NEWS

Sal Da Vinci, è online il video ‘Il Cielo Blu di Napoli’ con immagini esclusive girate alla Reggia di Caserta

È onli­ne il video­clip che accom­pa­gna il nuo­vo sin­go­lo di Sal Da Vin­ci dal tito­lo Il Cie­lo Blu di Napo­li che, su con­ces­sio­ne del Museo Reg­gia di Caserta/MIBACT e con il sup­por­to di Sca­bec SpA, la socie­tà in hou­se del­la Regio­ne Cam­pa­nia per la valo­riz­za­zio­ne e pro­mo­zio­ne dei Beni Cul­tu­ra­li, è ambien­ta­to in uno dei siti monu­men­ta­li più visi­ta­ti al mon­do e patri­mo­nio Une­sco: la Reg­gia di Caser­ta. Que­sto sim­bo­lo di eccel­len­za ita­lia­na di archi­tet­tu­ra e deco­ra­zio­ne offre un effet­to sce­no­gra­fi­co di gran­de impat­to, sia per le sale degli appar­ta­men­ti rea­li, sia per le ope­re d’arte, i rilie­vi e gli affre­schi che sem­bra­no esplo­de­re nei colo­ri e pren­de­re vita.

Il video è un pic­co­lo capo­la­vo­ro cine­ma­to­gra­fi­co, i cui pro­ta­go­ni­sti, un prin­ci­pe e una prin­ci­pes­sa del­la metà del ‘700, vivo­no una favo­la d’amore bor­bo­ni­ca, ma infi­ni­ta e inde­fi­ni­ta, che attra­ver­sa il tem­po, qua­si come se si trat­tas­se di un’illusione nostal­gi­ca nel­la men­te di Sal. I due inna­mo­ra­ti dan­za­no sul­le note di un val­zer vien­ne­se in luo­ghi uni­ci, sia sto­ri­ci che moder­ni, spo­stan­do­si dal Tea­tro di Cor­te Reg­gia di Caser­ta, pro­get­ta­to e rea­liz­za­to da Van­vi­tel­li, ad alcu­ne del­le loca­tion più sug­ge­sti­ve di Napo­li, come i Quar­tie­ri Spa­gno­li, Castel dell’Ovo, la Gal­le­ria Umber­to I, ma anche al Cen­tro Dire­zio­na­le. Sul fina­le i due per­so­nag­gi, ai qua­li l’immaginazione di Sal Da Vin­ci ave­va dato vita, rien­tra­no come per magia nel­la tela per ripo­sa­re silen­zio­sa­men­te nel dipin­to di Jacob Phi­lipp Hac­kert, arti­sta di fama euro­pea, cat­tu­ra­to come mol­ti altri pit­to­ri stra­nie­ri dal­le bel­lez­ze pae­sag­gi­sti­che di Napo­li. Nell’ultima sce­na, dal sor­ri­so sognan­te di Sal, si evin­ce che die­tro alla sto­ria roman­ti­ca fra i due si cela una dichia­ra­zio­ne d’amore inten­sa alla pro­pria città. 

Giu­sep­pe Mar­co Alba­no, il plu­ri­pre­mia­to regi­sta luca­no, che lo ha scrit­to e diret­to, con la pro­du­zio­ne arti­sti­ca del­la Bro­nx Film, in que­sta atmo­sfe­ra oni­ri­ca e sospe­sa ha pre­so ispi­ra­zio­ne da un gran­de clas­si­co, come La prin­ci­pes­sa Sis­si e The Cro­wn, una del­le pro­du­zio­ni di mag­gior suc­ces­so e più discus­se di sem­pre. La can­zo­ne, pub­bli­ca­ta lo scor­so 4 dicem­bre, farà par­te, insie­me a “Vien­to” e “So’ pazz’e te”, dell’album di ine­di­ti di pros­si­ma usci­ta che arri­va a distan­za di 4 anni dal lavo­ro che Sal Da Vin­ci ha con­di­vi­so con Rena­to ZeroNon si fan­no prigionieri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: