SPETTACOLO

Sky Arte annuncia la nuova produzione originale “Il mio nome è leggenda” con Matilda De Angelis

Rila­scia­te le pri­me foto dal set de Il mio nome è leg­gen­da, la nuo­va pro­du­zio­ne ori­gi­na­le Sky Arte, idea­ta e rea­liz­za­ta da Bot­te­ga Fin­zio­ni con Matil­da De Ange­lis, in col­la­bo­ra­zio­ne con il Comu­ne di Bolo­gna e Bolo­gna Wel­co­me. La serie, gra­zie alle paro­le e alla nar­ra­zio­ne dell’attrice bolo­gne­se Matil­da De Ange­lis, esplo­ra le sto­rie vere di illu­stri sco­no­sciu­ti dai qua­li sono nati alcu­ni dei per­so­nag­gi più noti dell’immaginario col­let­ti­vo contemporaneo.

A chi si è ispi­ra­to Geor­ge Lucas quan­do ha crea­to India­na Jones?

E Mary Shel­ley dove ha trat­to ispi­ra­zio­ne per la figu­ra del dot­tor Frankenstein?

O anco­ra: da qua­le stra­no ango­lo di mon­do è sbu­ca­to un per­so­nag­gio come Zorro?

Matil­da De Ange­lis, nuo­va stel­la del cine­ma ita­lia­no, è la com­pa­gna idea­le per rac­con­ta­re que­sto viag­gio e, con un sot­ti­le gio­co meta-cine­ma­to­gra­fi­co, l’o­ri­gi­ne di que­sti “miti d’oggi”, che saran­no appro­fon­di­ti dagli inter­ven­ti del mass-medio­lo­go Rober­to Gran­di.

Il mio nome è leg­gen­da, è una serie in 6 pun­ta­te in onda in pri­ma sera­ta su Sky Arte a par­ti­re dal 7 dicem­bre. Il for­mat è sta­to scrit­to da Miche­le Cogo e dagli ex-allie­vi di Bot­te­ga Fin­zio­ni Gian­mar­co Guaz­zo, Alber­ta Lepri e Sil­via Pela­ti, con la pro­du­zio­ne ese­cu­ti­va di Giu­sep­pe Cas­sa­ro e la regia di Anto­nio Monti.

I PROTAGONISTI DELLE PUNTATE saranno:

  • India­na Jones – Gio­van­ni Bat­ti­sta Belzoni
  • Frank­en­stein – Gio­van­ni Aldini
  • Zor­ro – Joa­quin Murrieta
  • Bet­ty Boop – Helen Kane
  • Pip­pi Cal­ze­lun­ghe – Astrid Lindgren
  • Dra­cu­la – Con­te Vlad III di Valacchia

Matil­da De Ange­lis ha affer­ma­to: “Il mio nome è leg­gen­da è la mia pri­ma espe­rien­za come nar­ra­tri­ce e inter­pre­te di un pro­gram­ma tele­vi­si­vo solo mio. Era una cosa nuo­va, che un po’ mi spa­ven­ta­va. Ho deci­so di pro­va­re per­ché le sto­rie vere che stan­no alle radi­ci di per­so­nag­gi come Frank­en­stein, Bet­ty Boop o India­na Jones, sono sto­rie bel­lis­si­me, incre­di­bi­li, e mi han­no fat­to venir voglia fin da subi­to di rac­con­tar­le a tut­ti. Per me che sono attri­ce, e sono abi­tua­ta a emo­zio­na­re con la reci­ta­zio­ne, è sta­to un po’ stra­no pro­va­re a far­lo qua­si solo con le paro­le, con il rac­con­to, sen­za ave­re nes­sun altro in sce­na oltre a me. Spe­ro di esser­ci riu­sci­ta, que­sto dite­lo voi, io intan­to sono già con­ten­ta di aver­ci pro­va­to”.

Rober­to Piso­ni, Direc­tor Enter­tain­ment Chan­nels di Sky Ita­lia, ha dichia­ra­to: “Sia­mo dav­ve­ro orgo­glio­si di aver pro­dot­to e poter final­men­te lan­cia­re su Sky Arte Il mio nome è leg­gen­da, un pro­get­to che abbia­mo soste­nu­to fin dal­la pri­ma idea e che pen­sia­mo ver­rà mol­to apprez­za­to dal nostro pub­bli­co. Il talen­to nar­ra­ti­vo di Matil­da De Ange­lis ha impre­zio­si­to e dato una gran­de for­za evo­ca­ti­va a que­ste ‘incre­di­bi­li‘ sto­rie vere, bio­gra­fie di uomi­ni e don­ne poco illu­stri, che sono all’origine di miti e leg­gen­de del nostro immaginario”.

L’autore e capo-pro­get­to Miche­le Cogo di Bot­te­ga Fin­zio­ni ha spie­ga­to: “Il mio nome è leg­gen­da è un pro­get­to nato per caso, come acca­de spes­so con le cose bel­le. Ero al lavo­ro su un docu­men­ta­rio per Sky Arte quan­do mi sono imbat­tu­to nel­la bel­lis­si­ma sto­ria di Gio­van Bat­ti­sta Bel­zo­ni, l’archeologo Pado­va­no che ha ispi­ra­to la nasci­ta di India­na Jones. Ecco, da quel momen­to, dia­lo­gan­do con Rober­to Piso­ni è nata l’idea di cer­ca­re altre sto­rie di per­so­nag­gi real­men­te esi­sti­ti che han­no dato ori­gi­ni a miti d’oggi come Frank­en­stein, Dra­cu­la, Bet­ty Boop e tan­ti altri. Un lavo­ro che ci por­ta a entra­re in con­tat­to con sto­rie mera­vi­glio­se”.

Per quan­to riguar­da gli aspet­ti pro­dut­ti­vi, il respon­sa­bi­le Giu­sep­pe Cas­sa­ro rac­con­ta che: “Bot­te­ga Fin­zio­ni ha segui­to “da zero a cen­to” la nasci­ta e lo svi­lup­po del for­mat: dal­la scrit­tu­ra del­le sce­neg­gia­tu­re al coor­di­na­men­to dei repar­ti di svi­lup­po, dall’affiancamento del­la regia nel­la defi­ni­zio­ne degli ele­men­ti che com­pon­go­no il rac­con­to fino al coor­di­na­men­to dei repar­ti arti­sti­ci e tec­ni­ci, dal coin­vol­gi­men­to dei part­ner al moni­to­rag­gio di tut­te le fasi di post-pro­du­zio­ne. Bot­te­ga Fin­zio­ni ha inol­tre defi­ni­to tut­ti gli aspet­ti rela­ti­vi ai mate­ria­li di reper­to­rio ed il con­tri­bu­to del­le musi­che ori­gi­na­li”.

Il regi­sta Anto­nio Mon­ti ha infi­ne dichia­ra­to: “Il mio nome è leg­gen­da è uno stra­no esse­re a caval­lo fra i lin­guag­gi, che pro­ce­de mesco­lan­do i gene­ri: non è un mono­lo­go tea­tra­le, non è uno stu­dio tv, non è una loca­tion e non è un film. Al con­tem­po è tut­ti que­sti ele­men­ti assie­me che han­no il com­pi­to di evo­ca­re le leg­gen­de e gli ele­men­ti di real­tà che le han­no ispirate”.

IL MIO NOME È LEGGENDA è una pro­du­zio­ne ori­gi­na­le Sky Arte rea­liz­za­ta da Bot­te­ga Fin­zio­ni e arri­ve­rà in pri­ma asso­lu­ta dal 7 dicem­bre su Sky Arte, On Demand e in strea­ming su NOW. Bot­te­ga Fin­zio­ni Pro­du­zio­ni è una casa di pro­du­zio­ne cine­ma­to­gra­fi­ca che ope­ra dal 2015, gesti­ta da Fon­da­zio­ne Bot­te­ga Fin­zio­ni con sede a Bolo­gna, real­tà atti­va da oltre die­ci anni che con­ta al suo atti­vo anche una scuo­la di nar­ra­zio­ne e uno stu­dio pro­fes­sio­na­le. Han­no par­te­ci­pa­to in for­ma di part­ner­ship il Comu­ne di Bolo­gna e Bolo­gna Wel­co­me, met­ten­do a dispo­si­zio­ne una del­le loca­tion più sug­ge­sti­ve del­la cit­tà: il Salo­ne del Pode­stà a Palaz­zo Re Enzo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: