MUSICA

I Sottotono sono tornati! Venerdì sarà disponibile il nuovo singolo “Mastroianni”

Per mol­ti una sor­pre­sa, per i fan e gli ami­ci più fida­ti il coro­na­men­to di un desi­de­rio ormai di lun­ga data: vener­dì 23 apri­le si ria­pre final­men­te (e feli­ce­men­te) una sto­ria che anni fa è sta­ta in gra­do di cam­bia­re, a modo suo, il pano­ra­ma musi­ca­le ita­lia­no. Il sin­go­lo Mastro­ian­ni, in usci­ta in radio e su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li, segna infat­ti il ritor­no sul­le sce­ne – a distan­za di ven­t’an­ni esat­ti dal­l’ul­ti­mo lavo­ro in stu­dio – dei Sot­to­to­no, un pro­get­to che ha san­ci­to inde­le­bil­men­te la nasci­ta e lo svi­lup­po del­la musi­ca urban in Ita­lia pre­cor­ren­do i tem­pi in manie­ra tota­le ed asso­lu­ta e facen­do­lo alla gran­de, nei trion­fi come nel­le disavventure.

Il bra­no ine­di­to anti­ci­pa il nuo­vo album in usci­ta Ori­gi­na­li — di cui da oggi 20.04 è dispo­ni­bi­le in pre­or­der la pri­ma tira­tu­ra spe­cia­le in sole 100 copie, in cd e vini­le, auto­gra­fa­ta e nume­ra­ta a mano — che vedrà la par­te­ci­pa­zio­ne di nume­ro­si e pre­sti­gio­si espo­nen­ti del pano­ra­ma musi­ca­le ita­lia­no, che con gran­de entu­sia­smo han­no pre­so par­te al nuo­vo pro­get­to con diver­si con­tri­bu­ti speciali.

Cuo­re, ani­ma, sti­le e sin­ce­ri­tà. “Sot­to­to­no per noi sono più di una par­te di car­rie­ra. È il nostro pri­mo amo­re per la musi­ca, è una fami­glia, è un mon­do di ricor­di che nes­sun inci­den­te di per­cor­so e nes­su­na rot­tu­ra tem­po­ra­nea ha potu­to scalfire”. 

Per pre­sa­ve Mastro­ian­ni e pre­or­der Ori­gi­na­li: https://isl.lnk.to/Originali

A guar­dar­si indie­tro, ven­go­no qua­si le ver­ti­gi­ni: poco più che ven­ten­ni, metà anni ’90, pri­ma con un album indi­pen­den­te e poi con l’esplosione improv­vi­sa nel main­stream (dall’LP “Sot­to Effet­to Sto­no” ven­go­no trat­ti tre sin­go­li – “Tran­quil­lo”, “Solo Lei Ha Quel Che Voglio” e “Dim­mi Di Sba­glia­to Che C’è” – che supe­ra­no tut­ti le 200.000 copie ven­du­te cia­scu­no) Tor­men­to e Big Fish crea­no dal nul­la un’estetica, uno sti­le, una magia. Col­go­no le ispi­ra­zio­ni miglio­ri dal­l’­hip hop del­la West Coa­st ame­ri­ca­na così come dall’r’n’b più sofi­sti­ca­to del­l’e­po­ca e le uni­sco­no per­fet­ta­men­te, con un gusto melo­di­co raf­fi­na­to e testi in lin­gua ita­lia­na in gra­do di par­la­re, insie­me e con natu­ra­lez­za, il lin­guag­gio del­la stra­da e quel­lo dei sentimenti.

Seguo­no altri due album (“Sot­to Lo Stes­so Effet­to” del 1999 e “…In Teo­ria” del 2001), altri sin­go­li di gran­de suc­ces­so, ma anche una con­tro­ver­sa par­te­ci­pa­zio­ne a San­re­mo. Per mol­ti moti­vi, la fiam­ma si spe­gne. Le stra­de si sepa­ra­no, i due si dedi­ca­no alle rispet­ti­ve car­rie­re: sofi­sti­ca­to rap­per / can­tan­te soul Tor­men­to, pro­du­cer ed ecce­zio­na­le talent scout Big Fish, uno dei gran­di pro­ta­go­ni­sti die­tro le quin­te dell’esplosione nel main­stream del­le sono­ri­tà urban ed hip hop nel nostro Pae­se. Due per­cor­si diver­si. Ma la fiam­ma, in real­tà, non si è mai spen­ta davvero. 

Più che di una scin­til­la che ha riac­ce­so un fuo­co, que­sta ripar­ten­za è frut­to di una lin­fa vita­le che non ha mai smes­so di scor­rer­ci sot­to­pel­le e, quan­do è rie­mer­sa, abbia­mo subi­to capi­to che era come se que­sti ven­t’an­ni non fos­se­ro mai pas­sa­ti. In ‘Mastro­ian­ni’ ci sono le due ani­me dei Sot­to­to­no: quel­la del gusto clas­si­co, e quel­la di chi sa gio­ca­re a modo suo. Ani­me per cui sia­mo sta­ti ama­ti e odiati…”.

Ora che l’I­ta­lia è mol­to più sin­to­niz­za­ta su un suo­no inter­na­zio­na­le (ma sen­za mai rinun­cia­re alla sua spe­ci­fi­ci­tà), Mastro­ian­ni è un instant clas­sic. Non è una sor­pre­sa, non è un gesto di rot­tu­ra, non è una pro­vo­ca­zio­ne: è una can­zo­ne pie­na di ani­ma e sti­le, con un testo inten­so che non si nascon­de e non nascon­de, ada­gia­ta su un abi­to stru­men­ta­le (e visua­le) di pri­mis­si­ma clas­se, di un’e­le­gan­za che è da un lato fre­sca e dal­l’al­tro mera­vi­glio­sa­men­te sen­za tem­po. Anche per­ché i Sot­to­to­no sono tor­na­ti sì, ma per resta­re: “È il nostro mani­fe­sto da veri ori­gi­na­tor, il suo­no di ‘Mastro­ian­ni’. Ed è, in real­tà, solo l’inizio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: