NEWS

Nahaze & Lil Jolie, guarda il videoclip del nuovo attesissimo brano “Empty”

Col­ma­re e colo­ra­re il vuo­to, con la musi­ca. Nasce da que­sta esi­gen­za Emp­ty, il nuo­vo atte­sis­si­mo bra­no di Naha­ze Lil Jolie, dispo­ni­bi­le su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li e in radio per Elek­tra Records/Warner Music Ita­ly. Una col­la­bo­ra­zio­ne ine­di­ta, tut­ta al fem­mi­ni­le, tra due del­le più inte­res­san­ti voci del­la sce­na attua­le, astri splen­den­ti del­la Gene­ra­zio­ne Z: Naha­ze resa famo­sa dal sin­go­lo Caril­loncer­ti­fi­ca­to Oro, con Achil­le Lau­ro e Boss Doms, e Lil Jolie a pochi mesi dal­la pub­bli­ca­zio­ne del bra­no Pani­co con Ketama126. Il risul­ta­to è una can­zo­ne poten­te, che misce­la per­fet­ta­men­te ingle­se e ita­lia­no, una fusio­ne che musi­cal­men­te sem­bra ren­der­la una lin­gua sola.

Emp­ty è la tela nera che Naha­ze e Lil Jolie colo­ra­no a col­pi di bar­re e pen­nel­la­te a tin­te fred­de, lil­la e blu: quel­le del­la ras­se­gna­zio­ne per la fine di un’amicizia o di un amo­re, di chi vive ora il tut­to con distac­co. Le sfu­ma­tu­re più cupe del bra­no resti­tui­sco­no pro­prio il sen­so di vuo­to che ci atta­na­glia quan­do chi ci è sem­pre sta­to vici­no esce dal­la nostra vita. 

«Può capi­ta­re di non rico­no­scer­si più in un deter­mi­na­to perio­do o in deter­mi­na­te com­pa­gnie, e di sen­ti­re la neces­si­tà di cam­bia­re - le paro­le di Naha­zeEmp­ty vuo­le rac­con­ta­re la sen­sa­zio­ne di vuo­to lascia­ta dal­la fine di una lun­ga rela­zio­ne, che sia di ami­ci­zia o d’amore». «Pan­ta rei. Tut­to scor­re - le fa eco Lil JolieSpes­so nean­che ci accor­gia­mo di quan­to velo­ce­men­te que­sto acca­da, e di quan­to male fac­cia­no a vol­te i cam­bia­men­ti. Ma non si può far altro che accet­tar­li. Guar­do al pas­sa­to con un filo di malin­co­nia, ma non è pren­den­do­ce­la con noi stes­si che si aggiu­sta ciò che ormai è rotto».

Odia­mi, non salvarmi/ potrei esse­re la per­so­na giu­sta ma non me lo permetti/ ti rico­no­sco per­ché mi hai sem­pre delu­sonel ritor­nel­lo le bar­re arri­va­no drit­te, come il muro che alzia­mo quan­do rea­liz­zia­mo di aver per­so la sin­to­nia con l’altra per­so­na. Quan­do si arri­va ad un pun­to di non ritor­no, l’u­ni­ca solu­zio­ne è che uno dei due cam­bi. Ma non tut­ti sono dispo­sti a cambiare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: