71° FESTIVAL DI SANREMO

Coma Cose, lettera d’amore alla California di Fausto Lama

Pri­ma dell’ultima esi­bi­zio­ne sul pal­co dell’Ariston una let­te­ra di Fau­sto Lama a Cali­for­nia per rac­con­ta­re la gra­ti­tu­di­ne di que­sto viag­gio sen­sa­zio­na­le che in quat­tro anni ha visto i Coma_Cose pas­sa­re dall’essere com­mes­si in un nego­zio al Festi­val di San­re­mo. Lo sguar­do che i Coma_Cose por­ta­no sul pal­co è una sto­ria di pas­sio­ne, ma anche di pre­sen­za reci­pro­ca, di sup­por­to; qua­li­tà meno tran­si­to­rie dell’amore ma for­se quel­le che con­ta­no di più. 

Sta­se­ra sarà il pun­to più alto di una mera­vi­glio­sa sto­ria di rival­sa, con due pro­ta­go­ni­sti impro­ba­bi­li, che han­no capi­to di poter­si sal­va­re solo insie­me. Fau­sto Lama pen­sa­va di aver fini­to con la musi­ca, Cali­for­nia mai avreb­be pen­sa­to di far­la e sta­se­ra saran­no insie­me per rac­con­ta­re anco­ra un vol­ta le loro Fiam­me negli Occhi.

LETTERA ALLA CALIFORNIA 

Ti ho vista che gal­leg­gia­vi sul tuo ocea­no azzur­ro, le onde così bel­le che tut­ti veni­va­no a guar­da­re e tu qua­si non te ne accorgevi. 

Ho sco­per­to che eri abi­tua­ta ai ter­re­mo­ti, a cam­bia­re e ricostruire. 

Io anda­vo altro­ve — cer­ca­vo nuo­ve iso­le dopo un nau­fra­gio — ma tu eri lì e mi sono det­to aspet­ta, guarda. 

Ho cono­sciu­to una ter­ra che cam­bia tut­ti i gior­ni restan­do la stes­sa, un luo­go in cui quan­do pio­ve è tem­pe­sta e quan­do c’è il sole brucia. 

E tu? Che idea paz­za segui­re il mari­na­io, così lon­ta­na dall’America. Cosa te l’ha fat­to fare? Guar­da dove ti ha por­ta­to quel tuo ondeg­gia­re a cui mi sono anco­ra­to, quel con­ti­nuo movi­men­to che sa di sicurezza. 

Ho gira­to mil­le mari, incon­tra­to altre onde e ter­re­mo­ti eppu­re mai avrei imma­gi­na­to… Ho tro­va­to casa in Cali­for­nia, ovun­que sia. 

Fau­sto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: