NOVITA'

Amarena : È disponibile da oggi “Questa non è un’Amarena”, il primo EP della cantautrice romana | New Hit

È dispo­ni­bi­le sul­le piat­ta­for­me digi­ta­li Que­sta non è un’Amarena, il pri­mo EP del­la gio­va­ne can­tau­tri­ce roma­na Ama­re­na, anti­ci­pa­to nei mesi scor­si dai due sin­go­li “Ebrez­za da vino” e “Sta­not­te”.

Que­sto lavo­ro, pro­dot­to e arran­gia­to da Ales­san­dro D’Orazi per la Dale­Re­cords, con­tie­ne cin­que trac­ce. New entry del­la scu­de­ria Dale­Re­cords, Ama­re­na, al seco­lo Eli­sa Benet­ti, rac­con­ta un mon­do sur­rea­le e curio­so, uni­to a sono­ri­tà folk/pop insie­me a testi diver­ten­ti e curio­si. Eli­sa impa­ra a can­ta­re e suo­na­re da auto­di­dat­ta. Si avvi­ci­na al mon­do del­la musi­ca ascol­tan­do Lucio Bat­ti­sti, Fran­ce­sco Guc­ci­ni e Fabri­zio De Andrè, poi cre­scen­do ini­zia ad appas­sio­nar­si alla musi­ca indie ingle­se, ame­ri­ca­na e ita­lia­na. Dopo un’esperienza da Busker in mez­za Euro­pa con un grup­po, dà il via alla sua stra­da solista.

STANOTTEè nata gra­zie al rac­con­to di un ami­ca dopo il pri­mo appun­ta­men­to con un ragaz­zo. Lui a lei pia­ce­va tan­to, men­tre lui non sem­bra­va mol­to inte­res­sa­to e vole­va solo gio­ca­re. Que­sta sto­ria è anda­ta avan­ti per qual­che tem­po, ma la situa­zio­ne non è mai cam­bia­ta. Per que­sto moti­vo ho volu­to rac­con­ta­re come si sen­ti­va lei.

ARIA DI CANZONEini­zial­men­te ave­va come tito­lo “nin­na nan­na d’au­tun­no” e pen­so que­sto anti­ci­pi già mol­to sul tipo di can­zo­ne che si va ad ascol­ta­re, quin­di dol­ce, sognan­te, con tan­ti archi

EBREZZA DA VINOè nata un pome­rig­gio, dopo un pran­zo pas­sa­to ai Castel­li Roma­ni) con il mio caro ami­co Loren­zo e un po’ trop­po vino bian­co. Su una pan­chi­na Loren­zo mi ha invi­ta­to a scri­ve­re una can­zo­ne che spie­gas­se l’ebrezza da vino. Appe­na arri­va­ta a casa l’ho fat­to in appe­na 15 minuti.

SIMONE: è la sto­ria di un uomo che sof­fre per amo­re, segue un po’ la linea del­l’ep roman­ti­ca e sognante

MI DAVI DEL TUè l’u­ni­ca trac­cia del­l’EP lascia­ta com­ple­ta­men­te in acu­sti­co. È una trac­cia solo chi­tar­ra e voce che par­la di quel­le per­so­ne che sem­bra­no il cen­tro del nostro mon­do ma alla fine sono solo un po’ del­le come­te, come arri­va­no, così van­no via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: