NUOVE PROPOSTE

Merifiore, è disponibile da oggi il nuovo singolo “Valentina”

Una can­zo­ne ispi­ra­ta a una sto­ria vera, una dedi­ca diret­ta. È Valen­ti­na, il nuo­vo sin­go­lo del­la can­tau­tri­ce Meri­fio­re, in usci­ta oggi su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li per Qui Base Luna / Free­com. Il bra­no rac­con­ta con raf­fi­na­ta iro­nia una dif­fi­ci­le con­vi­ven­za che l’ar­ti­sta ha vis­su­to in pri­ma per­so­na. Con una scrit­tu­ra taglien­te e un beat incal­zan­te e diver­ten­te, Meri­fio­re affron­ta temi attua­li e sco­mo­di come lo stress e l’alienazione nel con­te­sto di un appartamento.

Valen­ti­na non è solo l’alter-ego di una Meri­fio­re sogna­tri­ce e un po’ naif, ma anche il suo stes­so rifles­so nel­lo specchio: 

“Valen­ti­na c’est moi ha dichia­ra­to l’artista citan­do iro­ni­ca­men­te Gui­do Cre­pax – un po’ pre­da­tri­ce, un po’ pre­da. A vol­te libe­ra dagli sche­mi, a vol­te intrap­po­la­ta nel­le sue stes­se manie.”

Con una coin­qui­li­na come Valen­ti­na non ci si può cer­to sen­ti­re a casa. “Man­gia solo insa­la­ta per riem­pi­re ogni vuo­to”, “Par­la solo con l’omino deter­si­vo” sono gli asso­lu­ti di Valen­ti­na, le foto­gra­fie del­la casa che descri­vo­no una ragaz­za vit­ti­ma dell’individualismo metro­po­li­ta­no, dell’arrivismo e di uno smi­su­ra­to per­fe­zio­ni­smo, che rive­la­no una for­te con­di­zio­ne di soli­tu­di­ne e di distac­co emo­ti­vo, una chiu­su­ra ver­so i sen­ti­men­ti. “La mia coin­qui­li­na è paz­za, ho pau­ra che mi ammaz­za” è l’iperbole del ritor­nel­lo in sti­le black humor, che vuo­le far riflet­te­re sul­le peri­co­lo­se con­se­guen­ze di una vita fat­ta solo di lavo­ro e poca leg­ge­rez­za. “Valen­ti­na respi­ra” è quin­di l’invito che l’artista rivol­ge non solo alla sua fami­ge­ra­ta coin­qui­li­na, ma anche a sé stes­sa e a tut­ti noi quan­do sia­mo trop­po assor­bi­ti dal lavo­ro e con­cen­tra­ti sul suc­ces­so al pun­to da per­de­re il con­tat­to con la real­tà, con noi stes­si e con gli altri.

Meri­fio­re è una can­tau­tri­ce puglie­se. Vin­ci­tri­ce nazio­na­le dell’Arezzo Wave 2014, van­ta nume­ro­se par­te­ci­pa­zio­ni a festi­val nazio­na­li e inter­na­zio­na­li (Pri­mo Mag­gio Taran­to, Mila­no Film Festi­val, Szi­get Festi­val Buda­pe­st, CMJ Music Mara­thon New York). Nel 2016 si fa nota­re con il suo pri­mo sin­go­lo “Tell me” pub­bli­ca­to da Sugar Music e scel­to da SKY Uno come sigla del pro­gram­ma TV #Social­Fa­ce. Negli anni con­so­li­da la sua espe­rien­za dal vivo gra­zie alle aper­tu­re dei con­cer­ti di nume­ro­si arti­sti: Giu­lia­no Pal­ma, Cali­bro 35, Cat Power, Wil­ly Peyo­te, Den­te, Bea­tri­ce Anto­li­ni. Nel 2019 la relea­se di “Non hai mai visto un por­no” (Ego Ita­ly) dà il via a una tour­née in giro per i mag­gio­ri festi­val italiani.

Il 2020 si apre con il sin­go­lo “Sen­za più chie­de­re” (Gen­na­io) con il qua­le l’artista par­te­ci­pa al con­cor­so di scrit­tu­ra del­la scuo­la auto­ri di Mogol (CET) e il cui testo vie­ne pub­bli­ca­to in pri­ma pagi­na nel­la rispet­ti­va anto­lo­gia. A mag­gio rila­scia su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li un nuo­vo sin­go­lo, “Tic­ke­ts”, pri­mo espe­ri­men­to musi­ca­le in Ita­lia che intrec­cia ingle­se e cine­se, che lan­cia un mes­sag­gio di lot­ta alla xeno­fo­bia. Meri­fio­re por­ta sul pal­co tut­ta la sua ener­gia e voglia di comu­ni­ca­re attra­ver­so una voce cal­da e poten­te e un sound ric­co di influen­ze diver­se: dal­l’in­die rock all’e­let­tro pop, il tut­to al ser­vi­zio di una scrit­tu­ra pop dal taglio indipendente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: