PRIMO PIANO WORLD MUSIC

Greta Van Fleet : È disponibile da oggi “My Way, Soon”, il nuovo brano liberatorio e gioioso | New Hit

Dopo più di un anno di atte­sa, oggi, vener­dì 9 otto­bre, i Gre­ta Van Fleet han­no pub­bli­ca­to il nuo­vo sin­go­lo My Way, Soon (Lava/Republic Records), bra­no libe­ra­to­rio e gio­io­so che cele­bra ed espri­me la tra­sfor­ma­zio­ne per­so­na­le del­la band avve­nu­ta negli scor­si tre anni. Con­tem­po­ra­nea­men­te, è onli­ne anche il video uffi­cia­le del bra­no, che è sta­to gira­to, edi­to e diret­to dal gruppo. 

Que­sta can­zo­ne è sta­ta ispi­ra­ta da tut­te le por­te che tre anni di tour ci han­no aper­to. È la mia veri­tà, quel­lo che sen­to riguar­do tut­ti i nostri viag­gi, ma so che si trat­ta del­le stes­se espe­rien­ze e cam­bio di pro­spet­ti­ve anche per Jake, Sam e Dan­ny” Josh Kisz­ka, voce e chi­tar­ri­sta del­la band

Quan­do i Gre­ta Van Fleet han­no pub­bli­ca­to High­way Tune nel mar­zo 2017, bra­no scrit­to nel gara­ge dei geni­to­ri quan­do anco­ra nes­su­no dei com­po­nen­ti del grup­po ave­va com­piu­to 18 anni, non ave­va­no idea che di lì a poco le loro vite sareb­be­ro cam­bia­te com­ple­ta­men­te. La can­zo­ne sareb­be infat­ti diven­ta­ta una hit inter­na­zio­na­le e avreb­be rag­giun­to la vet­ta del­la Billboard’s Main­stream Rock Sin­gles Chart. High­way Tune avreb­be poi aper­to la stra­da a: altri 3 sin­go­li che han­no toc­ca­to con­se­cu­ti­va­men­te la #1, l’album di debut­to che è entra­to alla #1 del­la Billboard’s Top Rock Album e Top Album Sales, un Gram­my Awards per “Best Rock Album”, appa­ri­zio­ni al “The Tonight Show” e al “Satur­day Night Live”, una cer­ti­fi­ca­zio­ne disco d’oro, una fol­la stra­ri­pan­te al loro pri­mo Coa­chel­la, una chia­ma­ta da Elton John in per­so­na che li ha invi­ta­ti a esi­bir­si duran­te il suo Aca­de­my Awards Viewing Par­ty e 246 date sold out in 13 pae­si su cin­que continenti.

I quat­tro mem­bri del­la band Gre­ta Van Fleet – Josh e il suo fra­tel­lo gemel­lo Jake Kisz­ka (chi­tar­ra), il fra­tel­lo più gio­va­ne Sam (bas­so, tastie­re) e l’amico di lun­ga data Dan­ny Wag­ner (bat­te­ria) – non han­no anco­ra com­piu­to 21 anni e due di loro non si sono anco­ra diplo­ma­ti a scuo­la. Tut­ta­via, nel giro di pochi mesi, han­no lascia­to le loro case di fami­glia in Frank­en­muth, Michi­gan, per entra­re – in un modo asso­lu­ta­men­te non pre­vi­sto — in un mon­do fre­ne­ti­co e com­ple­ta­men­te nuo­vo. Un mon­do dove pos­so­no impa­ra­re e cre­sce­re oltre la loro più fer­vi­da immaginazione. 

Dan­ny ha spie­ga­to, “La nostra defi­ni­zio­ne di ‘nor­ma­le’ si è amplia­ta mol­to nel cor­so degli ulti­mi due anni, e ha ci influen­za­to come musi­ci­sti, spe­cial­men­te nel­la scrit­tu­ra e nel­la regi­stra­zio­ne di que­sto nuo­vo album. Abbia­mo rea­liz­za­to che, men­tre sta­va­mo cre­scen­do, ci sia­mo dovu­ti pro­teg­ge­re da tan­te cose, di cui era­va­mo all’oscuro. Quan­do sia­mo sta­ti get­ta­ti den­tro que­sto mon­do immen­so, ini­zial­men­te è sta­to un po’ uno shock cul­tu­ra­le”.

Abbia­mo visto come le per­so­ne vivo­no in diver­se par­ti del mon­do”, ha aggiun­to Sam, “e abbia­mo svi­lup­pa­to un rispet­to rea­le per le dif­fe­ren­ti cul­tu­re e gen­ti. Sia­mo pas­sa­ti dal gui­da­re lun­go un’autostrada per esi­bir­ci e vede­re barac­co­po­li sen­za fine a San Pao­lo in Bra­si­le, a suo­na­re in alcu­ni dei posti più ric­chi del­la Ter­ra”. 

Jake ha aggiun­to “Abbia­mo visto tan­tis­si­mo – cul­tu­re, per­so­ne e tra­di­zio­ni tut­te dif­fe­ren­ti – ma abbia­mo capi­to anche quan­to noi sia­mo simi­li a que­ste socie­tà così lon­ta­ne da noi. Mi ha sor­pre­so con­sta­ta­re quan­to sia­mo vici­ni in que­sto sen­so”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: