INTERVISTA

Enrico Barazzoni presenta il disco d’esordio ‘Il nostro giardino’ | Intervista Video

È dispo­ni­bi­le in digi­tal down­load e su tut­te le piat­ta­for­me strea­ming Il Nostro Giar­di­no, il disco d’esordio di Enri­co Baraz­zo­ni, can­tau­to­re cre­sciu­to tra Seni­gal­lia e Bolo­gna matu­ra­to arti­sti­ca­men­te e musi­cal­men­te a Bar­cel­lo­na dove attual­men­te vive e lavora. 

Nel­la capi­ta­le cata­la­na Enri­co Baraz­zo­ni ha svi­lup­pa­to una nuo­va sen­si­bi­li­tà arti­sti­ca arric­chen­do­si di vari sti­li di musi­ca come l’indie, il fla­men­co, la rum­ba cata­la­na e lo sti­le di gran­di can­tau­to­ri spa­gno­li come Joa­quin Sabi­na. Negli anni ha assi­mi­la­to il reper­to­rio sia dei can­tau­to­ri ita­lia­ni che di quel­li spa­gno­li pas­san­do da Lei­va, Vetu­sta Mor­la, Kiko Vene­no, Sabi­na, Peret ai clas­si­ci ita­lia­ni come Dal­la, De André e De Gregori.

Il Nostro Giar­di­no (La Masia Music Lab) è il risul­ta­to di que­sta matu­ri­tà acqui­si­ta, basa­ta su una con­ta­mi­na­zio­ne di entram­be le cul­tu­re a cui il can­tau­to­re sen­te di appar­te­ne­re. Testi e musi­che dei bra­ni sono tut­te a cura del can­tau­to­re ita­lia­no che ha com­bi­na­to un tono inti­mo a sono­ri­tà indie rock. Il disco è sta­to pro­dot­to a Bar­cel­lo­na pres­so La Masia Music Lab men­tre il maste­ring è sta­to cura­to da Ultra­ma­ri­nos Studio. 

Enri­co Baraz­zo­ni è nato a Seni­gal­lia il 24 novem­bre del 1980. La sua inquie­tu­di­ne arti­sti­ca è pre­sen­te fin da pic­co­lo quan­do accom­pa­gna­va suo non­no sul pal­co con la chi­tar­ra insie­me a un grup­po fol­clo­ri­co del­la zona. For­ma la sua pri­ma band a diciot­to anni I bam­bi­ni dell’asilo” (tito­lo ispi­ra­to a una can­zo­ne di Vasco Ros­si) dove inter­pre­ta cover di Rol­ling Sto­nes, Nir­va­na e Vasco. Si lau­rea nel 2008 in Let­te­re e Filo­so­fia all’Università di Bolo­gna. Duran­te que­sti anni, ini­zia a svi­lup­pa­re le sue doti da ‘mene­strel­lo urba­no’ come lui stes­so si defi­ni­sce. Nel­la cit­tà lavo­ra intan­to come gal­le­ri­sta e cura­to­re di espo­si­zio­ni. Dopo la lau­rea, duran­te lo stes­so anno, vive alcu­ni mesi a Mila­no dove col­la­bo­ra con l’agenzia foto­gior­na­li­sti­ca “Gra­zia Neri” come edi­tor e foto­gra­fo. Alla fine dell’anno viag­gia a New York dove svi­lup­pa ulte­rior­men­te le sue capa­ci­tà pro­fes­sio­na­li. Nel 2009 si tra­sfe­ri­sce a Bar­cel­lo­na per iscri­ver­si a un master di foto­gior­na­li­smo pres­so l’Università Auto­no­ma. Fini­ti gli stu­di ini­zia a lavo­ra­re con il quo­ti­dia­no El Pais dove si occu­pa, sem­pre come foto­gra­fo, del­le noti­zie a Bar­cel­lo­na e in Cata­lu­nya. Col­la­bo­ra con il poe­ta Ceci­lio Pine­da e il chi­tar­ri­sta Toti Soler com­po­nen­do lui stes­so le melo­die per uno spet­ta­co­lo chia­ma­to “Mar de Amo­res”. Nel 2018 nasce il suo pri­mo disco ‘Full Fra­me’, melo­die che tra­spor­ta­no pro­prio nel mon­do dei viag­gi e nel­la con­di­zio­ne alie­nan­te dovu­ta ai con­ti­nui spo­sta­men­ti da una capi­ta­le all’altra del con­ti­nen­te. Il disco non è mai sta­to pub­bli­ca­to per scel­ta per­so­na­le dell’artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: