MUSICA

LAURA PAUSINI CANDIDATA AGLI OSCAR 2021!

Con il bra­no Io sì/Seen (Atlantic/Warner) Lau­ra Pau­si­ni è can­di­da­ta dall’Academy Awards agli Oscar 2021, il pre­mio del cine­ma più ambi­to del mondo.

A quin­di­ci gior­ni esat­ti dal­la vit­to­ria dei Gol­den Glo­bes, rico­no­sci­men­to cele­bra­to con una straor­di­na­ria esi­bi­zio­ne sul pal­co del 71° Festi­val di San­re­mo, è di poco fa la noti­zia del­la nomi­na­tion del bra­no agli Oscar 2021 nel­la cate­go­ria Best Ori­gi­nal Song.

Anco­ra una vol­ta un incre­di­bi­le tra­guar­do per la regi­na indi­scus­sa del­la musi­ca ita­lia­na e per il bra­no Io sì/Seen, nato dal­la col­la­bo­ra­zio­ne con la plu­ri­pre­mia­ta com­po­si­tri­ce sta­tu­ni­ten­se Dia­ne War­ren (undi­ci nomi­na­tion agli Oscar), Bon­nie Green­berg (music super­vi­sor di film come Tut­to può suc­ce­de­reIl matri­mo­nio del mio miglio­re ami­coWhat women want e The Mask) e, per il testo ita­lia­no coscrit­to con Nic­co­lò Agliar­di.

Io sì/Seen è l’original song del film pro­dot­to da Palo­mar per Net­flix The life ahead/La vita davan­ti a sé con la regia di Edoar­do Pon­ti, pel­li­co­la incen­tra­ta sul tema dell’accoglienza, dell’integrazione e del­la con­di­vi­sio­ne che segna il gran­de ritor­no alle sce­ne di Sophia Loren.

“Da Ago­sto 2020 ad oggi sono entra­ta a far par­te di una gran­de fami­glia che non mi ha solo chie­sto di esse­re la voce del­la can­zo­ne prin­ci­pa­le, ma ha crea­to un grup­po di per­so­ne che si sono dedi­ca­te con pas­sio­ne e dedi­zio­ne nel­la crea­zio­ne arti­sti­ca di que­sto film. Tut­ti ci sia­mo mes­si a dispo­si­zio­ne del mes­sag­gio che voglia­mo por­ta­re dall’Italia nel resto del mon­do. Voglio rin­gra­zia­re Sophia, Edoar­do, Dia­ne, Nic­co­ló, Bon­nie e tut­to il team di ‘La vita davan­ti a sé’ per­ché ho sco­per­to un nuo­vo modo di scri­ve­re e di esse­re diret­ta nell’interpretazione del can­to che nor­mal­men­te fac­cio per mia scel­ta in com­ple­ta soli­tu­di­ne. Rin­gra­zio anche Palo­mar e Net­flix che mi han­no accom­pa­gna­ta in que­sto sogno. Que­sta nuo­va nomi­na­tion, sta­vol­ta è più tra­vol­gen­te che mai a livel­lo emo­ti­vo, per­ché è mol­to impor­tan­te anche per il nostro pae­se e per la cul­tu­ra ita­lia­na – ha dichia­ra­to Lau­ra Pau­si­ni– La can­zo­ne e il film sono dedi­ca­ti alle per­so­ne che si sen­to­no per­se, abban­do­na­te, sen­za pro­te­zio­ne. Sta­to d’animo che cono­sco e che oggi più che mai vive in mol­te per­so­ne a cau­sa del­la pan­de­mia. Ma la spe­ran­za è l’insegnamento che que­sta can­zo­ne e que­sto film si sono pro­po­sti di dare come tema prin­ci­pa­le. Anche per que­sto, in manie­ra par­ti­co­la­re, rin­gra­zio l’Academy”.

Oltre al Gol­den Glo­be Award, otte­nu­to pro­prio nel­la cate­go­ria Best ori­gi­nal song, Io sì (Seen) ha con­qui­sta­to anche l’Hol­ly­wood Music in Media Awards, e il Satel­li­te Award, impor­tan­ti rico­no­sci­men­ti che si aggiun­go­no al feno­me­na­le pal­ma­res dell’artista ita­lia­na più rico­no­sciu­ta e sti­ma­ta al mon­do, già vin­ci­tri­ce di un Gram­my Award (2006) e di quat­tro Latin Gram­my Awards (2005, 2007, 2009, 2018).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: