. Men­tre all’ospedale civi­le di Aver­sa, alla pedia­tria in modo par­ti­co­la­re, ha dona­to mac­chi­na­ri di ulti­ma gene­ra­zio­ne, per un valo­re com­ples­si­vo di cir­ca euro cin­quan­ta­mi­la. Tan­te sono le ini­zia­ti­ve che vede i ragaz­zi dell’associazione coin­vol­ti.
Dal pros­si­mo Nata­le, saran­no tan­ti gli even­ti che li vedo­no coin­vol­ti. Il 5 dicem­bre, in uno sce­na­rio bel­lis­si­mo, il Chio­stro di San Fran­ce­sco ad Aver­sa, offri­ran­no a tut­ti i bam­bi­ni, la magia del nata­le, con Bab­bo Nata­le, elfi, sal­tim­ban­chi, coro gospel e la neve. Il 9 e 10 dicem­bre inve­ce, saran­no al fian­co dell’attore Tony Figo, per la sua com­me­dia, ed in quest’occasione, par­te del rica­va­to sarà dona­to all’associazione. Men­tre il 28 dicem­bre, in col­la­bo­ra­zio­ne con l’Aver­sa Nor­man­na Aca­de­my, squa­dra di pal­la­vo­lo pre­sie­du­ta dal Dott. Ser­gio Di Meo, che mili­ta nel cam­pio­na­to di serie A3 e sot­to l’attenta regia di Tony Figo, saran­no tut­ti impe­gna­ti nel­la par­ti­ta che vede con­trap­po­sti gli atle­ti del­la squa­dra Nor­man­na e atto­ri e comi­ci del pano­ra­ma nazio­na­le, da “Made in Sud”, “Colo­ra­do” ad “Enjoy ride­re fa bene”.

«Tony Figo è il nostro Pre­si­den­te Ono­ra­rio – dice Can­no­lic­chio – una cari­ca che per mol­ti è solo da appun­tar­si al pet­to come meda­glia. Non per lui però, che ha fat­to in modo che l’associazione fos­se cono­sciu­ta e apprez­za­ta in tut­ta Ita­lia. Gra­zie al suo con­tri­bu­to arti­sti­co, sia­mo riu­sci­ti ad orga­niz­za­re spet­ta­co­li da lascia­re il fia­to, finan­che ai nume­ro­si arti­sti che ne han­no pre­so par­te».

Al Tea­tro Ric­ciar­di ci sarà sicu­ra­men­te da ride­re e resta­re incol­la­ti con lo sguar­do al pal­co­sce­ni­co. Non man­che­ran­no di sicu­ro le sor­pre­se. Abbia­mo avu­to la pos­si­bi­li­tà di vede­re le pro­ve in esclu­si­va, e pos­sia­mo assi­cu­ra­re, sen­za sve­la­re nul­la, che vi lasce­rà con l’amaro in boc­ca, come con i bam­bi­ni quan­do fini­sce la cioccolata.

«Ho cer­ca­to di uni­re le mie pas­sio­ni – ha dichia­ra­to Tony Figo – dal bal­lo al can­to dal­la reci­ta­zio­ne all’improvvisazione. Nasco come bal­le­ri­no, ma il tea­tro è la mia lin­fa vita­le, dopo cir­ca due anni di fer­mo per via del covid, non vede­vo l’ora di ritor­na­re a cal­ca­re il pal­co­sce­ni­co. L’associazione, fa par­te inte­gran­te del­la mia vita, con il Pre­si­den­te poi, c’è un rap­por­to sim­bio­ti­co, qual­cu­no ormai ci chia­ma “I Fra­tel­li Figo”, però lui è il fra­tel­lo più vec­chio, io il più bel­lo. Dal 2018 che li ho cono­sciu­ti, mi han­no cam­bia­to la vita, in meglio, oggi guar­do il futu­ro con occhi diver­si, mi so accon­ten­ta­re e so quan­to sono for­tu­na­to, non per la vita arti­sti­ca, ma la for­tu­na di ave­re al mio fian­co una fami­glia, mia moglie e i miei figli che godo­no di salu­te. Come dice il Pre­si­den­te Can­no­lic­chio, “dopo una tra­ge­dia che si è por­ta­ta via un figlio, le stra­de da segui­re sono due, (…), loro han­no scel­to di sta­re al fian­co dei bam­bi­ni più fra­gi­li e con pro­ble­mi gra­vi. Io ho scel­to la loro stra­da, per­ché #insie­me­ce­la­pos­sia­mo­fa­re».

Allo­ra tut­ti al Tea­tro Ric­ciar­di di Capua nei gior­ni 9 e 10 dicem­bre, per ride­re, sor­ri­de­re, emo­zio­nar­si e soste­ne­re una buo­na causa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: