MUSICA

Ghali presenta ‘Wallah’: “È il mio augurio di poterci ritrovare a ballare insieme”

Wal­lah, il nuo­vo bra­no in usci­ta per Sto Records / Atlan­tic / War­ner Music Ita­ly il 29 otto­bre, segna il ritor­no di Gha­li a qua­si due anni dal tra­vol­gen­te suc­ces­so di DNA, l’album mul­ti pla­ti­no con cui l’artista si è con­fer­ma­to un rife­ri­men­to del­la musi­ca ita­lia­na sem­pre più apprez­za­to anche a livel­lo inter­na­zio­na­le. Il bra­no da oggi è in pre­sa­ve su Spo­ti­fy. Su Apple Music sarà dispo­ni­bi­le in Audio Spa­zia­le con Dol­by Atmos dal 29 otto­bre. Anche su Ama­zon Music Unli­mi­ted sarà dispo­ni­bi­le in Audio Spa­zia­le dal 29 ottobre.

Il bra­no rac­con­ta l’urgenza, for­te oggi come non mai, di tor­na­re a bal­la­re, di sta­re insie­me agli altri e lo fa con del­le bar­re avvol­gen­ti che ricor­da­no i pri­mis­si­mi lavo­ri dell’artista appog­gia­te sopra alla pro­du­zio­ne cura­ta da Merk and Kre­mont già com­pli­ci del­la straor­di­na­ria hit di Good Times. Nel bra­no ad ulte­rio­re con­fer­ma dell’ispirazione inter­na­zio­na­le del pro­get­to arti­sti­co di Gha­li, ita­lia­no, ara­bo e fran­ce­se si inse­guo­no finen­do per mesco­lar­si in un’u­ni­ca lin­gua sen­za appar­te­nen­za se non quel­la del rit­mo. Gha­li con­fer­ma anco­ra una vol­ta, anche solo per la natu­ra­lez­za e il corag­gio con cui si spo­sta fra i rife­ri­men­ti e le lin­gue, di non voler esse­re un arti­sta inter­na­zio­na­le ma di esser­lo istin­ti­va­men­te per la sua sto­ria e il suo percorso. 

“Sen­to il biso­gno dopo due anni come que­sti di tor­na­re a fare bal­la­re la gen­te. La musi­ca, il bal­lo sono cose che ser­vo­no alle per­so­ne per sta­re bene e pen­so che il peso di que­sti due anni sul­la salu­te men­ta­le del­le per­so­ne comin­ci a far­si sen­ti­re. Abbia­mo biso­gno di affer­ma­re l’importanza del­la spen­sie­ra­tez­za e WALLAH è il mio augu­rio di poter­ci ritro­va­re a bal­la­re insie­me mol­to pre­sto”.

Sarà dispo­ni­bi­le, nel gior­no del­la relea­se di Wal­lah, anche il video­clip sul cana­le You­Tu­be dell’artista. Gha­li ha scel­to di affi­da­re la regia a Mon­cef Hena­ien del­la casa di pro­du­zio­ne NOON, una real­tà inter­na­zio­na­le per cui col­la­bo­ra­no regi­sti tuni­si­ni emer­gen­ti che Gha­li ha rite­nu­to impor­tan­te valo­riz­za­re anche nel nostro pae­se. Nel video vedia­mo Gha­li entra­re in una cabi­na tele­fo­ni­ca per rispon­de­re al meta­fo­ri­co richia­mo del­le pro­prie ori­gi­ni per poi tele­tra­spor­tar­si in Tuni­sia, nazio­ne che con il suo staff ha attra­ver­sa­to per cen­ti­na­ia di kilo­me­tri per visi­ta­re tut­ti i luo­ghi impor­tan­ti del suo per­cor­so. Nel video­clip, come nel­la quo­ti­dia­ni­tà, Gha­li indos­sa i capi del­la col­le­zio­ne Uni­ted Colors of Gha­li rea­liz­za­ta per Benet­ton; una scel­ta natu­ra­le anche vista l’esigenza sem­pre più for­te per Gha­li di rac­con­ta­re la pro­pria sto­ria anche attra­ver­so i capi che veste. 

Con la relea­se di Wal­lah, Gha­li inau­gu­ra la col­la­bo­ra­zio­ne con il colos­so del food McDonald’s nel sol­co del­le pre­sti­gio­se col­la­bo­ra­zio­ni che il brand van­ta a livel­lo inter­na­zio­na­le con Tra­vis Scott, J Bal­vin e i BTS. La can­zo­ne sarà la colon­na sono­ra del­la cam­pa­gna di comu­ni­ca­zio­ne del nuo­vo Big Mac — Best Burger. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: