NEWS

In difesa del ddl Zan, Fedez vs Ostellari: “Sei un senatore, non sei Beyoncé”

Colui che tra gli arti­sti cele­bri sostie­ne con più fer­vo­re i dirit­ti civi­li e in que­sto momen­to il ddl Zan sem­pre al cen­tro del­le discus­sio­ni negli ulti­mi tem­pi, e’ sicu­ra­men­te il rap­per Fedez.

Dopo il bot­ta e rispo­sta di qual­che gior­no fa con il sena­to­re Pil­lon, il rap­per è tor­na­to a par­la­re del ddl Zan, attra­ver­so del­le sto­rie pub­bli­ca­te sul suo pro­fi­lo Instagram.

Dato che ieri Andrea Ostel­la­ri, sena­to­re del­la Lega Nord e pre­si­den­te del­la com­mis­sio­ne Giu­sti­zia al Sena­to è riu­sci­to a riman­da­re anco­ra la calen­da­riz­za­zio­ne del­la leg­ge con­tro l’omotransfobia, ha sca­te­na­to le ire di tut­ti colo­ro che spe­ra­va­no fos­se final­men­te giun­to il momen­to di pro­ce­de­re alla calendarizzazione.

Così Fedez, anco­ra una vol­ta, e con quel inna­to sen­so del­la giu­sti­zia che lo con­trad­di­stin­gue e che obiet­ti­va­men­te dovreb­be­ro ave­re tut­ti, è inter­ve­nu­to qual­che ora fa sui suoi social, in dife­sa del ddl Zan, sfo­de­ran­do il suo disap­pun­to e attac­can­do il sena­to­re leghi­sta che si è sot­trat­to anco­ra al confronto.

“Vole­vo dar­vi qual­che aggior­na­men­to in meri­to al ddl Zan, nono­stan­te le più di 300.000 fir­me che ne chie­do­no la calen­da­riz­za­zio­ne, alme­no quel­la, e nono­stan­te la mag­gio­ran­za del­la com­mis­sio­ne Giu­sti­zia sia posi­ti­va a calen­da­riz­za­re il dise­gno di leg­ge, una per­so­na sola, un sin­go­lo, il signor Andrea Ostel­la­ri, pre­si­den­te del­la com­mis­sio­ne Giu­sti­zia, ha deci­so di fare il c***o che gli pare in bar­ba alla demo­cra­zia. Que­sta cosa va oltre il ddl Zan, qui è pro­prio un prin­ci­pio demo­cra­ti­co, per­ché se la mag­gio­ran­za del­la com­mis­sio­ne Giu­sti­zia vuo­le calen­da­riz­za­re la leg­ge, non vedo per­ché chi pre­sie­de la com­mis­sio­ne Giu­sti­zia deb­ba fare il c***o che gli pare, ma vi sem­bra nor­ma­le? Qual è la nuo­va scu­sa fra le roboan­ti scu­se che in que­sti mesi ha accam­pa­to Ostel­la­ri? La nuo­va scu­sa è che il ddl Zan potreb­be spac­ca­re il gover­no; pec­ca­to che que­sta è una leg­ge di ini­zia­ti­va par­la­men­ta­re. Il pre­si­den­te del Con­si­glio Dra­ghi si è pro­nun­cia­to sul­la Super­le­ga, per­ché è ovvia­men­te fon­da­men­ta­le pro­nun­ciar­si sula Super­le­ga que­sta sì che è una prio­ri­tà del Pae­se [dice Fedez iro­ni­ca­men­te], ma non ha det­to nul­la sul­la leg­ge Zan, quin­di non c’entra nul­la col gover­no. Anco­ra una vol­ta, il pre­si­den­te del­la com­mis­sio­ne Giu­sti­zia Ostel­la­ri ha deci­so di dere­spon­sa­bi­liz­zar­si, ha deci­so di esse­re il pre­si­den­te del­la com­mis­sio­ne ‘Lega’, ma allo­ra fat­ti paga­re dal­la Lega, non far­ti paga­re dai cit­ta­di­ni se vuoi fare il c***o che ti pare, per­ché in demo­cra­zia non fai quel­lo che vuoi tu, ma fai ciò che il tuo ruo­lo ti impo­ne di fare, e cioè segui­re ciò che la mag­gio­ran­za vuo­le. Io mi aspet­to che la pre­si­den­te del Sena­to Casel­la­ti si impon­ga e fac­cia chia­rez­za su que­sto com­por­ta­men­to. Rias­sun­to­ne: per­ché Ostel­la­ri sta facen­do così? Sic­co­me il ddl Zan è già pas­sa­to alla Came­ra, se venis­se calen­da­riz­za­to al Sena­to, con alta pro­ba­bi­li­tà pas­se­reb­be anche in Sena­to; e que­sto Ostel­la­ri lo sa ed è ciò che acca­de in tut­te le demo­cra­zie: si vota e si deci­de. A Ostel­la­ri que­sta cosa non pia­ce, ma è come se non gli pia­ces­se la demo­cra­zia. Ma Ostel­la­ri, tu sei un sena­to­re del­la Repub­bli­ca, non sei Beyon­cé. Ripe­ti­te­lo pri­ma di anda­re a let­to: ‘Sono Ostel­la­ri, NON SONO BEYONCE’.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: