NOVITA'

Samaritano ft. Mario Venuti, ‘Adesso con chi stai?’ è il primo singolo estratto da ‘Convergenze’

Ades­so con chi stai? feat. Mario Venu­ti, in usci­ta in digi­ta­le e in radio l’11 dicem­bre, è il pri­mo bra­no trat­to dal nuo­vo album Con­ver­gen­ze del can­tan­te e musi­ci­sta sici­lia­no Sama­ri­ta­no: un pro­get­to disco­gra­fi­co, in col­la­bo­ra­zio­ne con Rober­to Mez­za­te­sta (pia­no, tastie­re, synth), Anto­nio Ana­sta­si (bat­te­ria) e Ful­vio Buc­ca­fu­sco (bas­so e con­trab­bas­so), in cui Sama­ri­ta­no (voce) rin­no­va e rige­ne­ra in chia­ve pop-jazz bra­ni che han­no fat­to la sto­ria del­la can­zo­ne d’autore ita­lia­na, duet­tan­do con Mario Venu­ti, Nino Buo­no­co­re, Bun­ga­ro, Mariel­la Nava, Pier­da­vi­de Caro­ne, Vit­to­rio De Scal­zi dei New Trolls, Gian­ni Don­zel­li degli Audio2, Mim­mo Caval­lo, Lel­lo Anal­fi­no dei Tin­tu­ria, Rosa­rio Di Bel­la, Cirrone.

“L’in­ten­to è sta­to quel­lo di ren­de­re un auten­ti­co omag­gio agli auto­ri di bra­ni sto­ri­ci e di rin­no­var­ne la bel­lez­za intrin­se­ca, con­ser­van­do­ne l’es­sen­za - rac­con­ta l’artista sici­lia­no“Gli anti­chi roma­ni dice­va­no ‘nova­re ser­ban­do’, ed è in que­sta anti­ca visio­ne cir­co­la­re del­la vita del­le cose che nasce il pro­get­to ‘Con­ver­gen­ze’. A con­ver­ge­re, in ognu­na del­le trac­ce, sono due voci, due ani­me, due visio­ni: quel­la di chi ha scrit­to il bra­no e quel­la di chi ne ha imma­gi­na­to una meta­mor­fo­si, una contaminazione.”

Mario Venu­ti, auto­re di Ades­so con chi stai?, pub­bli­ca­to nel­l’al­bum Mai come ieri del 1998, è sta­to il pri­mo a lasciar­si “con­ta­mi­na­re”, accet­tan­do l’invito dell’artista sici­lia­no:

“Il suo com­men­to dopo l’a­scol­to del­la demo è sta­to: “in que­sta chia­ve non l’avevo mai pen­sa­ta” — rac­con­ta Sama­ri­ta­no — Il testo, attra­ver­so fra­me di gio­ven­tù, evo­ca sen­sa­zio­ni di spen­sie­ra­tez­za e liber­tà. Il recu­pe­ro nostal­gi­co di qual­co­sa già tra­scor­so si accom­pa­gna, però, ad una rin­no­va­ta voglia di liber­tà, di cura di sè che pas­sa ine­so­ra­bil­men­te attra­ver­so lo scar­di­na­men­to del­le sovra­strut­tu­re con­ven­zio­na­li con­nes­se all’e­tà adulta.”

L’al­bum, co-pro­dot­to arti­sti­ca­men­te e arran­gia­to da Rober­to Mez­za­te­sta, è com­po­sto da 12 bra­ni, di cui set­te can­tan­ti in duo con l’autore ori­gi­na­le. Ecco la trac­kli­st com­ple­ta: Caf­fè nero bol­len­te (con Mim­mo Caval­lo), Feli­ci­tà (con Pier­da­vi­de Caro­ne), Rosan­na (con Nino Buo­no­co­re), 29 set­tem­bre (con Gian­ni Don­zel­li degli Audio 2), A chi mi sa dare musi­ca (con Lel­lo Anal­fi­no Tin­tu­ria), Ades­so con chi stai? (con Mario Venu­ti), Solo un gigo­lò (con Cir­ro­ne), Il gio­co del­le par­ti (con Mariel­la Nava), La casa del paz­zo (con Rosa­rio Di Bel­la), Guar­da­stel­le (con Bun­ga­ro), Lon­ta­no Lon­ta­no (con Vit­to­rio De Scal­zi New Trolls), Guar­da che luna (Rug­ge­ro Mascellino).Al disco han­no par­te­ci­pa­to i musi­ci­sti: Ora­zio Mau­ge­ri, sax teno­re, sax sopra­no; Ales­san­dra Fenech, vio­li­no; Ales­san­dro Pre­sti, trom­ba; Emi­lio Garo­fa­lo, chi­tar­ra acu­sti­ca; Rug­gie­ro Mascel­li­no, fisar­mo­ni­ca; Ric­car­do Bot­ta, vio­la; Ales­san­dro Bavet­ta, vio­li­no; James Hut­chings, vio­li­no.

Nato a Paler­mo il 17 dicem­bre 1969, Sama­ri­ta­no (pseu­do­ni­mo di Sal­va­to­re Sama­ri­ta­no) è un can­tau­to­re, musi­ci­sta, inter­pre­te, archi­tet­to e docen­te di arte. Dopo aver fat­to par­te del grup­po “Time Out”, con il qua­le par­te­ci­pa al San Vito Jazz Festi­val (1990), rice­ve gli apprez­za­men­ti di un gran­de jaz­zi­sta come Enzo Ran­di­si e intra­pren­de un soda­li­zio arti­sti­co con la can­tau­tri­ce sici­lia­na Aida Sat­ta Flo­res, con la qua­le scri­ve (a quat­tro mani) un con­si­de­re­vo­le nume­ro di can­zo­ni e col­la­bo­ra come cori­sta. Nel 1992 col­la­bo­ra alla scrit­tu­ra e com­po­si­zio­ne del pri­mo album del­la can­tau­tri­ce paler­mi­ta­na, pro­dot­to, arran­gia­to e suo­na­to dai Noma­di (“Il pro­fu­mo dei limo­ni”, eti­chet­ta Noma­di distri­bui­to CGD). Nel 1993 è fina­li­sta regio­na­le al Con­cor­so “San­re­mo famo­si”. Nel 1994 Vin­ce il Con­cor­so “San­re­mo Nuo­vi Talen­ti”, gua­da­gnan­do la pub­bli­ca­zio­ne di un album in rota­zio­ne sul­le radio nazio­na­li e posto all’attenzione del­la com­mis­sio­ne orga­niz­za­tri­ce del qua­ran­ta­cin­que­si­mo Festi­val di San­re­mo. L’etichetta “San­re­mo Music and Show” pre­sen­ta il can­tau­to­re alle sele­zio­ni in cor­so per “San­re­mo Gio­va­ni” nell’ambito del­le qua­li Sama­ri­ta­no sfio­ra l’approdo al Festi­val del­la Can­zo­ne Ita­lia­na fer­man­do­si solo alle fina­li. Nel 1996 ini­zia un soda­li­zio arti­sti­co con Mim­mo Caval­lo, con il qua­le col­la­bo­ra come cori­sta. Dal 1997 al 2015, insie­me con il chi­tar­ri­sta ed ami­co Alber­to Di Mar­zo e con l’a­mi­co can­tan­te Ales­san­dro Pan­ta­no, si esi­bi­sce in giro per tut­ta la Sici­lia. Duran­te gli stes­si anni per­se­gue un altro sogno, lau­rean­do­si nel­la Facol­tà di Archi­tet­tu­ra pres­so l’U­ni­ver­si­tà degli Stu­di di Paler­mo ed intra­pren­den­do, così, la car­rie­ra di archi­tet­to. Dal 2015 è archi­tet­to CF sty­le, scri­ve, pro­get­ta e pub­bli­ca per la rivi­sta “CASA­fa­ci­le” (Mon­da­do­ri). Nel 2000 rag­giun­ge un ter­zo obiet­ti­vo abi­li­tan­do­si all’in­se­gna­men­to per la scuo­la secon­da­ria di pri­mo e secon­do gra­do, spe­cia­liz­zan­do­si nel soste­gno e gra­zie al qua­le ottie­ne l’im­mis­sio­ne in ruo­lo nel 2010. Con­ver­gen­ze è il suo pri­mo album uffi­cia­le, anti­ci­pa­to dal­l’u­sci­ta di un pri­mo sin­go­lo (“Ades­so con chi stai?” — Sama­ri­ta­no feat. Mario Venu­ti) pre­vi­sta l’11 dicem­bre 2020 distri­bui­to da Arti­st First.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: