MUSICA

Intervista | Insonia Rosa : “Parliamo dell’amore come mezzo salvifico che cura e ci fa superare le avversità e le sofferenze”

Abbiamo intervistato con piacere gli Insonia Rosa per conoscere la loro storia artistica e l’ultimo singolo A Marti.

Gli Inso­nia Rosa sono Sonia Rosa e Mas­si­mo Lucia, due can­tau­to­ri che han­no intrec­cia­to le loro esi­sten­ze e la loro musi­ca con la con­sa­pe­vo­lez­za di voler espri­me­re in modo chia­ro quan­to è straor­di­na­ria la bana­le real­tà. Vivo­no in Brian­za e trag­go­no ispi­ra­zio­ne dal loro ama­to pae­se, rac­con­tan­do­ne le gesta in ogni for­ma e colore. 

Ciao Inso­nia Rosa, è un gran­de pia­ce­re poter­vi inter­vi­sta­re. Innan­zi­tut­to come nasce il nome d’arte? E come nasce que­sto duo?

Dopo una com­ples­sa ed accu­ra­ta ricer­ca all’interno del nostro uni­ver­so, ci sia­mo accor­ti di ave­re un nome bel­lis­si­mo a por­ta­ta di mano; per­ché il nome di un com­po­nen­te del duo è Sonia Rosa ed il resto vien da sè. Nasce dal­la voglia e dal biso­gno di fare musi­ca e dal­la sco­per­ta che insie­me la si fa meglio.

È usci­to il nuo­vo bra­no “A Mar­ti”. Di cosa par­la que­sto brano?

A’Marti par­la di Mar­ti, una don­na che trae for­za nel­le sue fra­gi­li­tà. Mar­ti lavo­ra di sera ‘e non è una for­tu­na ave­re la testa sem­pre sot­to la luna’. Attra­ver­so Mar­ti par­lia­mo dell’amore come mez­zo sal­vi­fi­co che cura e ci fa supe­ra­re le avver­si­tà e le sof­fe­ren­ze terrene.

Que­sto bra­no riflet­te il sound dei pre­ce­den­ti? In qua­le gene­re musi­ca­le vi collochereste?

In cer­to sen­so sì, riflet­te il sound dei bra­ni pre­ce­den­ti, in quan­to anche A’Marti è un bra­no dove non abbia­mo pre­so una posi­zio­ne sono­ra pre­ci­sa, ma abbia­mo scel­to l’arrangiamento in base a ciò che il bra­no ci comu­ni­ca. Anche per que­sto col­lo­car­ci den­tro un gene­re solo risul­ta com­pli­ca­to, ma pos­sia­mo defi­nir­ci rock-pop-indie­tro­ni­ci. Ricor­dia­mo che l’arrangiamento in pri­mis è frut­to del nostro pro­dut­to­re Fabio Moretti.

Ci dob­bia­mo aspet­ta­re un nuo­vo EP?

In real­tà pri­ma arri­ve­rà qual­che singolo.

Sono rima­sto incu­rio­si­to dal­la cover del nuo­vo bra­no. Cosa vuo­le rappresentare?

Rap­pre­sen­ta Fede­ri­co da Mon­te­fel­tro che è sta­to un con­dot­tie­ro ita­lia­no, capi­ta­no di ven­tu­ra e famo­so signo­re rina­sci­men­ta­le. Per quel­lo che rap­pre­sen­ta arti­sti­ca­men­te e per com’è fat­ta sul­la cover del bra­no, vuo­le sim­bo­leg­gia­re sem­pli­ci­tà, patriot­ti­smo, ricer­ca del subli­me cela­to ed è il rega­lo agli INSONIA ROSA di un gran­de arti­sta che è Davi­de Cavi­glia che ha ese­gui­to il dise­gno bendato.

Que­sto è un anno dif­fi­ci­le per sogna­re, però vi chie­do se ave­te dei sogni nel cas­set­to? Qua­li sono le pro­spet­ti­ve del vostro per­cor­so artistico?

Abbia­mo anco­ra tan­to da dare nel nostro pic­co­lo e abbia­mo anco­ra tan­ti sogni da rea­liz­za­re. Sicu­ra­men­te appe­na pos­si­bi­le, sia­mo pron­ti per dei live dove poter pre­sen­ta­re i bra­ni. Sia­mo cre­sciu­ti e ci sen­tia­mo più matu­ri e sicu­ri sul­la stra­da da segui­re in stu­dio, per­ciò appe­na que­sto sarà pos­si­bi­le, cre­dia­mo che un bra­no segui­rà l’altro.

Vi sie­te ispi­ra­ti ad un arti­sta o un duo sto­ri­co per scri­ve­re e com­por­re la vostra musica?

Sono diver­se le nostre influen­ze e trop­pe per men­zio­nar­le tut­te. Di sicu­ro i gran­di can­tau­to­ri ita­lia­ni sono dei pun­ti di rife­ri­men­to nel nostro scri­ve­re musi­ca; più recen­ti Max Gaz­zè, Nic­co­lò Fabi, i Bau­stel­le, Capa­rez­za, Bru­no­ri Sas, Mot­ta e alcu­ne can­zo­ni del pano­ra­ma Indie ci piac­cio­no. Dicia­mo che nei bra­ni futu­ri spe­ri­men­te­re­mo ulte­rior­men­te il nostro aspet­to dualistico.

Per con­clu­de­re, per chi non ha anco­ra ascol­ta­to la vostra musi­ca, cosa si deve aspet­ta­re da voi?

Sin­ce­ri­tà sem­pre e comunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: