MUSICA

Mara Sattei, esce venerdì il suo primo singolo dal titolo “Scusa”

Dopo aver­ci affa­sci­na­to con le sue Regi­stra­zio­ni, sta final­men­te arri­van­do il momen­to di ascol­ta­re il pri­mo sin­go­lo uffi­cia­le di Mara Sat­tei, Scu­sa (Arista/Columbia Records Italy/Sony Music Ita­ly), in usci­ta il 9 apri­le e già dispo­ni­bi­le in pre-save.

A pro­po­si­to del bra­no, pro­dot­to da tha Supre­me — a testi­mo­nian­za di un per­cor­so arti­sti­co che lega anco­ra una vol­ta Mara Sat­tei e il fra­tel­lo - l’artista affer­ma: 

Scu­sa è una paro­la bre­ve e con­ci­sa, ma con una riso­nan­za enor­me nel­la mia testa, che mi ricor­da tut­te quel­le vol­te in cui ho fat­to fati­ca a pro­nun­ciar­la o scri­ver­la, ma che ha suc­ces­si­va­men­te cam­bia­to la sto­ria del­la mia vita in tan­ti pun­ti. Sì, chie­de­re “scu­sa” mi ha aiu­ta­ta a chiu­de­re tan­ti capi­to­li, ma allo stes­so tem­po ad ini­ziar­ne tan­ti altri anco­ra più bel­li. Saper chie­de­re scu­sa ci ren­de liberi.”

Il nuo­vo sin­go­lo è sta­to anti­ci­pa­to dal­le pri­me tre trac­ce del­la can­tau­tri­ceche oggi con­ta­no oltre 26 milio­ni di stream: “Nuo­va Regi­stra­zio­ne 326”, “Nuo­va Regi­stra­zio­ne 402” e “Nuo­va Regi­stra­zio­ne 527”, veri e pro­pri sfo­ghi per­so­na­li mes­si in musi­ca e pro­dot­ti da tha Supreme.

Mara Sat­tei, inol­tre, è sta­ta pro­ta­go­ni­sta di alcu­ne impor­tan­ti col­la­bo­ra­zio­ni che han­no col­le­zio­na­to cir­ca 175 milio­ni di stream tota­li e han­no impre­zio­si­to il suo per­cor­so arti­sti­co: “m12ano” – cer­ti­fi­ca­to pla­ti­no e con­te­nu­to nell’album d’esordio di tha Supre­me “23 6451” -Alta­le­ne” – che l’ha vista a fian­co di Coez nel bra­no dop­pio pla­ti­no estrat­to da “BV3” - “Dilem­me Remix” – sin­go­lo cer­ti­fi­ca­to pla­ti­no, che ha segna­to l’unione arti­sti­ca inter­na­zio­na­le tra lei, Lous and the Yaku­za e tha Supre­me — e “Spi­go­li” — bra­no dop­pio disco di pla­ti­no fir­ma­to insie­me a Carl Bra­ve e tha Supreme.

La scrit­tu­ra inti­ma ma allo stes­so tem­po inci­si­va, la voce inten­sa e comun­que leg­ge­ra, l’eleganza e lo sguar­do rivol­to sem­pre agli altri sono i trat­ti distin­ti­vi di quel­la che è già una del­le don­ne più inte­res­san­ti del nuo­vo pano­ra­ma musi­ca­le italiano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: