CONFERENZA STAMPA

Laïoung : «Il brano è un monito a questa generazione dove i numeri nei social possono determinare il valore di una persona»

È usci­to Fan­no Di Tut­to Per Hype (Trap­po­ca­lis­se), il nuo­vo sin­go­lo di Laïoung feat. Fabri Fibra, già dispo­ni­bi­le su tut­te le piat­ta­for­me di strea­ming e digi­tal down­load, pro­dot­to pub­bli­ca­to e pro­mos­so dal grup­po disco­gra­fi­co inter­na­zio­na­le Pla­net Records in col­la­bo­ra­zio­ne con RRR Records e distri­bui­to da Pla­net Distri­bu­tion (Distri­bu­tion Dept. del grup­po Pla­net Records). In con­tem­po­ra­nea all’u­sci­ta del sin­go­lo vie­ne anche pub­bli­ca­to il video, cura­to dal regi­sta cuba­no Asiel Baba­stro. Il bra­no è un attac­co diret­to alla “dipen­den­za da social” che vie­ne vis­su­ta ogni gior­no sem­pre di più dai ragaz­zi sul­la spin­ta di alcu­ni rap­per del­la sce­na, i pri­mi occu­pa­ti 100% solo a guar­da­re cosa fan­no gli altri su Insta­gram, Tik­Tok e vari dimen­ti­can­do la loro vita, i secon­di mol­to pre­si nel tra­scor­re­re le gior­na­te in fun­zio­ne dei like che rice­vo­no anche a costo di pas­sa­re “mes­sag­gi fal­sa­ti” ai loro fans. I due Arti­sti denun­cia­no alcu­ne con­vin­zio­ni sba­glia­te del pub­bli­co, di chi uti­liz­za in manie­ra smo­da­ta i vari net­work, pen­san­do che tut­ti gli arti­sti viva­no di ecces­si e con­ti­nue situa­zio­ni estre­me, gene­ran­do così cate­ne emu­la­ti­ve di ste­reo­ti­pi sba­glia­ti che si riper­cuo­to­no sui gio­va­nis­si­mi.
 
Laïoung spie­ga: «Il bra­no “Fan­no di tut­to per Hype” è un moni­to a que­sta gene­ra­zio­ne dove i nume­ri nei social pos­so­no deter­mi­na­re il valo­re di una per­so­na e la mone­ta prin­ci­pa­le per ave­re più nume­ri è l’Hype, sino­ni­mo di Visi­bi­li­tà che spes­so por­ta chi ne é asse­ta­to a fare gesti estre­mi, come dif­fa­ma­re un inno­cen­te o per­si­no pro­cu­rar­ne la mor­te. Nel mon­do del­la Trap que­sto atteg­gia­men­to vie­ne usa­to da alcu­ni arti­sti per acqui­si­re fama più rapi­da­men­te con vio­len­za, gesti estre­mi, dro­ga e lin­guag­gio aggres­si­vo, non sapen­do che que­sto cau­se­rà la mor­te del­la trap… la Trap­po­ca­lis­se».
 
Il bra­no, pro­dot­to dal­lo stes­so Laïoung e con il mix/master di Rober­to Fer­ran­te (Cuban Dee­jays), con­fer­ma il soda­li­zio tra i due arti­sti che già in pas­sa­to han­no col­la­bo­ra­to insie­me nel bra­no “Nel blu dipin­to di blu”, e sul­la stes­sa linea d’onda in que­sto bra­no si chie­do­no dove sia fini­ta l’arte, la musi­ca stes­sa, che ora­mai ha per­so signi­fi­ca­to di fron­te ai nume­ri, ai like, ed alla voglia di fama otte­nu­ta con facilità.

Giu­sep­pe Boc­ka­rie “Laïoung ” Con­so­li è nato a Bru­xel­les nel 1992 da padre ita­lia­no e madre del­la Sier­ra Leo­ne; il suo nome d’ar­te deri­va dal­l’u­nio­ne del­le paro­le Lion e Young, gio­va­ne leo­ne. Laioung è cre­sciu­to cir­con­da­to dal­la musi­ca, gra­zie allo zio, il musi­ci­sta Bai Kama­ra Jr ed ai suoi geni­to­ri (il padre suo­na set­te stru­men­ti men­tre la madre can­ta dan­ce­hall). In gio­va­ne età ha gira­to il mon­do: pri­ma l’I­ta­lia, poi Lon­dra, Pari­gi e vari posti in Euro­pa, dove ha crea­to il movi­men­to #THERRRMOB basan­do­si su musi­ca, arte e fashion.  Laioung ha l’a­bi­li­tà di pro­dur­re ogni gene­re di musi­ca mixan­do le diver­se cul­tu­re a cui appar­tie­ne e suo­na sia il pia­no che la chi­tar­ra. Il suo pri­mo sin­go­lo Gio­va­ne Gio­va­ne, usci­to a set­tem­bre del 2016 e pro­dot­to dal­lo stes­so Laioung, è disco di pla­ti­no. Nel feb­bra­io del 2017 pub­bli­ca il pri­mo sin­go­lo uffi­cia­le inti­to­la­to Wooh e segui­to da CLMG e Flus2. Nel­lo stes­so perio­do esce la rie­di­zio­ne del suo album Ave Cesa­re: veni, vidi, vici, in dop­pio CD e con die­ci ine­di­ti. Laioung van­ta col­la­bo­ra­zio­ni con arti­sti come Fabri Fibra, nel sin­go­lo Dipin­to di Blu pre­sen­te all’in­ter­no del­l’al­bum Feno­me­no; Gue Peque­no, con il qua­le ha pub­bli­ca­to il sin­go­lo Ven­go dal bas­so; Bia­gio Anto­nac­ci con il bra­no Sei nel­l’a­ria.  Con il mar­chio RRR Mob, da lui fon­da­to, si dedi­ca alla sco­per­ta e pro­mo­zio­ne di nuo­vi talen­ti in Ita­lia e all’estero. Nel 2018 fir­ma con Poly­dor, eti­chet­ta di Uni­ver­sal Music Ita­lia. A novem­bre pub­bli­ca il sin­go­lo ine­di­to Nero su Nero. Agli ini­zi del 2019 esce bra­no Hang with us e Pro­teg­gi­mi che han­no anti­ci­pa­to il suo album Rina­sci­men­to. Dopo un perio­do di ulte­rio­re cre­sci­ta pro­fes­sio­na­le e per­so­na­le Laïoung tor­na con un bra­no di denun­cia sull’utilizzo sba­glia­to dei social.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: