LETTURA

Topolino celebra Parma e il Festival Verdi con il numero speciale “Zio Paperone e il tesoro del Golfo di Parma”

Giu­sep­pe Ver­di tor­na anco­ra una vol­ta pro­ta­go­ni­sta del­le pagi­ne di Topo­li­no. Dopo aver cele­bra­to a ini­zio anno il 120esimo anni­ver­sa­rio dal­la sua scom­par­sa con un Topo­li­bro spe­cia­le, sul nume­ro 3435 del maga­zi­ne – in edi­co­la, fumet­te­ria e su Panini.it da mer­co­le­dì 22 set­tem­bre – si tor­na a Par­ma in occa­sio­ne del Festi­val Ver­di (la XXI edi­zio­ne del festi­val musi­ca­le ita­lia­no di ope­ra liri­ca inte­ra­men­te dedi­ca­to alle sue crea­zio­ni, di sce­na a Par­ma e Bus­se­to dal 24 set­tem­bre al 17 otto­bre) con la sto­ria Zio Pape­ro­ne e il teso­ro del Gol­fo di Par­ma.

Scrit­ta da Ales­san­dro Sisti e dise­gna­ta da Giam­pao­lo Sol­da­ti, Zio Pape­ro­ne e il teso­ro del Gol­fo di Par­ma è una diver­ten­te incur­sio­ne dei Pape­ri più ama­ti nel­la cit­tà emi­lia­na, tra musi­ca, sto­ria e spet­ta­co­lo. Zio Pape­ro­ne si tro­va a Par­ma nel perio­do in cui si svol­ge il Festi­val Ver­di, per con­clu­de­re un affa­re e visi­ta­re la cit­tà insie­me a Pape­ri­no e Qui, Quo e Qua. Gra­zie a una gui­da turi­sti­ca acqui­sta­ta da Pape­ro­ne e data­ta 1872, la ciur­ma sco­pre l’esistenza di un miste­rio­so cime­lio dimen­ti­ca­to in una tuba, nel Gol­fo Misti­co dal gran­de com­po­si­to­re Giu­sep­pe Ver­di, ori­gi­na­rio pro­prio del­la pro­vin­cia di Par­ma. Ma di che cime­lio di trat­ta? E cos’è il Gol­fo Misti­co? Visi­tan­do la cit­tà e il famo­so Tea­tro Pape­re­gio, i pro­ta­go­ni­sti si met­te­ran­no sul­le trac­ce del capo­la­vo­ro lascia­to da Ver­di che lo Zio­ne non ha inten­zio­ne di lasciar­si sfuggire. 

A cor­re­do del­la sto­ria, inol­tre, Topo­li­no pro­po­ne un reda­zio­na­le dedi­ca­to al Festi­val Ver­di con tut­ta la pro­gram­ma­zio­ne e le curio­si­tà su quest’importante appun­ta­men­to che da anni esal­ta l’opera del gran­de Mae­stro e che, quest’anno, valo­riz­za al meglio le cele­bra­zio­ni per Par­ma Capi­ta­le Ita­lia­na del­la Cul­tu­ra 2021. Sul nume­ro 3435, inol­tre, pro­se­gue il viag­gio in Ita­lia dei Pape­ri (que­sta vol­ta con tap­pa a Pado­va) sul­le trac­ce di Dan­te Ali­ghie­ri in Zio Pape­ro­ne e il cen­tou­ne­si­mo can­to e si con­clu­de con l’ultimo atte­so capi­to­lo Duck­to­pia, la saga fan­ta­sy scrit­ta da Licia Troi­si e Fran­ce­sco Arti­ba­ni.

Topo­li­no, dun­que, rac­con­ta nuo­va­men­te la cul­tu­ra ita­lia­na, per far sco­pri­re a gio­va­ni (e gran­di) let­to­ri i più impor­tan­ti pro­ta­go­ni­sti del­la nostra sto­ria. L’appuntamento con Topo­li­no e Giu­sep­pe Ver­di è in edi­co­la, fumet­te­ria e su Panini.it a par­ti­re da oggi, mer­co­le­dì 22 set­tem­bre.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: