MUSICA

Intervista | Flutua : Conosciamo il nuovo singolo “Tu vuoi Tu puoi” e l’ultimo album “Vota Amore” [Video]

Abbia­mo inter­vi­sta­to con pia­ce­re la can­tan­te dei Flu­tua per cono­sce­re da vici­no il nuo­vo sin­go­lo Tu vuoi Tu puoi (I Cuo­chi Music Com­pa­ny), bra­no estrat­to dall’ultimo album Vota Amo­re già dispo­ni­bi­le su tut­te le piat­ta­for­me di streaming.

Tra sono­ri­tà pop e rit­mi ser­ra­ti, Tu vuoi Tu puoi affon­da le radi­ci nel­la resi­lien­za tipi­ca di chi non si lascia né abbat­te­re né vin­co­la­re dal giu­di­zio altrui. Con que­sto bra­no la band Flu­tua invi­ta l’ascoltatore a pren­de­re tra le mani i pro­pri sogni e di tra­sfor­mar­li in pos­si­bi­li­tà con­cre­te, com’è suc­ces­so ai mem­bri del­la band con la musi­ca. Spie­ga­no i Flu­tua a pro­po­si­to del brano: 

«Abbia­mo scel­to que­sta can­zo­ne come sin­go­lo, per­ché rap­pre­sen­ta la nostra sto­ria come esse­ri uma­ni e come musi­ci­sti. È una can­zo­ne in cui mol­te per­so­ne pos­so­no rispec­chiar­si. Ai con­cer­ti è sem­pre sta­ta una del­le più can­tic­chia­te, bal­la­te. È mol­to alle­gra, anche se nasce da una sto­ria triste».

Il video­clip del bra­no è sem­pli­ce e diret­to, volu­ta­men­te fluo­re­scen­te e a trat­ti spor­co, gira­to e mon­ta­to in tem­pi bre­vis­si­mi, riden­do e lascian­do flui­re l’en­tu­sia­smo. Appa­ren­te­men­te sen­za sen­so, il flus­so del­le imma­gi­ni nascon­de in ogni ogget­to inqua­dra­to un signi­fi­ca­to spe­ci­fi­co, che sia un fat­to, un sen­ti­men­to, un desi­de­rio, una delu­sio­ne. La scel­ta di usa­re le mani dei com­po­nen­ti del grup­po è sta­ta det­ta­ta ini­zial­men­te da un’e­si­gen­za tec­ni­ca, che si è tra­sfor­ma­ta in un’occasione.

Il pro­get­to Flu­tua nasce nel set­tem­bre 2010 da un’idea di Dana (voce), Devis (bat­te­ria, drum machi­nes e cam­pio­na­to­re), Fran­co (bas­so) e Mat­teo (chi­tar­ra e synth). Da otto­bre 2011 comin­cia­no i live con que­sta for­ma­zio­ne nei loca­li e festi­val del­le zone. Rag­giun­to un reper­to­rio di una ven­ti­na di can­zo­ni e dopo le rea­zio­ni posi­ti­ve del pub­bli­co nei live, pen­sa­no di regi­stra­re pro­fes­sio­nal­men­te qual­che ine­di­to. Nel mag­gio 2017 con­tat­ta­no Filip­po Destrie­ri per far­gli ascol­ta­re i loro pez­zi, il qua­le offre loro la sua pro­du­zio­ne arti­sti­ca. Si rivol­go­no a Fabio Fusi, che già cono­sce­va­no come pro­dut­to­re (Pia­ne­ta Musi­ca Erba). Fabio si pro­po­ne di co-pro­dur­re l’al­bum insie­me ai Flu­tua, quin­di nel gen­na­io 2018 ini­zia­no le regi­stra­zio­ni. Fran­co e Mat­teo deci­do­no di abban­do­na­re il pro­get­to e suben­tra quin­di Fabio Fusi, regi­stran­do le trac­ce di bas­so e chi­tar­ra e pro­po­nen­do nuo­vi arrangiamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: