MUSICA

IL VOLO : Il tributo a Ennio Morricone simboleggia la speranza e la voglia di ricominciare a vivere fantastici eventi | Conferenza Stampa

A Roma si è tenuta la conferenza stampa de “IL VOLO tribute to Ennio Morricone”, un grande concerto con lo scenario della basilica di San Pietro. 

Abbia­mo ascol­ta­to e accol­to in diret­ta strea­ming su You­tu­be le paro­le del sin­da­co di Roma Vir­gi­nia Rag­gi, le emo­zio­ni e le sen­sa­zio­ni de Il Volo e il pare­re tec­ni­co di Fer­di­nan­do Sal­za­no del­la Friends and Part­ners.

Vir­gi­nia Rag­gi : “Sia­mo dav­ve­ro con­ten­ti e ono­ra­ti di ospi­ta­re Il Volo. Noi dob­bia­mo asso­lu­ta­men­te pen­sa­re al futu­ro, noi dob­bia­mo pen­sa­re a ciò che ver­rà. Dob­bia­mo dare un mes­sag­gio di spe­ran­za soprat­tut­to in un momen­to come que­sto. Dob­bia­mo pun­ta­re di nuo­vo su gran­di even­ti che Roma è in gra­do di ospi­ta­re. Dob­bia­mo pun­ta­re sul­la cul­tu­ra. Dob­bia­mo pun­ta­re sul­la pos­si­bi­li­tà che que­sta cit­tà uni­ta ad arti­sti di cali­bro inter­na­zio­na­le, nazio­na­le di atti­ra­re inve­sti­men­ti, di atti­ra­re lavo­ro, atti­ra­re ulte­rio­ri arti­sti, il turi­smo e la cul­tu­ra, la crea­ti­vi­tà e il lavo­ro. Gli inve­sti­men­ti devo­no ripar­ti­re. Noi stia­mo già ini­zian­do a guar­da­re al futu­ro. Quel­lo che pre­sen­tia­mo oggi è quin­di un gran­de even­to che avrà luo­go il 5 giu­gno del­l’an­no pros­si­mo. Sarà una pri­ma edi­zio­ne, sarà un tri­bu­to a Ennio Mor­ri­co­ne che que­sti ragaz­zi faran­no con la for­ma di una gran­de con­cer­to aper­to a tut­ti, gra­tui­to, di gran­dis­si­mo livel­lo. Abbia­mo biso­gno di ave­re dei pun­ti di rife­ri­men­to, abbia­mo biso­gno di ave­re degli appun­ta­men­ti fis­si che ci ricor­di­no cosa sia­mo in gra­do di fare, che ci fac­cia­no ritro­va­re un even­to intor­no a gran­di talen­ti, a gran­di arti­sti. For­se far­lo oggi in un momen­to così dif­fi­ci­le è anche un segno for­te del­la volon­tà di anda­re avan­ti e di supe­ra­re que­sto momen­to. Il con­cer­to si svol­ge­rà a Piaz­za Pio XII con una cor­ni­ce sce­ni­ca for­mi­da­bi­le che è quel­la di San Pie­tro. Voglia­mo ideal­men­te rac­co­glie­re nel­l’ab­brac­cio del colon­na­to del Ber­ni­ni un even­to così impor­tan­te che peral­tro ad un tri­bu­to che tut­ti sen­tia­mo al mae­stro Ennio Mor­ri­co­ne al qua­le peral­tro abbia­mo inti­to­la­to anche l’Au­di­to­rium. È una par­te del­la sto­ria ita­lia­na, è una par­te di noi. Que­sto vuol esse­re oltre a un tri­bu­to, un momen­to anche di gran­de uni­tà. Ne abbia­mo biso­gno. Quin­di rin­gra­zio i ragaz­zi de Il Volo che han­no par­te­ci­pa­to e daran­no vita a que­sto pro­get­to, a que­sto gran­de even­to. Rin­gra­zio tut­ti colo­ro che han­no e stan­no lavo­ran­do all’i­dea­zio­ne, alla rea­liz­za­zio­ne e non pos­so che invi­tar­vi il pros­si­mo 5 giu­gno a unir­vi a noi e rag­giun­ger­ci in que­sta gran­de piaz­za dove rico­min­ce­re­mo a sogna­re sul­le fan­ta­sti­che note di Ennio Mor­ri­co­ne can­ta­ta da que­sti ragazzi”.

Pie­ro Baro­ne : “Il moti­vo per cui stia­mo pre­sen­tan­do que­sto pro­get­to con otto mesi di anti­ci­po è per dare un mes­sag­gio a tut­ti i lavo­ra­to­ri. Maga­ri mol­te per­so­ne non li cono­sco­no per­so­nal­men­te. Noi giria­mo, lavo­ria­mo, vivia­mo con loro quo­ti­dia­na­men­te, li cono­scia­mo e spe­ria­mo che que­sto pos­sa aiu­ta­re a dona­re un mes­sag­gio di otti­mi­smo, di spe­ran­za e che final­men­te tut­to andrà bene per­ché que­sta paro­la andrà tut­to bene la vivia­mo e la sen­tia­mo quo­ti­dia­na­men­te spe­ran­do che con i fat­ti si rie­sca a rea­liz­zar­la”.

Gian­lu­ca Gino­ble : “Il gran­de mae­stro Ennio Mor­ri­co­ne è sta­to fon­te di ispi­ra­zio­ne per noi. Abbia­mo avu­to modo di cono­scer­lo, di lavo­ra­re insie­me a lui soprat­tut­to in stu­dio quan­do era­va­mo bam­bi­ni (14–15 anni) e sta­va­mo regi­stran­do il nostro pri­mo disco. È moti­vo di orgo­glio. È il più gran­de com­po­si­to­re del 900’ e quin­di sap­pia­mo che richie­de una gran­de respon­sa­bi­li­tà que­sto pro­get­to, que­sto tri­bu­to. Il nostro obiet­ti­vo è sta­to sem­pre quel­lo di esse­re amba­scia­to­ri del bel can­to in tut­to il mon­do, ma non con pre­sun­zio­ne, ma con gran­de orgo­glio e con la voglia di poter far cono­sce­re que­sta musi­ca anche ai più gio­va­ni. Abbia­mo ini­zia­to quan­do ave­va­mo 14–15 anni. Sia­mo sem­pre sta­ti un po’ dei bam­bi­ni diver­si for­se ano­ma­li per i tem­pi che cor­ro­no. Asso­cia­re que­sta gran­de musi­ca a que­sta gran­de cit­tà è un modo per por­ta­re non solo que­sta gran­de musi­ca in giro per il mon­do, ma anche la bel­lez­za dei nostri luo­ghi, la bel­lez­za del­la cit­tà, la più bel­la del mon­do e quin­di non vedia­mo l’o­ra. E come dice­va Pie­ro è un mes­sag­gio di spe­ran­za per poter ini­zia­re, per poter tor­na­re a vive­re la vita nel­la nor­ma­li­tà. Quin­di ci stia­mo lavo­ran­do, ci stia­mo impe­gnan­do per crea­re un gran­de con­cer­to, un gran­de even­to con orche­stra, coro e natu­ral­men­te ci sarà anche un pro­get­to disco­gra­fi­co dove rac­co­glie­re­mo minu­zio­sa­men­te tut­te le più gran­di colon­ne sono­re del gran­de mae­stro e quin­di non vedia­mo l’o­ra di tor­na­re in stu­dio, di ini­zia­re a lavo­ra­re e dare una spe­ran­za a tut­ti quanti”.

Pie­ro Baro­ne : “Quan­do abbia­mo pre­sen­ta­to que­sto pro­get­to in altri pae­si dal­l’A­me­ri­ca, al Suda­me­ri­ca, al Giap­po­ne, ai tan­ti pae­si euro­pei c’è sta­to un gran­de entu­sia­smo da par­te loro per­ché come ben sape­te un paio d’an­ni fa abbia­mo fat­to un con­cer­to even­to ed è sta­to tra­smes­so in tut­te le sale cine­ma­to­gra­fi­che, tv ame­ri­ca­ne. Il nostro obiet­ti­vo è quel­lo di tra­smet­te­re le bel­lez­ze ita­lia­ne con la musi­ca e con quel­lo che ci cir­con­da, ma soprat­tut­to sia­mo entu­sia­sti del riscon­tro posi­ti­vo che c’è sta­to anche da chi ha col­la­bo­ra­to duran­te que­sti anni con il Mae­stro Mor­ri­co­ne, ad esem­pio la sin­fo­niet­ta: l’orchestra del mae­stro Mor­ri­co­ne. Quin­di stia­mo par­lan­do con loro e sia­mo in trat­ta­ti­va. Sia­mo dav­ve­ro entu­sia­sti e feli­cis­si­mi che da par­te loro ci sia que­sto interesse”.

Igna­zio Boschet­to : “Vivia­mo in un momen­to mol­to com­pli­ca­to non per­ché sia­mo for­za­ti a sta­re a casa, ma per­ché diven­ta tut­to più dif­fi­ci­le, dal­lo sta­re a casa al non poter lavo­ra­re, alle dif­fi­col­tà che ha ogni cate­go­ria, ogni fascia socia­le. Spe­ria­mo di poter­ne usci­re pre­sto. Noi come arti­sti stia­mo aiu­tan­do la nostra cate­go­ria. Con vari arti­sti stia­mo pre­pa­ran­do un pro­get­to per rac­co­glie­re dei fon­di per aiu­ta­re la nostra cate­go­ria che è sta­ta mol­to colpita”.

Fer­di­nan­do Sal­za­no : “Que­sto sarà un gran­de even­to. Il Volo è abi­tua­to ai gran­di even­ti. La data del 5 giu­gno mi pia­ce­reb­be pen­sa­re che diven­ti qua­si sim­bo­li­ca. Que­sto gran­de even­to, con una loca­tion straor­di­na­ria, di valo­re inter­na­zio­na­le, pos­sa diven­ta­re qua­si l’a­per­tu­ra per la nostra rina­sci­ta. Avre­mo la tele­vi­sio­ne. Ci sarà una gran­de diret­ta TV e ad oggi, a distan­za di cosi tan­ti mesi non mi sen­to di dire anco­ra qua­le sarà la rete, ma sarà una rete ovvia­men­te impor­tan­te. Sarà un gran­de even­to che vedrà una gran­de par­te­ci­pa­zio­ne anche di tan­ti ami­ci, ospi­ti che sicu­ra­men­te Il Volo come sem­pre rie­sco­no ad attrar­re visto la loro capa­ci­tà di empa­tia con tut­to il mon­do musicale”.

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: