SPETTACOLO

X Factor 2021, tensione alle stelle e primi colpi di scena: fuori Vale Lp e Karakaz

Un ter­zo Live Show, a X Fac­tor 2021, da bri­vi­do con due eli­mi­na­ti: Vale Lp e Kara­kaz, rispet­ti­va­men­te dei roster di Emma ed Hell Raton. Una dop­pia eli­mi­na­zio­ne in un fina­le di pun­ta­ta tesis­si­mo, che por­ta lo show di Sky pro­dot­to da Fre­man­tle nel vivo.

La sera­ta si è aper­ta con l’in­ten­so ope­ning lega­to alla COP26, la Con­fe­ren­za del­le Nazio­ni Uni­te sui cam­bia­men­ti cli­ma­ti­ci in cor­so di svol­gi­men­to aGla­sgow. Pro­ta­go­ni­sta sul pal­co, nell’apertura del­lo show, la musi­ca di Dar­du­st che si è esi­bi­to insie­me ad un ensem­ble di archi e ai con­cor­ren­ti di #XF2021 entra­ti in sce­na ognu­no por­tan­do in mano un car­tel­lo con scrit­to “bla bla”, citan­do il cele­bre e poten­tis­si­mo mes­sag­gio di Gre­ta Thun­berg. A chiu­de­re la per­for­man­ce, i 4 giu­di­ci Emma, Hell Raton, Manuel Agnel­li, Mika, che han­no com­po­sto con i loro car­tel­li la fra­se “non c’è più tem­po”. Il tut­to, a sot­to­li­nea­re un mes­sag­gio prio­ri­ta­rio per Sky, che con la cam­pa­gna Sky Zero si impe­gna a ridur­re, entro il 2030, in anti­ci­po rispet­to agli obiet­ti­vi dell’Unione Euro­pea, di alme­no il 50% le pro­prie emis­sio­ni di ani­dri­de car­bo­ni­ca diven­tan­do Net Zero Car­bon e andan­do quin­di ad inter­ve­ni­re sul­le cau­se del riscal­da­men­to glo­ba­le che cau­sa gran­di stra­vol­gi­men­ti del pianeta.

Ad accen­de­re il pal­co del Tea­tro Repo­wer è sta­to anche Gaz­zel­le, ospi­te di que­sto ter­zo Live, che dopo un med­ley pia­no e voce, tra un omag­gio a Vasco Ros­si con “Io no” e una del­le sue hit più cono­sciu­te e ama­te, “Destri”, ha pre­sen­ta­to il nuo­vo sin­go­lo Fot­tu­ta can­zo­ne accom­pa­gna­to dal­la sua band.

Gran­de lavo­ro per Ludo­vi­co Ter­si­gni, padro­ne di casa di #XF2021, che ha con­dot­to una del­le pun­ta­te più tese di que­sta edi­zio­ne. Ad apri­re la gara è sta­to Fel­low che si è esi­bi­to con una colo­ra­tis­si­ma ver­sio­ne di “Neme­sis” di Ben­ja­min Cle­men­ti­ne, quin­di è sta­to il momen­to di Vale Lp con un’intensa cover di “Sta­vo pen­san­do a te” di Fabri Fibra qua­si in ver­sio­ne bal­lad; poi Ver­sail­les, che si è esi­bi­to in uno spe­cia­le mash up che ha uni­to “In Bloom” dei Nir­va­na e “Six Feet Under” di Bil­lie Eilish; e anco­ra, i più bri­tish del­la sta­gio­ne, i Ben­ga­la Fire, han­no pro­po­sto un’energica “Making Plans for Nigel” degli XTC total­men­te nel loro sti­le, Le Endri­go han­no por­ta­to una ver­sio­ne per­so­na­le e rock’n’roll di “Cer­ti uomi­ni” di Fran­ce­sco Bian­co­ni, infi­ne Bal­ti­mo­ra ha pro­po­sto una graf­fian­te rein­ter­pre­ta­zio­ne di “Tur­ning Tables” di Ade­le. A segui­re, nel­la secon­da man­che: i Muto­nia con una tra­vol­gen­te e irri­ve­ren­te cover di “Sports” dei Via­gra Boys (con una dedi­ca per il chi­tar­ri­sta del­la band sve­de­se appe­na scom­par­so), Nika Paris con una stre­pi­to­sa e malin­co­ni­ca inter­pre­ta­zio­ne di “Lone­ly” di Justin Bie­ber e Ben­ny Blanc, gIAN­MA­RIA che ha por­ta­to una ver­sio­ne rap di uno dei bra­ni più ico­ni­ci del punk ita­lia­no, “Io sto bene” dei CCCP; a chiu­de­re, Kara­kaz con un’impetuosa ver­sio­ne di “Feel Good Inc.” dei Goril­laz e infi­ne Erio con un’e­mo­zio­nan­te e raf­fi­na­ta “The grea­te­st” di Lana Del Rey.

Dopo le esi­bi­zio­ni del­le due man­che, Ludo­vi­co ha annun­cia­to i quat­tro meno vota­ti, due per man­che, e dun­que a rischio eli­mi­na­zio­ne: per la pri­ma due can­tan­ti del roster di Emma, Vale Lp e Le Endri­go; per la secon­da Kara­kaz (roster Hell Raton) e Nika Paris (roster Mika). Quest’ultima è sta­ta la più vota­ta dei quat­tro e dun­que si è sal­va­ta subi­to, inve­ce Vale Lp ha dovu­to abban­do­na­re il pal­co risul­tan­do la meno vota­ta; la sor­te del­le due band era inve­ce in mano al tavo­lo dei giu­di­ci: due voti a testa per cia­scu­no, col gesto di fair play di Emma ed Hell Raton che han­no vota­to per l’eliminazione ognu­no del pro­prio con­cor­ren­te come segno di apprez­za­men­to tota­le nei con­fron­ti dei due, han­no por­ta­to al Tilt, il cui tele­vo­to ha decre­ta­to l’eliminazione dei Kara­kaz.

L’appuntamento di ieri, su Sky Uno/+1 e on demand, ha regi­stra­to 517mila spet­ta­to­ri medi con una share del 2,6%. Sui social, #XF2021 ha tota­liz­za­to 198.794 inte­ra­zio­ni tota­li in rile­va­zio­ne linear, l’hashtag #XF2021 è entra­to nel­la clas­si­fi­ca dei Tren­ding Topic mon­dia­li duran­te la mes­sa in onda rima­nen­do­ci per alcu­ne ore. Nel­la clas­si­fi­ca dei TT ita­lia­ni, è entra­to diret­ta­men­te alla pri­ma posi­zio­ne poco dopo l’inizio del­la mes­sa in onda, rima­nen­do qua­si sem­pre al pri­mo posto fino alla mat­ti­na di oggi; in que­sta clas­si­fi­ca, com­pa­io­no anche le paro­le Le Endri­go, Muto­nia, Gaz­zel­le, Mika, Fel­low, Kara­kaz, Ben­ga­la Fire, Vale LP (fon­ti: Tal­k­wal­ker, Trends24.in).

L’appuntamento con il quar­to Live arri­ve­rà gio­ve­dì 18 novem­bre sem­pre alle 21.15 su Sky e in strea­ming su NOW.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: