MUSICA

Bauli in Piazza : a Roma presenti anche Emma, Alessandra, Mannoia e Giuliano

Da 419 gior­ni i lavo­ra­to­ri del­lo spet­ta­co­lo e degli even­ti sono impos­si­bi­li­ta­ti a svol­ge­re la pro­pria pro­fes­sio­ne: pro­prio que­sto nume­ro è sta­to rap­pre­sen­ta­to da Bau­li In Piaz­za con la secon­da mani­fe­sta­zio­ne nazio­na­le in pro­gram­ma oggi alle ore 17.00 in Piaz­za del Popo­lo a Roma. Dopo il Duo­mo di Mila­no, que­sta vol­ta è sta­ta la piaz­za ai pie­di del Pin­cio ad esse­re inva­sa da un eser­ci­to di bau­li, ogget­to-sim­bo­lo dei lavo­ra­to­ri die­tro le quin­te, e da miglia­ia di ope­ra­to­ri che mani­fe­ste­ran­no nel rispet­to del­le nor­me anti covid.

Sono arri­va­ti ver­so la Capi­ta­le diver­si pull­man da tut­ta Ita­lia (due solo da Mila­no, uno da Bolo­gna): ricor­dia­mo che con le nor­ma­ti­ve vigen­ti, con­sen­to­no lo spo­sta­men­to per par­te­ci­pa­re a mani­fe­sta­zio­ni di carat­te­re nazio­na­le, fer­mo restan­do il ricor­so all’autodichiarazione.

Alla mani­fe­sta­zio­ne roma­na, orga­niz­za­ta dall’APS Bau­li In Piaz­za, ade­ri­sco­no oltre 50 real­tà (la lista in cal­ce al comu­ni­ca­to). Obiet­ti­vi del­la manifestazione: 

1) imme­dia­ta isti­tu­zio­ne di un fon­do da ero­ga­re in solu­zio­ni men­si­li a tut­te le lavo­ra­tri­ci e i lavo­ra­to­ri del­lo spet­ta­co­lo ed even­ti, sia discon­ti­nui che par­ti­te iva, che copra­no il perio­do gen­na­io-dicem­bre 2021, per garan­ti­re una soglia mini­ma di con­ti­nui­tà di red­di­to;

2) imme­dia­to soste­gno eco­no­mi­co per le impre­se del­la filie­ra basa­to sul fat­tu­ra­to annuo lega­to a spet­ta­co­lo ed eventi; 

3) imme­dia­ta calen­da­riz­za­zio­ne di un tavo­lo inter­mi­ni­ste­ria­le che, su para­me­tri pre­sta­bi­li­ti, impo­sti i model­li gra­dua­li di ripar­ten­za del set­to­re, per dare una visio­ne pro­spet­ti­ca e agi­bi­li­tà imprenditoriale; 

4) imme­dia­ta calen­da­riz­za­zio­ne di un tavo­lo inter­mi­ni­ste­ria­le che affron­ti la rifor­ma del set­to­re con par­ti­co­la­re rife­ri­men­to alla pre­vi­den­za e all’assistenza del­le lavo­ra­tri­ci e dei lavoratori.

La mani­fe­sta­zio­ne si inse­ri­sce in una cam­pa­gna di comu­ni­ca­zio­ne inter­na­zio­na­le pro­mos­sa dal­la rete We Make Even­ts, nata in Inghil­ter­ra, oggi adot­ta­ta in tut­to il mon­do e soste­nu­ta da arti­sti come Mike Jag­ger, per dare voce e visi­bi­li­tà al set­to­re, sia a livel­lo gover­na­ti­vo che sen­si­bi­liz­zan­do l’opinione pub­bli­ca. Ricor­ren­do il tri­ste anni­ver­sa­rio di com­ple­ta inat­ti­vi­tà che per­du­re­rà anco­ra alme­no per tut­to il 2021, l’o­biet­ti­vo è riba­di­re l’ur­gen­za di un soste­gno strut­tu­ra­le e con­ti­nua­ti­vo alle impre­se e soprat­tut­to alle lavo­ra­tri­ci e ai lavo­ra­to­ri, mol­ti dei qua­li auto­no­mi o con con­trat­ti atipici.

Oggi a Roma, i bau­li sono diven­ta­ti addi­rit­tu­ra 1.000! Soste­nia­mo la musica!

#BauliInPiazza #noifacciamoeventi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: