MUSICA

“In compagnia del lupo. Il cuore nero delle fiabe”, la nuova serie di Carlo Lucarelli in onda su Sky Arte

A par­ti­re da lune­dì 15 feb­bra­io, alle ore 21:15Sky Arte pre­sen­ta la nuo­va pro­du­zio­ne ori­gi­na­le rea­liz­za­ta da TIWI e con­dot­ta da Car­lo Luca­rel­liIn com­pa­gnia del lupo. Il cuo­re nero del­le fia­be. Per otto appun­ta­men­ti, in ogni pun­ta­ta Luca­rel­li con­du­ce il pub­bli­co alla risco­per­ta del­le fia­be del “c’era una vol­ta”, sve­lan­do, con l’accompagnamento di illu­stra­zio­ni ani­ma­te, i risvol­ti inso­li­ti, avven­tu­ro­si, tal­vol­ta ter­ri­bi­li e spa­ven­to­si che si cela­no al loro inter­no, nel­la vita dei loro auto­ri, nei fat­ti di cro­na­ca che le han­no ispi­ra­te, nei costu­mi del­le epo­che in cui sono nate.

In com­pa­gnia del lupo. Il cuo­re nero del­le fia­be è anche il pri­mo pod­ca­st di Sky Arte: 8 epi­so­di rea­liz­za­ti in col­la­bo­ra­zio­ne con Car­lo Luca­rel­li. Ogni pun­ta­ta del­la serie sarà infat­ti pre­ce­du­ta dal­la pub­bli­ca­zio­ne di un pod­ca­st con con­te­nu­ti ori­gi­na­li, dispo­ni­bi­li ogni vener­dì a par­ti­re dal 12 feb­bra­io sul sito di Sky Arte e sul­le prin­ci­pa­li piat­ta­for­me gra­tui­te di strea­ming. Il pod­ca­st sarà distri­bui­to da Sprea­ker, pri­ma piat­ta­for­ma in Ita­lia per la crea­zio­ne, distri­bu­zio­ne e mone­tiz­za­zio­ne di podcast.

Da scrit­to­re di noir ho sem­pre ammi­ra­to il lato hor­ror del­le fia­be – rac­con­ta Luca­rel­li – una con­ce­zio­ne un po’ ter­ro­ri­sti­ca di una cer­ta peda­go­gia le riem­pi­va di mostri e fat­tac­ci di san­gue che han­no sem­pre fat­to fare un sal­to sul­la sedia a tut­ti i bam­bi­ni. Den­tro però, c’è mol­to di più. Oltre a per­so­nag­gi bel­lis­si­mi e una tec­ni­ca nar­ra­ti­va sem­pre effi­ca­ce, nel­le fia­be c’è la capa­ci­tà di rac­con­ta­re il con­te­sto sto­ri­co in cui sono nate, con le sue pro­ble­ma­ti­che e le sue con­trad­di­zio­ni, attua­li ades­so come allo­ra. Uno spec­chio dei tem­pi e del cuo­re uma­no. Come un noir, appun­to.”

Se die­tro a Cap­puc­cet­to Ros­so si nascon­de l’ossessione sei­cen­te­sca per la lican­tro­pia, in Peter Pan si ritro­va il feno­me­no del­le fre­quen­ti mor­ti pre­ma­tu­re dei bam­bi­ni nell’Ottocento e il pro­ta­go­ni­sta è un malin­co­ni­co ange­lo del­la mor­te. Ci sono fia­be che nascon­do­no per­so­nag­gi mol­to più for­ti e valo­ro­si di quan­to li abbia­mo sem­pre imma­gi­na­ti, come quel­le dei fra­tel­li Grimm, in cui le pro­ta­go­ni­ste sono bam­bi­ne corag­gio­se che com­bat­to­no per cam­bia­re il loro desti­no. Ci sono per­so­nag­gi, poi, che diven­ta­no veri e pro­pri arche­ti­pi: ad esem­pio Bar­ba­blù, l’uomo che nel­la fia­ba ucci­de una dopo l’altra le mogli disob­be­dien­ti e che si ispi­ra alla vita di Gil­les de Rais, ilserial kil­ler vis­su­to in Fran­cia nel 1400. Infi­ne, in alcu­ni casi è la vita stes­sa degli auto­ri che entra nel­le fia­be, come per Hans Chri­stian Ander­sen, il cui tor­men­to, gli sbal­zi di umo­re e il biso­gno di appro­va­zio­ne lo por­ta­no a scri­ve­re sto­rie tri­sti con risvol­ti ango­scian­ti, come La pic­co­la fiam­mi­fe­ra­ia Il brut­to ana­troc­co­lo. Mai avrem­mo imma­gi­na­to da bam­bi­ni che nel­le fia­be, oltre al lupo, agli orchi e alle stre­ghe, potes­se esser­ci qual­co­sa di anco­ra più pau­ro­so e inquie­tan­te. E inve­ce c’e­ra, anche se rima­ne­va nasco­sto: la realtà.

In com­pa­gnia del lupo. Il cuo­re nero del­le fia­be con­du­ce lo spet­ta­to­re in un mon­do che cre­de­va di cono­sce­re e, sve­lan­do gli aspet­ti non noti di tut­te quel­le sto­rie che han­no accom­pa­gna­to gli anni del­la sua infan­zia, lo immer­ge in un’atmosfera magi­ca e inquie­tan­te e lo por­ta a sco­pri­re che for­se no, il cat­ti­vo non era solo il lupo.

APPUNTAMENTI

15 FEBBRAIO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 1: Cap­puc­cet­to Ros­so e i Lupi Mannari

Ospi­te: Rosa Tizia­na Bru­no, socio­lo­ga, for­ma­tri­ce e scrittrice

Sinos­si: È la pri­ma­ve­ra del 1598, quan­do, in un bosco del­la regio­ne fran­ce­se del­la Jura, due fra­tel­li­ni ven­go­no aggre­di­ti da una crea­tu­ra appa­ren­te­men­te simi­le a un lupo, ma che si rive­la in real­tà esse­re una ragaz­za di nome Per­net­te Gan­dil­lon, che cre­de di esse­re un lupo man­na­ro. A cre­der­ci è anche il giu­di­ce che la con­dan­na al rogo, accu­sa­ta di lican­tro­pia. Qua­si cen­to anni dopo Char­les Per­rault pub­bli­ca la pri­ma ver­sio­ne di Cap­puc­cet­to Ros­so e tra le sue fon­ti di ispi­ra­zio­ne, insie­me a una vasta tra­di­zio­ne di sto­rie ora­li, ci sono anche epi­so­di di cro­na­ca come quel­lo di Per­net­te. Duran­te tut­to il ‘600 la cac­cia ai lican­tro­pi e alle stre­ghe ha fat­to miglia­ia di vit­ti­me, basti pen­sa­re che il giu­di­ce che ha con­dan­na­to Per­net­te ha man­da­to a mor­te oltre 600 “lican­tro­pi”.

15 FEBBRAIO 2021 – ore 21:45

Epi­so­dio 2: Il Pic­co­lo Prin­ci­pe, Una Miste­rio­sa Scomparsa

Ospi­te: Ales­san­dro Sol­da­ti, avia­to­re e scrittore

Sinos­si: È il 31 luglio 1944 quan­do Antoi­ne de Saint-Exu­pé­ry, pilo­ta e scrit­to­re, par­te per una rico­gni­zio­ne aerea e spa­ri­sce nel nul­la, facen­do la stes­sa fine del suo per­so­nag­gio più ama­to, il Pic­co­lo Prin­ci­pe. Mol­ti anni pri­ma ave­va avu­to un altro gra­ve inci­den­te aereo, era pre­ci­pi­ta­to nel deser­to libi­co ed era rima­sto solo e stre­ma­to in mez­zo alle dune fin­ché non era sta­to sal­va­to da una caro­va­na di noma­di. E for­se era pro­prio in mez­zo alle dune che ave­va incon­tra­to per la pri­ma vol­ta il Pic­co­lo Prin­ci­pe. Le teo­rie sul­la sua mor­te si sono sus­se­gui­te nel tem­po, la veri­tà però ver­rà fuo­ri solo mol­ti anni dopo la sua scom­par­sa. Nell’aprile del 2008 Hor­st Rip­pert, un ex pilo­ta del­la Luft­waf­fe, dichia­re­rà di esse­re lui l’uomo che ha ucci­so Antoi­ne de Saint-Exu­pé­ry, il Pic­co­lo Principe.

22 FEBBRAIO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 3: Bar­ba­blù Anzi Gil­les De Rais

Ospi­te: Mas­si­mo Picoz­zi, psi­chia­tra e scrittore

Sinos­si: Mer­co­le­dì 26 otto­bre 1440, Gil­les de Rais, eroe nazio­na­le, com­pa­gno d’armi di Gio­van­na d’Ar­co e mare­scial­lo di Fran­cia, vie­ne con­dot­to al pati­bo­lo. L’ac­cu­sa è quel­la di aver ucci­so cen­ti­na­ia di ragaz­zi mol­to gio­va­ni, il più del­le vol­te dopo aver abu­sa­to di loro. Tut­ti lo chia­ma­no Bar­ba­blù. Nei due­cen­to anni suc­ces­si­vi, la sto­ria di Gil­les de Rais si fon­de con le bal­la­te bre­to­ni e con i rac­con­ti popo­la­ri che par­la­no di uomi­ni cat­ti­vi, orchi che ucci­do­no sen­za pie­tà per un tor­na­con­to per­so­na­le. Il mostro iden­ti­fi­ca­to per la sua bar­ba blu diven­ta il pro­ta­go­ni­sta di una del­le sto­rie di Char­les Per­rault, che alla cor­te del Re Sole, Lui­gi XIV, rac­co­glie e riscri­ve le sto­rie del­la tra­di­zio­ne ora­le fran­ce­se. Il Bar­ba­blù di Per­rault è un uomo ric­co e cru­de­le che ucci­de tut­te le sue mogli: nien­te a che vede­re con i delit­ti di Gil­les de Rais, di cui soprav­vi­vo­no però il colo­re del­la bar­ba e la sua efferatezza. 

01 MARZO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 4: La Bel­la E Pedro La Bestia

Ospi­te: Duc­cio Cane­stri­ni, antro­po­lo­go

Sinos­si: Nel 1547 un grup­po di cor­sa­ri fran­ce­si por­ta in dono al re Enri­co II un bam­bi­no di die­ci anni, com­ple­ta­men­te rico­per­to di peli, su tut­to il cor­po e sul vol­to. Il bam­bi­no si chia­ma Pedro, e il re, che all’inizio lo trat­ta come uno dei suoi cani da com­pa­gnia, sco­pre pre­sto che è dota­to di un’intelligenza bril­lan­te, così lo fa stu­dia­re e lo tie­ne con sé. A 36 anni a Pedro vie­ne data in spo­sa la bel­lis­si­ma figlia di una dome­sti­ca di Cate­ri­na de’ Medi­ci. La ragaz­za, la pri­ma vol­ta che se lo tro­va davan­ti, svie­ne per la pau­ra. In mol­ti sono con­vin­ti che la regi­na con que­sto matri­mo­nio abbia volu­to ricrea­re la favo­la del­la Bel­la e la Bestia. Anche qui, infat­ti, la bel­lis­si­ma Bel­le si tro­va davan­ti un mostro rico­per­to di peli che pia­no pia­no, però, la farà inna­mo­ra­re. Ma quel­la di Pedro Gon­sal­vus non è una fia­ba e lui non si tra­sfor­me­rà in un principe.

08 MARZO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 5: I Fra­tel­li Grimm E Le Bam­bi­ne Coraggiose

Ospi­te: Simo­na Vin­ci, scrit­tri­ce

Sinos­si: Quan­do Jacob e Wilhelm Grimm resta­no orfa­ni di entram­bi i geni­to­ri, è la loro uni­ca sorel­la, Char­lot­te, a pren­der­si cura di loro e degli altri tre fra­tel­li­ni. Char­lot­te, però, non accet­ta volen­tie­ri que­sto ruo­lo e pas­sa la mag­gior par­te del suo tem­po nel­la casa del­le sorel­le Wild, che han­no orga­niz­za­to un cir­co­lo di let­tu­ra. È qui che i due fra­tel­li Grimm ascol­ta­no per la pri­ma vol­ta le sto­rie che rac­co­glie­ran­no nel­la loro anto­lo­gia Le fia­be del foco­la­re. Sto­rie rac­con­ta­te da don­ne, in cui ragaz­ze e bam­bi­ne pren­do­no in mano la loro vita e fan­no scel­te corag­gio­se. Come Bian­ca­ne­ve, che a soli set­te anni chie­de al cac­cia­to­re di lasciar­la viva e si avven­tu­ra nel bosco, o come Cene­ren­to­la, che si reca a un bal­lo al qua­le non è sta­ta nep­pu­re invi­ta­ta con l’intenzione di cam­bia­re il pro­prio desti­no. Sto­rie di ragaz­ze valo­ro­se, che i due fra­tel­li han­no reso immortali.

15 MARZO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 6: Peter Pan, L’An­ge­lo Del­la Morte

Ospi­te: Simo­na Vin­ci, scrit­tri­ce

Sinos­si: Quan­do James Mat­thew Bar­rie, l’autore di Peter Pan, ha solo set­te anni, suo fra­tel­lo mag­gio­re David, il pre­fe­ri­to del­la madre, muo­re in un inci­den­te. Da quel momen­to James farà di tut­to per pren­de­re il posto di suo fra­tel­lo e, pro­prio come Peter Pan, smet­te­rà di cre­sce­re. Mol­ti anni dopo, nei giar­di­ni di Ken­sing­ton incon­tre­rà i fra­tel­li­ni Davies e diven­te­rà per loro un com­pa­gno di gio­chi. Bar­rie è adul­to ma il suo cor­po e la sua voce sono quel­li di un ado­le­scen­te. Dall’incontro con i pic­co­li Davies nasce­ran­no le sto­rie di Peter Pan. Bar­rie descri­ve Peter come un bam­bi­no dol­cis­si­mo e sen­za cuo­re, un mez­zo e mez­zo, che tra­ghet­ta i bam­bi­ni per­du­ti ver­so un posto miglio­re, l’Isola che non c’è. Peter è un pic­co­lo ange­lo del­la mor­te, per que­sto in lui c’è qual­co­sa di dia­bo­li­co e stra­va­gan­te, pro­prio come nel suo autore.

22 MARZO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 7: Ander­sen, Il Brut­to Anatroccolo

Ospi­te: Bar­ba­ra Baral­di, scrit­tri­ce

Sinos­si: A Oden­se, una cit­ta­di­na del­la Dani­mar­ca, vive un bam­bi­no con i geni­to­ri mol­to pove­ri. Il padre ama la musi­ca e la let­te­ra­tu­ra e cer­ca di offri­re al pic­co­lo con­ti­nui sti­mo­li. La stre­ga del pae­se fa una pro­fe­zia alla madre: “Un gior­no Oden­se si illu­mi­ne­rà a festa per rice­ve­re tuo figlio”. Le cose però non sem­bra­no anda­re così. Nel­la soli­tu­di­ne e nel dolo­re, il ragaz­zo ini­zia a scri­ve­re e dal­la sua pen­na esco­no tan­tis­si­me sto­rie. Tra que­ste c’è anche quel­la di un cuc­cio­lo di ana­tra diver­so da tut­ti gli altri che vie­ne emar­gi­na­to, lascia­to solo, non capi­to. Quel brut­to ana­troc­co­lo è pro­prio lui e anche quel­la sem­bra una sto­ria desti­na­ta a fini­re male. Il brut­to ana­troc­co­lo però si tra­sfor­ma poi nel più mera­vi­glio­so dei cigni e il suo auto­re diven­ta famo­so e rice­ve mol­te ono­ri­fi­cen­ze, pro­prio come ave­va pre­det­to la vec­chia stre­ga a sua madre. Quel bam­bi­no è Hans Chri­stian Andersen.

29 MARZO 2021 – ore 21:15

Epi­so­dio 8: Han­sel E Gre­tel, La Vera Storia

Ospi­te: Duc­cio Cane­stri­ni, antro­po­lo­go

Sinos­si: Sul­le col­li­ne del­la Bavie­ra duran­te la Secon­da Guer­ra Mon­dia­le, Georg Osseg sco­va nel bosco una casa di pie­tra. Nel­la boc­ca del for­no che vede dal­la fine­stra, sco­pre con orro­re che si tro­va un cor­po car­bo­niz­za­to. Alcu­ni anni dopo, Georg vie­ne a sape­re che vici­no ad Aschaf­fen­burg c’è un bosco che la gen­te del posto chia­ma il “bosco del­la stre­ga” dove, ai tem­pi del­la guer­ra dei trent’anni, vive­va Katha­ri­na Schra­de­rin una pastic­ce­ra che ave­va subi­to un pro­ces­so per stre­go­ne­ria. Dal­le sue ricer­che sco­pre la sto­ria di Hans e Gre­te Metz­ler, non due bam­bi­ni ma due fra­tel­li adul­ti, anche loro pastic­ce­ri, che vole­va­no appro­priar­si del­la sua ricet­ta del pan­pe­pa­to e l’avevano denun­cia­ta per stre­go­ne­ria. Katha­ri­na era sta­ta però sta­ta rila­scia­ta e i due fra­tel­li era­no anda­ti nel­la casa nel bosco, l’avevano ucci­sa e ave­va­no nasco­sto il cada­ve­re nel­la boc­ca di un forno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: