CONFERENZA STAMPA

Samuel Heron Costa : “Questo Ep è un primo passaggio verso un Samuel più maturo e consapevole”

Samuel Heron Costa è tor­na­to! Da doma­ni, Vener­dì 12 Feb­bra­io, sarà dispo­ni­bi­le su Spo­ti­fy, ITu­nes e su tut­te le prin­ci­pa­li piat­ta­for­me digi­ta­li Can­zo­ni Popo­la­ri, il nuo­vo Ep di uno dei più ori­gi­na­li can­ta­sto­rie del­la sce­na con­tem­po­ra­nea ita­lia­na che si com­po­ne di 6 bra­ni. L’Ep in usci­ta su eti­chet­ta Poly­dor (Uni­ver­sal Music Ita­ly) accom­pa­gna l‘arrivo del nuo­vo sin­go­lo Una bugia, bra­no ine­di­to feat Danien, con il qua­le l’artista di ori­gi­ni spez­zi­ne pro­se­gue il suo sin­go­la­re e rin­no­va­to per­cor­so in musi­ca con sono­ri­tà e tema­ti­che più auten­ti­che, vici­ne alla tra­di­zio­ne popolare.

Samuel Heron Costa ritor­na così ad una dimen­sio­ne più uma­na del suo esse­re arti­sta, rac­con­tan­do le sue radi­ci, le sto­rie che lo han­no accom­pa­gna­to dal­la sua infan­zia sino a diven­ta­re la per­so­na che è oggi. Oltre al nuo­vo ine­di­to “Una Bugia” nell ‘Ep Can­zo­ni Popo­la­ri di Samuel Heron Costa tro­via­mo Nel­la pan­cia del­la Bale­na con The Kolo­ros, Me ne bat­to r’ belin, “Ragaz­zi popo­la­ri”“Ubria­co” (per dav­ve­ro) e “Zan­za­re” feat Jaco­po Et.

“Una bugia è una let­te­ra d’amore nei con­fron­ti dell’ansia, ami­ca e com­pa­gna di mol­te del­le nostre gior­na­te. Spes­so sia­mo soli­ti a dir­ci una bugia – dichia­ra Samuel Heron Costa – l’ansia è un qual­co­sa che fa par­te di noi e quan­do non c’è spes­so ci man­ca. Para­go­na­ta ad un gigan­te, che non sap­pia­mo se voglia sal­var­ci o ucci­der­ci, l’ansia è par­te inde­le­bi­le del­la nostra quo­ti­dia­ni­tà. Mol­te vol­te non sia­mo in gra­do di cac­ciar­la via, altre vol­te vor­rem­mo fos­se con noi per dar­ci quell’adrenalina e spin­ta che ci indu­ce ine­vi­ta­bil­men­te a dare il meglio di noi”.

Una bugia è una can­zo­ne intri­sa di auten­ti­ca veri­tà nei con­fron­ti dell’ansia, una foto­gra­fia vera e sin­ce­ra che ritrae una situa­zio­ne comu­ne a mol­tis­si­mi di noi nel vive­re il per­so­na­lis­si­mo rap­por­to con l’amica ansia, un ciclo­pe in gra­do di lasciar­ci spes­so sen­za respi­ro e con il qua­le abbia­mo impa­ra­to a con­di­vi­de­re il nostro quo­ti­dia­no. Una com­pa­gna che ci tie­ne per mano e con cui spes­so liti­ghia­mo ma che al tem­po stes­so è dif­fi­ci­le lasciar andar via. Un moti­vo avvol­gen­te scan­di­to dal suo­no di una chi­tar­ra elet­tri­ca e dal rit­mo in leva­re di una grin­to­sa bat­te­ria lascia spa­zio all’immaginario di Samuel Heron dan­do vita ad una can­zo­ne che si apre nel ritor­nel­lo e che ben accom­pa­gna l’ascoltatore nel nuo­vo mon­do musi­ca­le del gio­va­ne arti­sta, un mon­do a trat­ti nostal­gi­co e malin­co­ni­co ma mol­to istin­ti­vo, in gra­do di coglie­re la real­tà del­le pic­co­le cose, sen­za pen­sar­ci trop­po. “Una bugia” rima­ne nel­le orec­chie sin dai pri­mi ascol­ti gra­zie ad un sound affa­sci­nan­te carat­te­riz­za­to da un’incalzante melo­dia cari­ca di veri­tà in cui l’anima di Samuel e il suo flus­so di coscien­za si rive­la sen­za precedenti. 

Can­zo­ni Popo­la­ri rap­pre­sen­ta l’inizio di un nuo­vo me pro­iet­ta­to in un futu­ro musi­ca­le più auten­ti­co rispet­to al pas­sa­to. Ho segui­to il mio istin­to e la mia per­so­na­le evo­lu­zio­ne e que­sto Ep è di fat­to un pri­mo pas­sag­gio ver­so un Samuel più matu­ro e con­sa­pe­vo­le nel voler rac­con­ta­re nuo­ve sto­rie con una matri­ce più can­tau­to­ra­le. Mi tro­vo nel mez­zo di uno straor­di­na­rio viag­gio ver­so l’essenziale, la mia musi­ca sta arri­van­do a pren­de­re la veri­tà più pura e sem­pli­ce. Una tran­sa­zio­ne che mi por­te­rà ad esse­re sem­pli­ce­men­te Samuel Costa”.

Polie­dri­co e tra­sver­sa­le, Samuel Heron, all’a­na­gra­fe Samuel Costa, è un arti­sta in gra­do di muo­ver­si con agi­li­tà tra diver­si ran­ge e sti­le musi­ca­li.  A qua­si due anni di distan­za dall’album d’esordio “Tri­ste” e dopo bra­ni come “Nel­la Pan­cia del­la Bale­na” insie­me ai The Kolors pro­se­gue così il suo nuo­vo per­cor­so arti­sti­co e per­so­na­le anco­ra più intro­spet­ti­vo in cui Samuel mostra la sua vera essen­za, sen­za pau­re, con­get­tu­re e vin­co­li par­ti­co­la­ri, ma solo con l’i­dea di apri­re il suo cuo­re, la sua men­te e la sua musi­ca ver­so ulte­rio­ri oriz­zon­ti sono­ri in cui il la cul­tu­ra can­tau­to­ra­le più rea­li­sta abbrac­cia la cul­tu­ra popo­la­re. Attra­ver­so un’assidua ricer­ca musi­ca­le, mai scon­ta­ta e pre­ve­di­bi­le, il sound e lo sti­le di Samuel Heron sono ormai uni­ci e asso­lu­ta­men­te rico­no­sci­bi­li nel pano­ra­ma musi­ca­le ita­lia­no. I bra­ni con­te­nu­ti dell’Ep Can­zo­ni Popo­la­ri con­fe­ri­sco­no un mag­gior gra­do di con­sa­pe­vo­lez­za e matu­ri­tà che ben rispec­chia­no l’evoluzione in cor­sa del gio­va­ne can­tau­to­re, il qua­le, supe­ran­do gli osta­co­li, con deter­mi­na­zio­ne e volon­tà, non hai mai smes­so di ricer­ca­re la pro­pria iden­ti­tà. Attra­ver­so que­sta rin­no­va­ta veste Samuel si mostra per ciò che è vera­men­te: un musi­ci­sta estre­ma­men­te ver­sa­ti­le e dota­to di una sen­si­bi­li­tà rara, un talen­to sen­za egua­li nel­la sce­na musi­ca­le contemporanea.

Qui la trac­kli­st di Can­zo­ni Popolari

  1. Zan­za­re
  2. Me ne bat­to r’ belin
  3. Ragaz­zi popolari
  4. Ubria­co (per davvero)
  5. Una bugia
  6. Nel­la pan­cia del­la balena
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: