NEWS

Natalia Moskal : L’artista polacca presenta ‘’There is a Star”, il nuovo album dedicato alla musica degli anni 50′ e 60’ | New Hit

Da vener­dì 13 novem­bre sarà dispo­ni­bi­le in digi­tal down­load e sul­le piat­ta­for­me strea­ming The­re is a star, (Fame Art /Agora Digi­tal Music), il nuo­vo pro­get­to disco­gra­fi­co dell’artista polac­ca Nata­lia Moskal, dedi­ca­to alle can­zo­ni che han­no segna­to la sto­ria del­la musi­ca ita­lia­na e inter­na­zio­na­le degli anni 50’ e 60’. Vener­dì 13 novem­bre sarà in radio Mam­bo Ita­lia­no, pri­mo sin­go­lo estrat­to dall’album.

The­re is a star è un album com­po­sto da quat­tor­di­ci trac­ce il cui stra­to stru­men­ta­le è sta­to riar­ran­gia­to in una ver­sio­ne orche­stra­le dal pro­dut­to­re Jan Sto­klo­sa. L’album nasce come pro­get­to audio­vi­si­vo rivol­to ad alcu­ni dei bra­ni più cele­bri del­la tra­di­zio­ne musi­ca­le ita­lia­na e non solo.

«Natu­ral­men­te, le com­po­si­zio­ni e le paro­le non sono cam­bia­te, ma abbia­mo moder­niz­za­to un po’ ‘lo stra­to stru­men­ta­le, atte­nen­do­ci agli arran­gia­men­ti orche­stra­li. Il pro­dut­to­re ha arran­gia­to per­fet­ta­men­te le vec­chie can­zo­ni in modo tale che sem­bri­no estre­ma­men­te aggior­na­te. — rac­con­ta Nata­lia Moskal — Non ci sono suo­ni gene­ra­ti dal com­pu­ter nel­l’al­bum, que­ste sono can­zo­ni regi­stra­te da per­so­ne su stru­men­ti rea­li. Abbia­mo gran­di ospi­ti nel­l’al­bum, stru­men­ti­sti di pri­m’or­di­ne e stru­men­ti abba­stan­za inso­li­ti, come un vibra­fo­no o una fisar­mo­ni­ca, che secon­do me non è una scel­ta scon­ta­ta. Abbia­mo accor­cia­to un po’ ‘alcu­ne del­le for­me, ma que­sti pez­zi non dovreb­be­ro esse­re cam­bia­ti com­ple­ta­men­te. Sono trop­po belli».

Nata­lia Moskal è una can­tan­te, autri­ce di testi e tra­dut­tri­ce di ori­gi­ne polac­ca. La sua musi­ca spa­zia dal gene­re pop al soul e all’r’n’b. Giun­ta in Ita­lia per poter impa­ra­re la lin­gua ita­lia­na e poter pro­se­gui­re il suo per­cor­so musi­ca­le, Nata­lia pub­bli­ca due cover in ita­lia­no “Calip­so” di Char­lie Char­les e “Sol­di” di Mam­hood, rag­giun­gen­do qua­si le 500 mila visua­liz­za­zio­ni su You­tu­be. Nel 2017 Nata­lia Moskal pub­bli­ca in Polo­nia, ter­ra d’origine, il suo album d’esordio “Songs of Myself, un disco dal sapo­re elet­tro-pop che ha por­ta­to Nata­lia ad esi­bir­si in nume­ro­si festi­val di rilie­vo in Polo­nia insie­me alla sua band. A novem­bre 2019, Nata­lia rila­scia il suo pri­mo sin­go­lo in ita­lia­no “Imper­fet­ta” che segna il suo esor­dio sul mer­ca­to musi­ca­le italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: