NOVITA'

La Madernassa Ristorante e Resort è tra i top 30 migliori ristoranti del pianeta per “We are smart green guide”

La Mader­nas­sa Risto­ran­te e Resort diven­ta sem­pre più green! Il risto­ran­te e resort di char­me sito in Gua­re­ne, nel cuo­re ver­de del­le Lan­ghe e del Roe­ro, dopo esse­re sta­to recen­te­men­te rico­no­sciu­to tra i miglio­ri top 30 ristor­na­ti del pia­ne­ta secon­do la we are smart green gui­de, la gui­da inter­na­zio­na­le che pre­mia i miglio­ri risto­ran­ti di tut­to il mon­do per l’uso crea­ti­vo degli ingre­dien­ti di sta­gio­ne e per la quan­ti­tà di piat­ti a base frut­ta e ver­du­ra si è aggiu­di­ca­to il Disco­ve­ry Award per l’I­ta­lia, il pre­mio che rico­no­sce le più recen­ti inno­va­zio­ni nel cam­po del­la frut­ta e del­la ver­du­ra di alcu­ni risto­ran­ti di alto livel­lo e 2 stel­le miche­lin allo chef Miche­lan­ge­lo Mam­mo­li­ti. Alla gui­da del­la cuci­na del­la Mader­nas­sa, tra i miglio­ri top 100 chef del Mon­do per The best chef awards, lo chef si pone l’obiettivo di alza­re ulte­rior­men­te l’asticella, orien­tan­do il lavo­ro dell’intera strut­tu­ra nel rispet­to del­la soste­ni­bi­li­tà ambien­ta­le a 360 gradi.

Dal­la pisci­na alle came­re, dal giar­di­no del­le erbe aro­ma­ti­che al frut­te­to, in ogni area del­la Mader­nas­sa un occhio di riguar­do sarà riser­va­to all’ambiente, come testi­mo­nia­no Fabri­zio Ven­tu­ra e Ivan Del­pia­no in rap­pre­sen­tan­za del­la proprietà. 

Chi mi cono­sce sa bene quan­to io sia sen­si­bi­le e vici­no a tema­ti­che ambien­ta­li che in pas­sa­to ho anche avu­to il pia­ce­re di trat­ta­re da vici­no — ha dichia­ra­to lo stes­so Ven­tu­ra — Il ter­mi­ne green è noto da pochi anni ma mi inte­res­sa­vo a que­sti temi già agli ini­zi del­la mia car­rie­ra lavo­ra­ti­va. L’obiettivo che ci sia­mo posti per que­sto bien­nio 2021 — 2022, dopo esser­ci foca­liz­za­ti su come otti­miz­za­re alcu­ni aspet­ti del risto­ran­te, è quel­lo di appor­ta­re alcu­ne accor­tez­ze e inter­ven­ti strut­tu­ra­li per ridur­re l’impatto ambien­ta­le dell’intero resort, svi­lup­pan­do pro­get­ti di bio­di­ver­si­tà, con bene­fi­ci posi­ti­vi per noi e per l’intera collettività”.

E’ un pro­get­to con­di­vi­so, aggiun­ge Ivan Del­pia­no, che pro­fon­de il suo costan­te impe­gno nel­la ricer­ca dell’unicità espe­rien­zia­le da far vive­re agli ospi­ti del resort e atte­sta: “Per per­met­te­re ai nostri ospi­ti di vive­re l’esperienza tota­liz­zan­te a con­tat­to con la natu­ra, oltre a tut­te le altre ini­zia­ti­ve, stia­mo com­ple­tan­do l’ampio par­co di oltre 15000 mq che cir­con­da il Resort con la rea­liz­za­zio­ne di un’area boschi­va, che con­ter­rà all’interno due laghet­ti, quer­ce, car­pi­ni, gel­si, cespu­gli di noc­cio­lo sel­va­ti­co e tan­te essen­ze autoc­to­ne. La nostra idea di soste­ni­bi­li­tà è incen­tra­ta sull’utilizzo di ener­gia elet­tri­ca pro­ve­nien­te da fon­ti rin­no­va­bi­li, all’utilizzo di acque loca­li, alla ridu­zio­ne del­la pla­sti­ca e rac­col­ta dif­fe­ren­zia­ta, al con­te­ni­men­to del­la tem­pe­ra­tu­ra e riscal­da­men­to attra­ver­so l’utilizzo di ser­ra­men­ti a taglio ter­mi­co, capa­ci di iso­la­re in modo più effi­cien­te l’ambiente sia d’estate che d’inverno, fon­da­men­ta­le è poi la scel­ta di for­ni­to­ri soste­ni­bi­li, i qua­li devo­no esse­re loca­li e mostra­re una cer­ta atten­zio­ne alla soste­ni­bi­li­tà, con azio­ni qua­li il con­te­ni­men­to del­le pla­sti­che in fase di con­fe­zio­na­men­to o l’utilizzo di ener­gia deri­van­te da fon­ti rinnovabili”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: