MUSICA

Aiello : L’artista presenta “che canzone siamo”, il nuovo singolo dalle sonorità urban | New Hit

È già pos­si­bi­le pre­or­di­na­re e pre­sal­va­re il nuo­vo sin­go­lo di Aiel­lo dal tito­lo che can­zo­ne sia­mo, dispo­ni­bi­le da vener­dì 16 otto­bre su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li e in radio. Stes­so gior­no di usci­ta per il video uffi­cia­le su YouTube. 

Per pre­sa­ve e pre­or­der: https://Aiello.lnk.to/checanzonesiamo

Che can­zo­ne sia­mo, scrit­ta da Aiel­lo e pro­dot­ta da Iaco­po Sini­ga­glia e Ales­san­dro For­te, è una bal­lad con­tem­po­ra­nea figlia del new pop del­l’ar­ti­sta, che fa del­la con­ta­mi­na­zio­ne di gene­ri la sua fir­ma uni­ca. Aiel­lo, que­sta vol­ta, mesco­la can­tau­to­ra­to ita­lia­no, pop inter­na­zio­na­le e suo­ni urban, in modo poten­te ed empa­ti­co. La ricer­ca­tez­za del sound e le paro­le diret­te, mai scon­ta­te, scel­te per rac­con­ta­re la fine di una rela­zio­ne, arri­va­no drit­te al pet­to e al cuo­re. Il sin­go­lo, che si apre con le note deli­ca­te di un pia­no­for­te, segue un cre­scen­do emo­ti­vo fino al ritor­nel­lo for­te­men­te elet­tro­ni­co. In que­sta can­zo­ne, sicu­ra­men­te la più urban del­la sua pro­du­zio­ne, i suo­ni pop del­la chi­tar­ra acu­sti­ca e del pia­no­for­te incon­tra­no quel­li più aci­di del­la synth lead che crea un arpeg­gio volu­ta­men­te fuo­ri tem­po rispet­to al metro­no­mo. Sen­ti­men­to e Spe­ri­men­ta­zio­ne sono le for­ze motri­ci del­la visio­ne arti­sti­ca del cantautore.

«Che can­zo­ne sia­mo è quel­la doman­da che avrem­mo volu­to fare e che non abbia­mo fat­to, è una con­fes­sio­ne rive­la­tri­ce, è guar­da­re drit­to l’o­riz­zon­te, per­ché il peg­gio è pas­sa­to… quan­do rea­liz­zi che incon­trar­si è sta­to il rega­lo più bel­lo del­la vita, ma anche per­der­si è sta­to sal­vi­fi­co per tut­ti».

Dopo il gran­de suc­ces­so otte­nu­to con Vie­ni­mi (a bal­la­re), cer­ti­fi­ca­to disco d’o­ro con 10 milio­ni di stream e più di 9 milio­ni di views, Aiel­lo pro­po­ne un sin­go­lo che espri­me l’im­por­tan­za di rico­no­sce­re in una can­zo­ne con­di­vi­sa la sto­ria d’a­mo­re e cer­ti ricor­di inde­le­bi­li. Ogni vol­ta che que­sto rife­ri­men­to man­ca, gli aman­ti si tro­ve­ran­no a rivi­ve­re la rela­zio­ne pas­sa­ta in ogni bra­no che pas­se­rà alla radio.

“Se doves­si imma­gi­na­re la musi­ca di doma­ni, la vedrei esat­ta­men­te così, che vada drit­ta al cuo­re, sen­za fil­tri, che rac­con­ti di me, che abbia sem­pre un suo­no ricer­ca­to e l’a­spi­ra­zio­ne di oltre­pas­sa­re i con­fi­ni del safe”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: