MUSICA

Intervista | Fabrizio Moro e le sue “Canzoni d’amore nascoste” da vivere e ascoltare come fosse la prima volta

Canzoni d’amore nascoste è una raccolta dalle forti emozioni. Fabrizio Moro ha voluto regalare amore e speranza attraverso la sua meravigliosa musica.

Fabri­zio Moro ha pre­sen­ta­to una nuo­va rac­col­ta di nove bra­ni rivi­si­ta­ti e due nuo­vi ine­di­ti. Il pri­mo Nun c’ho nien­te è un bra­no scrit­to in roma­ne­sco per­chè sarà la colon­na sono­ra del film che gire­rà insie­me ad Ales­sio De Leo­nar­dis a metà gen­na­io. Il secon­do ine­di­to Voglio sta­re con te è inve­ce sem­pli­ce­men­te un rega­lo, un bra­no scrit­to e dedi­ca­to a tut­ti i suoi fan.

Abbia­mo biso­gno d’a­mo­re, di musi­ca vera e sin­ce­ra. In un anno dif­fi­ci­le come que­sto, un’ar­ti­sta come Fabri­zio Moro sen­te la neces­si­tà di por­ta­re spe­ran­za o sem­pli­ce­men­te un pò di serenità. 

Per chi si aspet­ta­va una racc­col­ta di sin­go­li ben noti rimar­rà spiaz­za­to per­chè la scel­ta è sta­ta tut­t’al­tro che bana­le. L’o­biet­ti­vo di Fabri­zio Moro è di dare nuo­va vita a quei bra­ni a cui tie­ne tan­to. Tro­ve­re­mo infat­ti Melo­dia di giu­gno, Doma­ni, Il sen­so di ogni cosa, Can­zo­ne giu­sta, San­gue nel­le vene, Intan­to, 21 anni, L’il­lu­sio­ne (sem­pre w l’a­mo­re) e Non è la stes­sa cosa.

È un gran­de pia­ce­re ritro­va­re la tua musi­ca sopra­tut­to in un anno cupo, col­mo di pau­ra e scon­for­to. Abbrac­cia­mo con gran­de pia­ce­re il nuo­vo album Can­zo­ni d’amore nasco­ste. Ma per­chè nascoste?

Nasco­ste per­chè sono nasco­ste al gran­de pub­bli­co. Sono can­zo­ni che ho pub­bli­ca­to negli anni pas­sa­ti e la mag­gior par­te di esse non sono mai sta­te dei sin­go­li e quin­di sono nasco­ste alla mag­gior par­te del­le per­so­ne. Le cono­sco­no sol­tan­to i miei fan. Ho volu­to dare una secon­da pos­si­bi­li­tà a que­ste can­zo­ni riar­ra­gian­do­le, ripro­du­cen­do­le, soprat­tut­to rican­tan­do­le con l’e­spe­rien­za accu­mu­la­ta fino ad oggi”.

Quan­to è impor­tan­te per te l’amore sopra­tut­to in anno dif­fi­ci­le come questo?

“L’a­mo­re è la par­te più impor­tan­te del­la mia vita e del­la vita di tut­to noi per­chè attra­ver­so l’a­mo­re abbia­mo la pos­si­bi­li­tà di capi­re i nostri sba­gli, redi­mer­ci, di pro­va­re gio­ia, di pro­va­re disa­gio, di vive­re. Attra­ver­so la musi­ca pos­sia­mo tra­smet­te­re que­sto amo­re, attra­ver­so il cine­ma, attra­ver­so l’ar­te in gene­ra­le. Cre­do che que­sto sia il momen­to in cui è mol­to impor­tan­te scri­ve­re nuo­ve can­zo­ni, pub­bli­ca­re le vec­chie can­zo­ni, fare cose nuo­ve e cer­ca­re di dare spe­ran­za attra­ver­so l’a­mo­re che abbia­mo per il nostro mestie­re a tut­te le per­so­ne che in que­sto momen­to stan­no viven­do un momen­to di for­te disagio”.

Tra gli undi­ci bra­ni spic­ca­no nove tue sto­ri­che can­zo­ni rivi­si­ta­te. Come sei arri­va­to alla scel­ta di quei nove bra­ni, con­sa­pe­vo­le di ave­re un lista lun­ghis­si­ma di mera­vi­glio­si pezzi?

“Sono arri­va­to alla scel­ta di que­sti bra­ni cer­can­do di tro­va­re un com­pro­mes­so tra quel­li che mi pia­ce­va­no di più melo­di­ca­men­te e quel­li che rap­pre­sen­ta­no effet­ti­va­men­te del­le svol­te impor­tan­ti nel­la mia vita“.

Come e quan­do è nata la voglia di crea­re que­sto spe­cia­le progetto?

“La voglia di crea­re que­sto pro­get­to è arri­va­ta duran­te il loc­k­do­wn. Io sono un musi­ci­sta che è sem­pre sta­to pre­di­spo­sto a scri­ve­re pen­san­do al live. Quin­di non riu­scen­do a scri­ve­re degli ine­di­ti nuo­vi per­chè non rie­sco ad imma­gi­na­re dei con­cer­ti in que­sto momen­to, par­te del­la mia ispi­ra­zio­ne si can­cel­la. Sono anda­to a ripren­de­re que­ste can­zo­ni e ho fat­to un lavo­ro ini­zial­men­te qua­si per gio­co, per pas­sa­re il tem­po duran­te il loc­k­do­wn. Sono anda­to a riar­ran­gia­re i vec­chi pez­zi. Poi quan­do ho visto che comun­que il risul­ta­to era otti­mo e mi dava gran­de gra­di­fi­ca­zio­ne, ho deci­so di met­te­re in pra­ti­ca seria­men­te que­st’i­dea di pub­bli­ca­re quest’album”.

L’album vie­ne impre­zio­si­to e com­ple­ta­to da due ine­di­ti. Cosa ci dob­bia­mo aspet­ta­re da que­ste novità?

“Un bra­no scrit­to in roma­ne­sco per­ché è sta­to scrit­to duran­te la ste­su­ra del­la sce­neg­gia­tu­ra del film che andrò a gira­re insie­me ad Ales­sio De Leo­nar­dis a metà gen­na­io. Ho imma­gi­na­to già le fac­ce degli atto­ri, le atmo­sfe­re, le sce­ne. Que­sta è arri­va­ta come lin­fa vita­le del­la mia crea­ti­vi­tà ed è nato que­sto bra­no. Gli atto­ri sono roma­ni, il film è ambien­ta­to a Roma e il bra­no quin­di non pote­va che esse­re in roma­ne­sco. L’altro bra­no inve­ce è un bra­no che fa par­te del­la mia nuo­va pro­du­zio­ne e l’ho volu­to inse­ri­re in que­sta rac­col­ta per arric­chir­la e per fare un rega­lo a tut­ti i ragaz­zi che mi seguo­no”.

https://link.tospotify.com/Qf2E0YEeDbb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: