NOVITA'

The Lansbury tornano con “L’ironia del 4 Marzo”, il nuovo singolo che anticipa il prossimo EP | New Hit

The Lan­sbu­ry tor­na­no con un nuo­vo video e sin­go­lo: L’ironia del 4 Mar­zo. Un bra­no che par­la di raz­zi­smo e che suo­na come un pugno nel­lo sto­ma­co, come spes­so capi­ta con il poten­te trio tori­ne­se. Il video, di cui la band ha cura­to la regia, è sta­to gira­to da Fabia­na Fogagnolo.

“L’Ironia del 4 Mar­zo è un bra­no che nasce in segui­to al dionder­si di quel­lo che pare un raz­zi­smo incon­sa­pe­vo­le. Nel 2020 assi­stia­mo anco­ra a una poli­ti­ca del­lo “stra­nie­ro che ci ruba il lavo­ro, ci inva­do­no, sono cri­mi­na­li e per­ché no, pri­ma gli ita­lia­ni. Quel­lo che man­ca oggi è un’opposizione chia­ra e net­ta a que­sto feno­me­no: si assi­ste a un immo­bi­li­smo sto­ri­co. Non c’è azio­ne se non da par­te di pic­co­le real­tà auto-orga­niz­za­te che ven­go­no sem­pre eti­chet­ta­te dai mass media main­stream come cri­mi­na­li, per­ché non rispet­to­se del savoir-fai­re bor­ghe­se che è riu­sci­to a infil­trar­si anche nel pro­le­ta­ria­to. Si rima­ne atto­ni­ti a guar­da­re video, leg­ge­re news e com­men­ta­re con intel­let­tua­li­smi, al limi­te a lavar­si la coscien­za postan­do qual­che arti­co­lo che cri­ti­chi quel­lo che non va. In tut­to que­sto ci sono per­so­ne che con­ti­nua­no a mori­re in mez­zo al mare o che ven­go­no sbat­tu­te nei nuo­vi lager, che non sono solo quel­li libi­ci, ma anche quel­le strut­tu­re isti­tu­zio­na­li chia­ma­te CPR. Per rispec­chia­re tut­to que­sto abbia­mo con­ce­pi­to il sin­go­lo come alter­nar­si di imma­gi­ne sta­ti­che. Solo l’azione, di fron­te a cer­te osce­ni­tà del­la sto­ria, può esse­re effica­ce. La teo­ria, se non accom­pa­gna­ta da una pras­si di lot­ta, rima­ne sem­pli­ce aria frit­ta. Dovun­que uno sfrut­ta­to cer­chi di ribel­lar­si dev’esserci la com­pli­ci­tà atti­va di chi vive disa­gi simi­li, che il capi­ta­li­smo uti­liz­za per divi­de­re e per far cre­sce­re il profit­to di pochi sul­le vite di trop­pe persone”.

THE LANSBURY sono un grup­po emer­gen­te di Tori­no. Una con­giun­zio­ne casua­le di even­ti li ha fat­ti incon­tra­re ormai 3 anni fa, fra piog­ge inver­na­li e car­tel­lo­ni che invi­ta­va­no alle vacan­ze in Mon­go­lia. Il pro­get­to musi­ca­le pren­de vita nel 2015 pri­ma del­la for­ma­zio­ne del trio, in quan­to alcu­ni testi e alcu­ne musi­che del­la chi­tar­ra era­no già sta­ti com­po­sti. Il pri­mo incon­tro è avve­nu­to tra Davi­de e Andrea, che lega­no insie­me la linea del­la chi­tar­ra e del bas­so, dan­do una for­ma nuo­va e più poten­te ai bra­ni già scrit­ti. Duran­te que­sto perio­do cer­ca­no il bat­te­ri­sta, che arri­va solo nel dicem­bre 2016. Lui­gi si inse­ri­sce subi­to al meglio, per­met­ten­do così al pro­get­to di com­ple­tar­si ulte­rior­men­te. Dopo qual­che mese il trio si pre­sen­ta nel­la loro pri­ma esi­bi­zio­ne alle Offi­ci­ne Cor­sa­re a Tori­no duran­te un pal­co aper­to. Suc­ces­si­va­men­te nel luglio 2017 regi­stra­no la pri­ma demo, STUDIO SESSION, in pre­sa diret­ta pres­so Garagestudio20, con Ales­sio Sogno. Se i bra­ni all’interno ricor­da­no mol­to l’alternative rock, col tem­po si sono con­ta­mi­na­ti con del­le deri­ve noi­se e post rock, rag­giun­gen­do del­le sono­ri­tà più oni­ri­che con le qua­li sono sali­ti sul pal­co del Pop (ex lavan­de­rie Ramo­ne), all’interno del­la ras­se­gna “Funam­bo­li Live” nel gen­na­io 2018 e nell’estate suo­na­no pres­so l’evento Roc­ki­n­wi­ne orga­niz­za­to dall’associazione Metal­queen. Ven­go­no nomi­na­ti da Noi­sey­road fra gli arti­sti emer­gen­ti di Tori­no. Con il pas­sa­re del tem­po con­ti­nua­no a suo­na­re in elet­tri­co fino a supe­ra­re i con­fi­ni pie­mon­te­si e arri­va­re al Music­Does Festi­val di Aosta. In segui­to a un perio­do di con­cer­ti in unplug­ged ritor­na­no a Tori­no dove ven­go­no sele­zio­na­ti per I‑nedito che per­met­te loro di regi­stra­re il pri­mo sin­go­lo uffi­cia­le: ALBA, pre­sen­ta­to nel feb­bra­io 2020 al Man­hat­tan di cui han­no par­la­to già diver­se rivi­ste come Trou­ble­zi­ne, The Soun­d­check, TRAKS, MIE etc.
Sele­zio­na­ti per l’AREZZOWAVE 2020 e arri­va­ti tra i 16 fina­li­sti in Pie­mon­te pur­trop­po sen­za pos­si­bi­li­tà di esi­bi­zio­ne, il 26 giu­gno 2020 han­no pub­bli­ca­to il loro secon­do sin­go­lo SE ANCHE TU. L’uscita dell’EP è pre­vi­sta per novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: