MUSICA

Dalila Spagnolo, guarda il videoclip del nuovo singolo “Tutto di me”

È onli­ne il video­clip uffi­cia­le di Tut­to di me, ter­zo sin­go­lo estrat­to dal pri­mo pro­get­to ine­di­to Fra­gi­le di Dali­la Spa­gno­lo. Dopo Gial­lo Fio­re, can­di­da­to al secon­do posto per il Pre­mio Lune­zia 2020 e Uni­ver­so, è il tur­no di Tut­to di me, bra­no semi­fi­na­li­sta al MEI — Mee­ting degli indipendenti.

Gio­va­ne, sen­si­bi­le ed emo­ti­va, Dali­la si defi­ni­sce “Can­tau­tri­ce di Fra­gi­li­tà” rac­con­tan­do­si coe­ren­te­men­te nel suo pri­mo Pro­get­to disco­gra­fi­co Artistico/Esistenziale “Fra­gi­le”. Dali­la Spa­gno­lo spa­zia musi­cal­men­te dal Soul al R’n’B, pas­san­do per il Gospel. For­ma­ta­si pres­so l’Ac­ca­de­mia di Cora­li­tà Emo­zio­na­le e Scien­ze Uma­ne “Just” con la dire­zio­ne arti­sti­co-peda­go­gi­ca di Tyna Maria, con­ti­nua la for­ma­zio­ne per­ma­nen­te nel meto­do “Prai­se­Voi­ce” con la stes­sa acca­de­mia. E’ stu­den­tes­sa di can­to jazz pres­so il Con­ser­va­to­rio “Tito Schi­pa” di Lec­ce. E’ all’at­ti­vo del­la pro­du­zio­ne del secon­do pro­get­to disco­gra­fi­co al fian­co del­la pro­du­zio­ne arti­sti­ca di Lui­gi Rus­so, il boo­king mana­ge­ment “Zero­No­ve­No­ve” e del­l’uf­fi­cio stam­pa Vanes­sa Puti­gna­no. Attual­men­te tra i 56 fina­li­sti di Area San­re­mo 2021.

Il video­clip vuo­le enfa­tiz­za­re le mol­te­pli­ci per­so­na­li­tà pre­sen­ti nel­l’ar­ti­sta, simil­men­te ad ogni altro esse­re uma­no. Per far­lo si ser­ve di alcu­ni arti­sti pre­si dal­la sce­na del cir­co: il pagliac­cio un po’ paz­zo, la bal­le­ri­na deli­ca­ta, il gio­co­lie­re entu­sia­sta, il faki­ro spu­ta fuo­co, il leo­ne ira­con­do. È bel­lo sco­pri­re, lun­go la dura­ta del video­clip, che que­ste per­so­na­li­tà rie­sco­no a ritro­var­si insie­me in una gran­de festa che, fino alla fine, non si com­pren­de se sia imma­gi­na­ta, sogna­ta o real­men­te acca­du­ta. Così, lo sce­neg­gia­to­re Ciro Acam­po­ra ripro­po­ne, dopo “Uni­ver­so”, la sua pen­na capa­ce di inter­pre­ta­re la real­tà di Dali­la e ne con­du­ce anche la regia gra­zie al lavo­ro di Gino Brot­to, che ha cura­to il dop e l’e­di­ting.
Ed è così che Dali­la, chiu­de il con­cept del suo pri­mo Pro­get­to ine­di­to e si affac­cia a nuo­ve espe­rien­ze crea­ti­ve, lavo­ran­do sul nuo­vo album.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: