TELEVISIONE

Striscia la Notizia, oggi è la Giornata Mondiale del Tapiro

Oggi si festeg­gia la Gior­na­ta Mon­dia­le del Tapi­ro, il mam­mi­fe­ro con la pro­bo­sci­de che rischia l’estinzione e a cui Stri­scia la noti­zia ha dedi­ca­to un pre­mio, in ver­sio­ne oro. Ecco 10 curio­si­tà sul Tapi­ro più famo­so del­la tv.

  1. Il son­dag­gio

Il 26 novem­bre 1996 i con­dut­to­ri Ezio Greg­gio ed Enzo Iac­chet­ti pre­sen­ta­no ai tele­spet­ta­to­ri il Tapi­ro d’oro, pre­mio isti­tui­to da Stri­scia la noti­zia per il per­so­nag­gio pub­bli­co più atta­pi­ra­to, ovve­ro tal­men­te avvi­li­to da ave­re un muso lun­go come quel­lo del tapi­ro. Vie­ne lan­cia­to un son­dag­gio per deci­de­re chi lo meri­ta. In gara l’allora pre­mier Roma­no Pro­di e il pm Alber­to Cardino.

  1. Il pri­mis­si­mo

Il pri­mis­si­mo Tapi­ro d’oro fu con­se­gna­to il 27 novem­bre 1996 dal Gabib­bo al pm Alber­to Car­di­no per­ché gli era sta­ta tol­ta l’inchiesta Nec­ci-Paci­ni Bat­ta­glia, spo­sta­ta dal­la Pro­cu­ra di La Spe­zia a quel­la di Peru­gia. Nel mar­zo 1997 il Gabib­bo pas­sò il tapiro/testimone a Vale­rio Staffelli.

  1. Spu­to d’autore

La pri­ma sta­tuet­ta con­se­gna­ta dall’esordiente Vale­rio Staf­fel­li non fu un Tapi­ro, ma un Lama d’oro a Pip­po Bau­do, il 14 mar­zo 1997, per uno spu­to all’autore tele­vi­si­vo Pao­lo Taggi.

  1. Top ten

1.379 i Tapi­ri d’oro con­se­gna­ti. La più atta­pi­ra­ta del­la sto­ria è Belén Rodrí­guez(30), segui­ta da Rosa­rio Fio­rel­lo (25) e Anto­nio Cas­sa­no (16). Nel­la top ten ci sono anche Bar­ba­ra D’Urso (13), Anto­nel­la Cle­ri­ci (12), Pip­po Bau­do (11), Ema­nue­la Fili­ber­to di Savo­ia (10) e, a pari­me­ri­to con 9 tapi­ri, Bru­no Vespa, Gigi Buf­fon e la Ferrari.

  1. Quel­lo gigante

Esi­ste una ver­sio­ne XL del Tapi­ro d’oro, per quan­do l’attapiramento è dav­ve­ro enor­me. A oggi sono sta­ti con­se­gna­ti 23 Tapi­ri gigan­ti, di cui 2 gon­fia­bi­li. Il pri­mo, il 2 feb­bra­io 2000, toc­cò a Euge­nio Scal­fa­ri, fon­da­to­re del quo­ti­dia­no la Repub­bli­ca. L’ultimo ad Andrea Agnel­li pochi gior­ni fa, il 22 apri­le 2021, per la figu­rac­cia mon­dia­le del­la Super Lea­gue. Il più famo­so: la Tapi­res­sa gigan­te con par­ruc­ca e ros­set­to, ver­sio­ne escort, al pre­mier dimis­sio­na­rio Sil­vio Ber­lu­sco­ni (9 novem­bre 2011).

  1. Pre­si male

Non tut­ti i Tapi­ri d’oro sono sta­ti apprez­za­ti. Quan­do lo por­tò al Pre­si­den­te del­la Repub­bli­ca Oscar Lui­gi Scal­fa­ro (7 mar­zo 2000), Staf­fel­li fu spin­to e atter­ra­to dal­la scor­ta. L’allora gover­na­to­re del­la Ban­ca d’Italia Anto­nio Fazio (16 otto­bre 2003) inci­tò la sua scor­ta a pic­chia­re il tapi­ro­fo­ro: «Date­gli un po’ di bot­te!». Fabri­zio Del Noce rup­pe il naso all’inviato con una micro­fo­na­ta, cau­san­do un’infrazione del­le ossa nasa­li (1° dicem­bre 2003). Indi­men­ti­ca­bi­li anche le sfu­ria­te di Vit­to­rio Sgar­bi (13 mar­zo 2002) e di Mike Bon­gior­no (26 set­tem­bre 2007): entram­bi dal ner­vo­so rup­pe­ro il Tapi­ro sca­glian­do­lo a terra.

  1. Espa­tria­to

Il Tapi­ro d’oro che ha per­cor­so più chi­lo­me­tri (oltre 7.500 in linea d’aria) è sta­to con­se­gna­to il 17 otto­bre 2005 ad Al Bano (la sua com­pa­gna Lore­da­na Lec­ci­so ave­va dichia­ra­to di voler­lo lascia­re) a Sama­nà, peni­so­la sul­la costa nord del­la Repub­bli­ca Domi­ni­ca­na, sede del rea­li­tyL’Isola dei Famo­si 3. Il Tapi­ro fu lan­cia­to da un eli­cot­te­ro da Capi­tan Ventosa.

  1. Total whi­te

Il 16 apri­le 2013 ha fat­to il suo esor­dio il Tapi­ro imma­co­la­to, con­se­gna­to dal­l’in­via­to di bian­co vesti­to More­no Morel­lo. Il pri­mo a rice­ver­lo fu Mat­teo Ren­zi, per­ché apo­stro­fa­to da Pier Lui­gi Ber­sa­ni e Anna Finoc­chia­ro con epi­te­ti (“qua­lun­qui­sta”, “inde­cen­te”, “mise­ra­bi­le” e “arro­gan­te”) che avreb­be­ro fat­to impal­li­di­re chiunque.

  1. Rag­gi­ri salati

Tre Tapi­ri di sale — in omag­gio al “sale magi­co” uti­liz­za­to per i loro rag­gi­ri — sono sta­ti con­se­gna­ti a Van­na Mar­chi, Ste­fa­nia Nobi­le e il Mago do Nasci­men­to nel dicem­bre 2001. La Guar­dia di Finan­za ha bat­tez­za­to “Tapi­ro Sala­to” l’operazione ini­zia­ta con la denun­cia di Stri­scia e sfo­cia­ta nell’arresto di Van­na Mar­chi e di suoi cin­que collaboratori.

  1. L’origine bibli­ca

Anche il Tapi­ro d’oro, come altre inven­zio­ni di Stri­scia, ha un’origine bibli­ca: «È la tra­spo­si­zio­ne dell’idolatrato Vitel­lo d’oro», dice Anto­nio Ric­ci nel libro “Me Tapi­ro”. Tra l’altro, anche il tito­lo dell’ultimo libro del papà del Tg sati­ri­co è un omag­gio al mam­mi­fe­ro con la proboscide.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: