TELEVISIONE

Torna su Sky “Family Food Fight”, il cooking show con Lidia e Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo

Dall’11 mar­zo, ogni gio­ve­dì su Sky Uno e NOW TV, tor­na­no le sfi­de tra fami­glie sul­la base del­le più impor­tan­ti abi­tu­di­ni culi­na­rie: al via la secon­da edi­zio­ne di Fami­ly Food Fight, pri­mo coo­king show in cui ai for­nel­li si sfi­da­no nuclei fami­lia­ri e le loro tradizioni.

Se è vero che l’Italia è un Pae­se di risto­ra­to­ri, è arri­va­to per loro il momen­to di met­ter­si in gio­co: 7 fami­glie di pro­fes­sio­ni­sti – gesto­ri di risto­ran­ti, agri­tu­ri­smi o trat­to­rie spar­si sul ter­ri­to­rio nazio­na­le – si pre­sen­ta­no nel­la nuo­va edi­zio­ne del­lo show, pro­du­zio­ne Ende­mol Shi­ne Ita­ly per Sky. Per sei pun­ta­te, i quar­tet­ti gareg­gia­no in una sfi­da sen­za esclu­sio­ne di col­pi, met­ten­do in cam­po tut­te le pro­prie abi­tu­di­ni, non solo a tavo­la ma anche nel­la gestio­ne di una cuci­na pro­fes­sio­na­le, e por­tan­do in sce­na tut­te le ricet­te che più con­trad­di­stin­guo­no le loro zone d’origine ma anche la pro­pria sto­ria familiare.

Le 7 fami­glie che si pre­sen­ta­no ai nastri di par­ten­za del­la secon­da edi­zio­ne di Fami­ly Food Fight arri­va­no da diver­se regio­ni d’Italia: Vene­toLom­bar­diaPie­mon­teEmi­lia-Roma­gnaTosca­na, Cam­pa­niaCala­bria. I loro com­po­nen­ti, impe­gna­ti nel­la gestio­ne quo­ti­dia­na di un risto­ran­te, una trat­to­ria o un agri­tu­ri­smo, atti­vi­tà spes­so tra­man­da­te di gene­ra­zio­ne in gene­ra­zio­ne tan­to quan­to i valo­ri che li lega­no al cibo e alla buo­na tavo­la, han­no una età com­pre­sa tra i 16 e gli 80 anni.

A valu­ta­re i piat­ti e i com­por­ta­men­ti del­le fami­glie tor­na il trio già pro­ta­go­ni­sta nel­la pri­ma edi­zio­ne. Ripe­to­no quin­di, per il secon­do anno, l’esperienza di esse­re giu­di­ci assie­me in uno show culi­na­rio Lidia e Joe Bastia­nich: madre e figlio, la pri­ma scrit­tri­ce da milio­ni di copie, impren­di­tri­ce, per­so­nag­gio tele­vi­si­vo ama­tis­si­mo anche negli Sta­ti Uni­ti (dove ha vin­to 2 Emmy Awards®) e amba­scia­tri­ce del­la cuci­na ita­lia­na nel mon­do, il secon­do guru del­la risto­ra­zio­ne, per­so­nag­gio eclet­ti­co capa­ce di mixa­re l’amore per il buon cibo, la pas­sio­ne per l’ottimo vino e anche un inte­res­san­te talen­to in tema musi­ca­le; e tor­na anche Anto­ni­no Can­na­vac­ciuo­lo, l’amatissimo Chef da 4 stel­le Miche­lin che negli anni ha fat­to del­la vera­ci­tà e del calo­re tipi­ci del Sud Ita­lia i suoi pun­ti di for­za in cuci­na e non solo. 

I tre, com­po­nen­ti di quel­la che già lo scor­so anno era diven­ta­ta una vera e pro­pria “fami­glia allar­ga­ta”, asse­gne­ran­no il tito­lo di Cam­pio­ni d’Italia di Fami­ly Food Fight, con un pre­mio fina­le da 100 mila euro.

Insie­me ai tre giu­di­ci, mol­ti saran­no gli ospi­ti che arri­ve­ran­no nel­le cuci­ne di Fami­ly Food Fight per ani­ma­re e ispi­ra­re, a vario tito­lo, le pro­ve: tra gli altri, ci saran­no Costan­ti­no Del­la Ghe­rar­de­sca, pro­ta­go­ni­sta di una pro­va ispi­ra­ta agli Anni Ottan­ta; The Jac­kal, pro­ta­go­ni­sti di una pro­va a tema “com­fort food”; e 4 chef pro­ve­nien­ti da tut­to il mon­do che han­no por­ta­to le pro­prie tra­di­zio­ni culi­na­rie a Mila­no, ossia l’iraniana Afsa­neh Ahma­di, il filip­pi­no Dario Gue­var­ra, la rus­sa Evge­niya Lasyt­chuk e l’eritreo Yonas Tesfa­mi­chael Yeshak.

Il pro­gram­ma, un adat­ta­men­to del for­mat austra­lia­no già pro­po­sto in altri nove pae­si al mon­do, tor­na dall’11 mar­zo ogni gio­ve­dì, per sei set­ti­ma­ne, alle 21.15 su Sky Uno (cana­le 108, digi­ta­le ter­re­stre cana­le 455), sem­pre dispo­ni­bi­le on demand, visi­bi­le su Sky Go e in strea­ming su NOW TV.

LE PROVE

Ogni pun­ta­ta di Fami­ly Food Fight si svi­lup­pe­rà su tre pro­ve con cui ver­ran­no testa­te la capa­ci­tà del­le fami­glie di espri­me­re la pro­pria pas­sio­ne per la cuci­na sia all’in­ter­no del­la loro com­fort zone sia con­fron­tan­do­si con impre­vi­sti sem­pre diver­si, ma anche le loro abi­li­tà nel gesti­re una cuci­na pro­fes­sio­na­le, con la sud­di­vi­sio­ne dei com­pi­ti e il rispet­to del­le richie­ste dei clien­ti, pro­prio come avvie­ne nel pro­prio ambien­te natu­ra­le, nel­la loro sala, con le loro pen­to­le e davan­ti ai loro for­nel­li. Le pro­ve sono:

·         il menù del gior­no, duran­te la qua­le le fami­glie di risto­ra­to­ri saran­no chia­ma­te a pre­sen­ta­re ai giu­di­ci una pro­po­sta “fre­sca di gior­na­ta”. I giu­di­ci intro­dur­ran­no il tema del gior­no, e ispi­ra­te da que­sto loro avran­no il com­pi­to di idea­re e rea­liz­za­re un menù in più portate;

·         la staf­fet­ta, gli sfi­dan­ti, nel­la rea­liz­za­zio­ne di una sola por­ta­ta, dovran­no testa­re la capa­ci­tà di orga­niz­za­re il lavo­ro in squa­dra, fino a scar­di­na­re le rispet­ti­ve abi­tu­di­ni e sov­ver­ti­re i ruo­li, spin­gen­do cia­scun mem­bro del­la fami­glia a rea­gi­re all’imprevisto e anche a cavar­se­la da solo;

·         il duel­lo fina­le, a cui par­te­ci­pe­ran­no le due fami­glie peg­gio­ri del­la pro­va pre­ce­den­te: i giu­di­ci le sot­to­por­ran­no al con­fron­to con piat­ti o ingre­dien­ti che richie­do­no cono­scen­za del­le tec­ni­che di preparazione.

Men­tre le fami­glie in gara saran­no impe­gna­te ai for­nel­li, i giu­di­ci potran­no ovvia­men­te inte­ra­gi­re con loro di per­so­na, ma in più le osser­ve­ran­no da un moni­tor in uno spa­zio dedi­ca­to, lascian­do loro la pos­si­bi­li­tà di espri­mer­si libe­ra­men­te in cuci­na e cono­scen­do­le mol­to da vici­no, con tut­ti i loro pre­gi e difetti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: