CONCERTI | EVENTI

“Arena Suzuki ’60 ’70 ’80”, un viaggio nel tempo della musica nazionale ed internazionale con Amadeus

Ama­deus ripor­ta all’Are­na di Vero­na, pro­prio in quel tem­pio dove han­no rice­vu­to la loro con­sa­cra­zio­ne, arti­sti leg­gen­da­ri e can­zo­ni ico­ni­che che han­no segna­to trent’anni del­la nostra sto­ria. Ama­deus con­du­ce “ARENA SUZUKI ’60 ’70 ’80”, due sera­te even­to all’Arena di Vero­na dome­ni­ca 12 e mar­te­dì 14 set­tem­bre, in onda in pri­ma sera­ta su RAI1 a ottobre.

«Saran­no due sera­te di gran­de festa per tut­ti con alcu­ni dei pro­ta­go­ni­sti musi­ca­li di que­sto tren­ten­nio che saran­no pre­sen­ti all’A­re­na dal vivo per far can­ta­re e bal­la­re tut­ti — spie­ga Ama­deus. Una sera­ta per i gio­va­nis­si­mi che cono­sco­no que­ste hit intra­mon­ta­bi­li e i meno gio­va­ni che han­no voglia di ricor­da­re. Per me è una gran­de emo­zio­ne, un debut­to. È la mia pri­ma vol­ta come con­dut­to­re all’A­re­na, pur essen­do cre­sciu­to a Vero­na non è acca­du­to nel­la mia car­rie­ra, nean­che ai tem­pi del Festi­val­bar. E tor­ne­rò a fare il mio pri­mo lavo­ro: il disc joc­key. Sarà bel­lis­si­mo e ci diver­ti­re­mo insieme».

Tan­ti gli ospi­ti che si alter­ne­ran­no sul pal­co; arti­sti ita­lia­ni e inter­na­zio­na­li che han­no fat­to la sto­ria degli anni ’60 ’70 ’80: da grup­pi come gli EUROPE, che con la loro “The Final Count­do­wn” han­no segna­to un’epoca, i VILLAGE PEOPLE “Ymca”, gli ALPHAVILLE di “Fore­ver Young” e gli OPUS di “Live is life”, a gran­di star ita­lia­ne come GIANNA NANNINI, LOREDANA BERTÈ, ROBERTO VECCHIONI, RAF, UMBERTO TOZZI, PATTY PRAVO. Poi anco­ra ALAN SORRENTI con “Figli del­le stel­le”, RETTORE, GAZEBO, re del­la disco music con bra­ni come “I Like Cho­pin” e “Master­pie­ce”, ORIETTA BERTI, EDOARDO VIANELLO, RIGHEIRA, TONY HADLEY degli Span­dau Bal­let, MARCELLA BELLA, SABRINA SALERNO, SAMANTHA FOX, sex sym­bol degli anni ’80 e regi­na del­le clas­si­fi­che inter­na­zio­na­li con hit come “Touch Me (I Want Your Body)” e “Nothing’s Gon­na Stop Me Now”, FAUSTO LEALI, SPAGNA, SANDY MARTON con “Peo­ple from Ibi­za”, SERGIO CAPUTO, TRACY SPENCER, PEPPINO DI CAPRI e MAURIZIO VANDELLI dell’Equipe 84!

Un cast stel­la­re, arti­sti leg­gen­da­ri, ricor­di inde­le­bi­li e can­zo­ni sim­bo­lo di un’epoca irri­pe­ti­bi­le tor­ne­ran­no a rie­cheg­gia­re in quel­lo che, per la memo­ria col­let­ti­va, è il vero Tem­pio del­la Musi­ca: l’Arena di Vero­na! Que­sti show, che segna­no la pri­ma vol­ta di Ama­deus alla con­du­zio­ne sul pal­co dell’Arena nel­la “sua” Vero­na, por­te­ran­no il pub­bli­co a rivi­ve­re tre decen­ni emo­zio­nan­ti del­la musi­ca in Ita­lia, pun­teg­gia­ti dai rac­con­ti del padro­ne di casa, che faran­no da filo con­dut­to­re duran­te le sera­te. I bigliet­ti per assi­ste­re agli spet­ta­co­li sono dispo­ni­bi­li sul cir­cui­to Ticketone.

Per “ARENA SUZUKI ’60 ’70 ‘80” Ama­deus tor­ne­rà nel ruo­lo del dj: mol­te di que­ste can­zo­ni, infat­ti, sono le stes­se che pro­po­ne­va nel­le sera­te in disco­te­ca all’i­ni­zio del­la sua car­rie­ra e poi quan­do si è fat­to stra­da nel mon­do del­la radio. Da die­tro una con­sol­le, che sarà uno dei nuclei fon­da­men­ta­li del­la sce­na, Ama­deus farà ascol­ta­re il suo reper­to­rio da dj-voca­li­st, la sua play­li­st, un mera­vi­glio­so dia­rio sen­ti­men­ta­le arti­co­la­to anche dai suoi incon­tri con gli ospi­ti. Hit pro­dot­te in Ita­lia diven­ta­te suc­ces­si pla­ne­ta­ri, can­zo­ni d’autore e bra­ni inter­na­zio­na­li che han­no fat­to bal­la­re l’Italia e il mon­do inte­ro. Sono can­zo­ni con un infal­li­bi­le pote­re evo­ca­ti­vo, sen­za tem­po e così for­te da coin­vol­ge­re il pub­bli­co di tut­te le generazioni.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: