NUOVE PROPOSTE

I Funketti Allucinogeni presentano il nuovo singolo “Troppo sul serio”

Fuo­ri ovun­que Trop­po sul serio, il nuo­vo sin­go­lo de I Fun­ket­ti Allu­ci­no­ge­ni, pro­dot­to da Trul­let­to Records e distri­bui­to da Believe.

Trop­po sul serio, con i suoi toni soul e R&B, è il bra­no cen­tra­le all’interno del pri­mo lavo­ro disco­gra­fi­co de i Fun­ket­ti Allu­ci­no­ge­ni. In que­sto pri­mo sin­go­lo le tema­ti­che trat­ta­te sono lega­te alla vita di tut­ti i gior­ni, vista come un tran-tran che assor­be ciò che ci toc­ca (il lavo­ro, le con­se­gne, le tas­se, la buro­cra­zia), men­tre quel­le par­ti inte­rio­ri che ci fan­no sen­ti­re vivi per dav­ve­ro ven­go­no rele­ga­te in un ango­lo. Limi­ta­zio­ni che nell’ultimo anno han­no peg­gio­ra­to di gran lun­ga la con­di­zio­ne di mol­te per­so­ne, costret­te a dare un taglio qua­si defi­ni­ti­vo a tut­to ciò che non sia indi­spen­sa­bi­le per la sopravvivenza. 

È un bra­no di con­sa­pe­vo­lez­za, di cre­sci­ta per­so­na­le, auto­bio­gra­fi­co se voglia­mo. Cer­ta­men­te rin­cor­re e foto­gra­fa la real­tà del vis­su­to con­tem­po­ra­neo. Le due stro­fe (scrit­te da G. Caval­lo e P. Pal­mi­sa­no) sono fac­ce di una stes­sa meda­glia: rac­con­ta­no in modi con­trap­po­sti lo stes­so sta­to d’animo: l’uno espri­me cal­ma e qua­si alie­na­zio­ne, l’altro urla rab­bia e ran­co­re. Un bra­no che par­la in modo sfac­cia­to, con una vela­ta ras­se­gna­zio­ne, un flus­so di coscien­za in cui il pro­ta­go­ni­sta si rivol­ge a sé stes­so. La tona­li­tà mino­re gui­da i tre minu­ti e mez­zo di musi­ca lascian­do spa­zio solo nel brid­ge ad un baglio­re di luce, in cui le urla in lon­ta­nan­za lascia­no inten­de­re una dispe­ra­ta voglia di emer­ge­re (risor­ge­re) dall’abisso.

Quar­tet­to cros­so­ver con con­ta­mi­na­zio­ni funk, rock e rap, nato dal­le spe­ri­men­ta­zio­ni di Mat­teo Spi­nel­li (bat­te­ria), Pier­giu­lio Pal­mi­sa­no (chi­tar­ra), Gabrie­le Caval­lo (voce e tastie­re) e Ric­car­do Caval­lo (bas­so). Il diver­so back­ground musi­ca­le di ognu­no di loro dà vita all’originale sound del grup­po, for­te­men­te eclet­ti­co e psichedelico. 

Ini­zia­no sin da subi­to ad otte­ne­re apprez­za­men­to, vin­cen­do nel 2014 sia il pri­mo pre­mio che il pre­mio ori­gi­na­li­tà del Brain Music Con­te­st al Salen­to Fun Park di Mesa­gne. Tra il 2015 e il 2017, l’af­fer­ma­zio­ne in altri con­cor­si dà loro la pos­si­bi­li­tà di con­di­vi­de­re il pal­co con arti­sti qua­li James Sene­se, Sub­so­ni­ca, Mari­na Rei e Gior­gio Cana­li, non­ché di apri­re i con­cer­ti di Col­le der Fomen­to, Bun­da­mo­ve, Nan­do Popu e Gene­ral Levy. Nel 2019 vin­co­no il Wau Con­te­st, pre­mia­ti da Max Casac­ci dei Sub­so­ni­ca; nel­lo stes­so anno par­te­ci­pa­no al Rock in Day a San Vito dei Nor­man­ni apren­do ai Pun­kreas. In segui­to alla pub­bli­ca­zio­ne dell’EP “Ombre” nel 2018, ini­zia­no la col­la­bo­ra­zio­ne con XO la fac­to­ry, Cabe­zon ed Ele­phant Music. Il loro pri­mo album, in usci­ta nel 2021, sarà inte­ra­men­te regi­stra­to e pro­dot­to da Trul­let­to Records.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: