MUSICA

Grid: “Non abbiate mai paura di essere voi stessi!” | Intervista

Dopo l’incredibile suc­ces­so otte­nu­to con Testa­co­da, la polie­dri­ca Grid (can­tan­te, bal­le­ri­na, model­la, ragaz­za imma­gi­ne e recen­te­men­te con­dut­tri­ce spor­ti­va) tor­na con Inti­mo Gla­mour, il suo nuo­vo singolo.

Il bra­no, scrit­to a quat­tro mani da Ste­fa­no Pavia­ni e Lagu­na e pro­dot­to da Cosmo­pho­nix Arti­st Deve­lo­p­ment, è una bio­gra­fia in musi­ca del­la gio­va­ne ed eclet­ti­ca inter­pre­te pado­va­na che, relea­se dopo relea­se, sta costruen­do con tena­cia, impe­gno ed un talen­to da fuo­ri­clas­se, il suo per­cor­so arti­sti­co, facen­do­si apprez­za­re per ver­sa­ti­li­tà ed auten­ti­ci­tà. A ripro­va di que­ste carat­te­ri­sti­che e di una visio­ne comu­ni­ca­ti­va ori­gi­na­le e fuo­ri dagli sche­mi, Inti­mo Gla­mour si pone come uno spac­ca­to com­po­si­ti­vo del quo­ti­dia­no dell’artista, ma al tem­po stes­so dà vita ad uno spec­chio di note e colo­ri in cui ogni gio­va­ne può riflet­ter­si per ritrovarsi.

Rac­con­ta­ci un po’ di te, qual­co­sa che non sia già scrit­to nel­le bio­gra­fie ufficiali. 

Mi met­ti qua­si in dif­fi­col­tà! Sono figlia uni­ca, amo gli ani­ma­li infat­ti mi sono tatua­ta i miei 2 cani, in tota­le ho 3 tatuag­gi e la musi­ca è la mia vita (beh for­se que­sto già si sapeva).

Cosa vuol dire esse­re una can­tau­tri­ce oggi in Ita­lia e, secon­do te, nel mon­do musi­ca­le quan­to spa­zio vie­ne dato alle donne?

Espri­me­re i pro­pri pen­sie­ri e le pro­prie idee non è mai sem­pli­ce. Pur­trop­po vivia­mo anco­ra in un mon­do “giu­di­can­te”. Non si vie­ne giu­di­ca­ti solo per quel­lo che si pen­sa, ma anche per come ci si veste, come ci si truc­ca, cosa si posta ecc. ecc. Secon­do me al gior­no d’oggi vie­ne dato pochis­si­mo spa­zio. Un tem­po il set­to­re musi­ca­le era pie­no di can­tan­ti don­ne, ora inve­ce è esat­ta­men­te l’opposto. Lo ave­te nota­to anche voi o è solo una mia impressione?

Par­la­ci del tuo nuo­vo sin­go­lo “Inti­mo Gla­mour

Inti­mo Gla­mour rap­pre­sen­ta una mia evo­lu­zio­ne, è come se gri­das­si al mon­do inte­ro: “que­sta sono io sen­za se e sen­za ma “. Rac­con­to chi sono, qua­li sono le mie più gran­di pas­sio­ni e non ho pau­ra di far­lo. Ecco que­sto è pro­prio il mes­sag­gio, non abbia­te mai pau­ra di esse­re voi stessi! 

Anco­ra oggi il cor­po del­le don­ne è rico­per­to di pre­giu­di­zi, stig­ma­tiz­za­zio­ni e signi­fi­ca­ti che osta­co­la­no la ricer­ca del­la feli­ci­tà. Da don­na e arti­sta sen­si­bi­le, cosa signi­fi­ca per te esse­re felice?

Potrà esse­re bana­le ma per me è esse­re libe­ra. La liber­tà è fon­da­men­ta­le ed è pro­prio per que­sto che il pal­co è l’unico posto in cui mi sen­to a casa e dav­ve­ro me stes­sa, per­ché sono libe­ra di esse­re real­men­te ciò che sono.

Ora par­lia­mo di tem­po. Se fos­se pos­si­bi­le e aves­si a dispo­si­zio­ne una mac­chi­na del tem­po, tor­ne­re­sti nel pas­sa­to o pre­ci­pi­te­re­sti nel futuro?

Sicu­ra­men­te non nel futu­ro, sono una ragaz­za che vive gior­no per gior­no. Se sapes­si già come andreb­be a fini­re mi anno­ie­rei. For­se tor­ne­rei nel pas­sa­to, non per­ché mi pen­ta di alcu­ne scel­te che ho fat­to, ma per­ché avrei più corag­gio nel dire ciò che sen­to. Capi­re­te meglio nel pros­si­mo sin­go­lo.

Sem­pre a pro­po­si­to di futu­ro, come con­ti­nue­rai a stu­pi­re i tuoi ascol­ta­to­ri? Qua­li saran­no i tuoi pros­si­mi passi?

Beh ve l’ho appe­na sve­la­to…. Entro la fine dell’anno usci­rà un mio nuo­vo singolo!!! 

Grid, ti rin­gra­zio per que­sta chiac­chie­ra­ta. La nostra inter­vi­sta è giun­ta al ter­mi­ne, ma l’ultima paro­la va a te per aggiun­ge­re ciò che vuoi: spa­zio alla fantasia! 

Gra­zie mil­le a te, mi sono dav­ve­ro diver­ti­ta. Beh che dire: “lascio tut­to acce­so, tut­to acceso”!

Giu­lia Massarelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: