NEWS

Voodoo Kid : «“amor, requiem” è la celebrazione della morte di un sentimento vista come un passaggio necessario per la rinascita» | New Hit

amor, requiem è il titolo del primo album ufficiale di Voodoo Kid, fuori il 20 novembre 2020 in streaming e nei digital stores per Carosello Records.

La coper­ti­na del disco, rea­liz­za­ta da Cor­ra­do Gril­li, sve­la da subi­to il con­cept die­tro l’album, il qua­le rac­con­ta, attra­ver­so gli otto pez­zi che lo com­pon­go­no, tut­te le fasi di un amo­re vis­su­to con impe­to e pas­sio­ne, dal­la sua nasci­ta fino al suo sva­ni­men­to.
Voo­doo kid non ha pau­ra di mostra­re i pro­pri sen­ti­men­ti, di but­tar­li in fac­cia addos­so al mon­do inte­ro a vol­te con osten­ta­ta feli­ci­tà, altre vol­te con la rab­bia e l’aggressività tipi­ca di quan­do nasco­no delu­sio­ni, inquie­tu­di­ni e malumori.

“amor, requiem… Il loop infi­ni­to di varia­bi­li e costan­ti che scan­di­sce le fasi del­la nostra vita, o alme­no del­la mia, che vivo in fun­zio­ne dell’amore che, come direb­be Dan­te, «move il sole e l’al­tre stel­le». amor, requiem è la cele­bra­zio­ne del­la mor­te di un sen­ti­men­to vista come un pas­sag­gio neces­sa­rio per la rina­sci­ta, per­ché per far in modo che qual­cu­no pos­sa seder­si accan­to a te, devi vede­re qual­cun altro alzar­si ed anda­re via. Que­sto con­cept album dipin­ge le diver­se fasi di una rela­zio­ne, dal suo sboc­cia­re, al suo appas­si­re, ed ho deci­so di lasciar­mi ispi­ra­re dal­le mie espe­rien­ze per­so­na­li per trac­cia­re i con­tor­ni ed i con­fi­ni di un tema che tut­ti quan­ti sen­tia­mo e vivia­mo quo­ti­dia­na­men­te”. Voo­doo Kid

Il disco, anti­ci­pa­to dai sin­go­li “domi­no” e “non è per te”, vede la col­la­bo­ra­zio­ne di alcu­ni tra i più talen­tuo­si e ricer­ca­ti pro­du­cer ita­lia­ni: da Ren­zo Sto­ne (Gha­li, Mike Len­non) ai 2nd Roof (Sal­mo, Mar­ra­cash…) pas­san­do per i Mama­kass (Coma Cose), Dario Bass (metà di LNDFK) e Ema­nue­le Triglia.

Can­tau­tri­ce, pro­du­cer e autri­ce ita­lia­na for­ma­ta in Inghil­ter­ra, Voo­doo Kid è uno dei vol­ti del­la nuo­va sce­na musi­ca­le più rap­pre­sen­ta­ti­vi del­la Gene­ra­zio­ne Z. Nell’epoca del­la flui­di­tà di gene­re e gene­ri, in un mon­do dove il con­fi­ne fra rea­le e vir­tua­le è sem­pre più labi­le, in uno sce­na­rio dove il suo­no è ana­lo­gi­co ed elet­tro­ni­co allo stes­so tem­po, Voo­doo Kid è la per­fet­ta rap­pre­sen­tan­te di una gene­ra­zio­ne che gio­ca con la sua iden­ti­tà liqui­da. La liber­tà è insi­ta nel suo nome: sce­gli di chia­mar­si kid, che è un ter­mi­ne neu­tro, sle­ga­to da ogni appar­te­nen­za di gene­re, per­ché ama defi­nir­si più attra­ver­so quel­lo che è – una “mai adul­ta” come si pre­sen­ta lei — piut­to­sto quel­lo che sem­bra. Un’artista che ha già cat­tu­ra­to l’attenzione dei big del­la sce­na urban e rap come Mec­na, che l’ha scel­ta per il feat. cora­le diNEVERLAND”.

PRESAVE: https://orcd.co/vdk-amorrequiem

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: