MUSICA

Pamela Prati : “Il 2021 vedrà la nascita del mio album di successi e un nuovo singolo estivo”

È dispo­ni­bi­le su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li Mari­po­si­ta, il nuo­vo sin­go­lo di Pame­la Pra­ti, pub­bli­ca­to pro­prio il 26 novem­bre, nel gior­no del suo com­plean­no. Scrit­to e pro­dot­to dal­la stes­sa Pame­la Pra­ti, che nel cor­so del­la sua lun­ga e pre­sti­gio­sa car­rie­ra ha inter­pre­ta­to anche tan­te indi­men­ti­ca­bi­li sigle tv, e mixa­to dai Blue Side Stu­dio di Fabri­zio Mur­gan­te, Mari­po­si­ta è un inno alla feli­ci­tà. È un bra­no dal rit­mo carai­bi­co, ma dal testo mol­to pro­fon­do, che ha un signi­fi­ca­to mol­to per­so­na­le per Pame­la Pra­ti e che rap­pre­sen­ta anche un omag­gio alle sue origini. 

Gira­to da Fashion Video, con la dire­zio­ne arti­sti­ca di Ange­lo Rifi­no, il video rac­con­ta attra­ver­so le sue imma­gi­ni tut­to il signi­fi­ca­to del­la can­zo­ne, sul­lo sfon­do del­lo splen­di­do pae­sag­gio del­la Tenu­ta dell’Olmo nei pres­si di Brac­cia­no (RM). Pame­la Pra­ti ha scel­to que­sta loca­tion in quan­to rap­pre­sen­ta anch’essa un sim­bo­lo di rina­sci­ta e un buon auspi­cio per il futu­ro: secon­do un’antica leg­gen­da, l’olmo sal­vò il rac­col­to da un incen­dio atti­ran­do su di sé le fiam­me, che minac­cia­va­no il gra­no. Han­no con­tri­bui­to al video­clip anche Enzo Pisco­po per il make-up ed Eli­sa­bet­ta Fran­chi e Ales­san­dro Lego­ra per gli abiti.

Ciao Pame­la è un gran­de ono­re poter­ti inter­vi­sta­re. Intan­to com­pli­men­ti per il nuo­vo bra­no che hai pub­bli­ca­to. Come è nata l’i­dea di far usci­re Mari­po­si­ta?

Mari­po­si­ta pos­so dire che è sta­ta un dono del­la mia mam­ma. Lei da pic­co­la mi chia­ma­va cosi, in spa­gno­lo vuol dire far­fal­la. Quest’estate una far­fal­la stu­pen­da color car­ta da zuc­che­ro mi si è posa­ta sul­la mano, cre­di­mi ho sen­ti­to il pro­fu­mo di mia madre e ho subi­to pen­sa­to che fos­se un segno. Sono cor­sa a tatuar­me­la sul brac­cio e a scri­ve­re que­sta can­zo­ne, che per me è sta­to un suo regalo.

Per una sho­w­girl come te, quan­to è impor­tan­te la musica?

La musi­ca è tut­to, ogni sin­go­lo pas­so del­la mia car­rie­ra è lega­to a lei, dal mio pri­mis­si­mo ser­vi­zio foto­gra­fi­co con Adria­no Celen­ta­no usa­to per la cover del suo album “Un po arti­sta un po’ no”, pas­san­do per le mie sigle o per i miei momen­ti musi­ca­li al “Baga­gli­no”, ogni momen­to mio è lega­to alla musica. 

Indub­bia­men­te i tuoi bra­ni por­ta­no spen­sie­ra­tez­za e sere­ni­tà. Hai mai pen­sa­to di inci­de­re un disco?

In real­tà ulti­ma­men­te con il mio miglio­re ami­co pen­sa­va­mo a tut­te le sigle e i sin­go­li che ho inci­so, sai a vol­te non ci pen­so ma dal 1980 ad oggi sono vera­men­te tan­ti. Mi pia­ce­reb­be rac­chiu­der­li in un Best Of, que­sto sì, anche per­ché alcu­ni sono diven­ta­ti cult quin­di sareb­be­ro attua­lis­si­mi anche adesso. 

Nel­la tua incre­di­bi­le e spe­cia­le car­rie­ra arti­sti­ca hai un aned­do­to che ricor­di sem­pre con gran­de pia­ce­re? Uno tra i tan­ti ovviamente.

Ti sve­lo qual­co­sa che in pochi san­no. Nel 1980 ho inci­so il mio pri­mo sin­go­lo, E.A.O scrit­to dal mio caro ami­co Cri­stia­no Mal­gio­glio. Sai chi ave­vo nei cori? La gran­de e immen­sa Giu­ni Rus­so, all’epoca non anco­ra cono­sciu­ta come oggi.

Cosa ci dob­bia­mo aspet­ta­re da Pame­la Pra­ti nel 2021?

Innan­zi­tut­to spe­ro che arri­vi per tut­ti noi un anno diver­so, e che gli arti­sti pos­sa­no tor­na­re ad esi­sbir­si e a rice­ve­re il calo­re del pub­bli­co duran­te i live. Sono una don­na mol­to deter­mi­na­ta, sicu­ro il 2021 vedrà la nasci­ta del mio album di suc­ces­si e sicu­ra­men­te di un sin­go­lo esti­vo, sen­za bal­la­re in esta­te non resisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: