MUSICA

Arisa, è disponibile il nuovo singolo “Altalene”: «È la carne viva che non trova ragione»

Alta­le­ne è il nuo­vo sin­go­lo di Ari­sa per Pip­show – under exclu­si­ve licen­se to Belie­ve Arti­st Ser­vi­ces, dispo­ni­bi­le dal 3 novem­bre sul­le piat­ta­for­me digi­ta­li e dal 5 novem­bre in radio. Scrit­to dal­la stes­sa Ari­sa con Danie­le Auto­re (aka Danu­sk), insie­me al duo coun­try pop angloa­me­ri­ca­no Brown&Gray e a Johan­nes Herb­st, qui anche in veste di pro­dut­to­re al fian­co di Danusk.

Il bra­no esce a pochi mesi dall’ultimo sin­go­lo Psy­co, cui si ricon­giun­ge come sono­ri­tà, diven­tan­do­ne però, dal pun­to di vista del testo, una sor­ta di con­tral­ta­re. Se in Psy­co c’era l’urgenza di urla­re al mon­do il dirit­to a una liber­tà asso­lu­ta con­tro ogni con­ven­zio­ne socia­le, Alta­le­ne foto­gra­fa la con­trad­di­zio­ne di una rela­zio­ne adul­te­ri­na basa­ta su un rap­por­to di domi­nio di un part­ner su un altro part­ner. Un uomo nar­ci­si­sta che ren­de schia­va una don­na luci­da­men­te dispo­ni­bi­le a far­si sot­to­met­te­re, in cam­bio di un pia­ce­re che è essen­zial­men­te fisi­co e carnale. 

“Alta­le­ne è la car­ne viva che non tro­va ragio­ne ma la sen­te, e sa che è cosa buo­na e giu­sta con­su­ma­re in fret­ta pur­ché sia fuo­co inten­so” affer­ma Arisa

Alta­le­ne è così un nuo­vo tas­sel­lo di un idea­le (auto) ritrat­to dell’essere don­na, dipin­to da un’artista cama­leon­ti­ca e sem­pre, orgo­glio­sa­men­te, fuo­ri dagli sche­mi. Il video di Alta­le­ne vede pro­ta­go­ni­sta Ari­sa insie­me al col­le­ga di” Bal­lan­do con le Stel­le” Vito Cop­po­la. Nel video, diret­to da Mar­co Gra­da­ra, i con­tra­sti che defi­ni­sco­no la rela­zio­ne fra i due aman­ti, il desi­de­rio e la fru­stra­zio­ne, l’assenza e la pre­sen­za, i cor­pi e i fan­ta­smi esplo­do­no sim­bo­li­ca­men­te nell’oscillazione dell’altalena e nel dua­li­smo fra luci e ombre, bian­co e nero, in un’atmosfera sospe­sa ed enig­ma­ti­ca che evo­ca sia il cine­ma sur­rea­li­sta sia l’immaginario da film noir.

ALTALENE

COME STAI DICI CHE CI SEI
E NON TI VEDO MAI E NON SO CHE FARE
SONO UN CLOWN VIVI PIU’ SERENO SE MI TROVI SEMPRE QUA
POI NON VUOI MAI PARLARE
FACILE PER TE LO SAI
OGNI VOLTA CHE MI VUOI

NON MI CHIEDI NEANCHE DI USCIRE
NON DEVI SORRIDERMI
DIRMI CHE TI PIACCIO SI
QUELLO CHE MI CHIEDI LO AVRAI
PERCHE’ IO SO
IO SO COSA MI FAI

PERCHE’ IO SO BENE COSA MI FAI
PERCHE’ LO SO DOPO COSA MI FAI
TU CON LEI ESCI FUORI A CENA
LE RAGALI CARTIER
IO STO QUI A LACRIMARE
FA SE MAI DOVESSI RICORDARTI DI PORTARE VIA GLI SCARTI
LE MANGIO IO LE SUE OLIVE
TANTO POI RITORNERAI ANIMALE PIU’ CHE MAI
PRONTO AD UMILIARMI CON STILE
DIMMI CHE TI SONO MANCATA
POI POTRO’ CONCEDERMI DALLA TESTA AGLI ALLUCI
QUELLO CHE MI CHIEDI LO AVRAI
PERCHE’ IO SO
IO SO COSA MI FAI

AMORE MIO
PENSANDO A TE
NON SONO IL RE
IO SO BENE COSA MI FAI
E COME SE
IO GUARDO TE
E VEDO ME
LO SO DOPO COSA MI FAI

SE FAI COSÌ SE RESTI QUI
MI SENTO BENE IO CON TE
TU CON ME
DAI PRENDIMI
SAI DIRE SI
SULLE ALTALENE
NON MI BASTI MAI
PERCHE IO SO COSA
COSA MI FAI

AMORE MIO
PENSANDO A TE
NON SONO IL RE
IO SO BENE COSA MI FAI
E COME SE

IO GUARDO TE
E VEDO ME
PERCHE’IO SO DOPO COSA MI FAI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: