LETTURA NOVITA'

Massimo Iondini : Il giornalista presenta “PAOLA E LUCIO — Pallottino, la donna che lanciò Dalla”, il libro dedicato alla coppia artistica formata da Lucio Dalla e Paola Pallottino | Cultura

Il gior­na­li­sta Mas­si­mo Ion­di­ni pre­sen­ta al Tea­tro “Bia­gi D’Antona” di Castel Mag­gio­re (BO), il libro PAOLA E LUCIO – Pal­lot­ti­no, la don­na che lan­ciò Dal­la” (Edi­zio­ni La Fron­da), dedi­ca­to alla cop­pia arti­sti­ca for­ma­ta da Lucio Dal­la e Pao­la Pal­lot­ti­no.

L’incontro sarà mode­ra­to dal­lo scrit­to­re Mat­teo Bor­to­lot­ti e vedrà la par­te­ci­pa­zio­ne del­la stes­sa Pao­la Pal­lot­ti­no. Gli inter­ven­ti saran­no accom­pa­gna­ti dall’esecuzione di alcu­ni dei bra­ni fir­ma­ti Pal­lot­ti­no-Dal­la a cura del teno­re Cris La Tor­re (al seco­lo Cri­stia­no Cre­mo­ni­ni) e del can­tau­to­re Rod Man­na­ra.

L’evento è ad ingres­so gra­tui­to con pre­no­ta­zio­ne obbli­ga­to­ria (ini­zio ore 16:30 — e‑mail eventi@renogalliera.it – tel. 331 1081173).

Ion­di­ni rac­con­ta retro­sce­na e aned­do­ti degli esor­di del­la car­rie­ra del can­tau­to­re bolo­gne­se e sve­la l’inedita ver­sio­ne dal­lia­na del bra­noLa ragaz­za e l’eremita”, frut­to del soda­li­zio con la sto­ri­ca del­l’ar­te, illu­stra­tri­ce e paro­lie­ra Pao­la Pal­lot­ti­no. Una bre­ve ma inten­sa col­la­bo­ra­zio­ne gra­zie alla qua­le vide­ro la luce can­zo­ni come “4 mar­zo 1943”, “Un uomo come me”, “Il gigan­te e la bam­bi­na” e “Anna Bel­lan­na”. A tal pro­po­si­to, Mas­si­mo Ion­di­ni racconta: 

«Nel cas­set­to di Pao­la Pal­lot­ti­no era rima­sta una loro can­zo­ne di mez­zo seco­lo fa che, con gran­de emo­zio­ne, ho avu­to il pri­vi­le­gio di ascol­ta­re gra­zie a un pro­vi­no, pia­no­for­te e voce, regi­stra­to su una vec­chia musi­cas­set­ta gelo­sa­men­te custo­di­ta per tut­to que­sto tem­po. Curio­so è poi il fat­to che diver­si anni dopo esse­re sta­to musi­ca­to da Lucio, il testo de “La ragaz­za e l’e­re­mi­ta” attras­se anche Ange­lo Bran­duar­di, che pub­bli­cò il bra­no nel ’94. Un affa­sci­nan­te e sin­go­la­re con­fron­to a distanza».

Gra­zie anche alle testi­mo­nian­ze esclu­si­ve del­la stes­sa Pao­la Pal­lot­ti­no, di Gian­ni Moran­di, Gino Pao­li, Ren­zo Arbo­re, Ron, Mau­ri­zio Van­del­li, Mau­ri­zio De Ange­lis, Vin­ce Tem­pe­ra, Ange­lo Bran­duar­di e Arman­do Fran­ce­schi­ni, Ion­di­ni rac­con­ta la car­rie­ra di Dal­la nei pri­mi anni Set­tan­ta dall’exploit san­re­me­se di “4 mar­zo 1943” al gial­lo de “Il gigan­te e la bam­bi­na”, fino alla pre­ma­tu­ra e defi­ni­ti­va rot­tu­ra del rap­por­to con Pao­la Pal­lot­ti­no, che aprì la stra­da alla col­la­bo­ra­zio­ne di Lucio con il poe­ta e intel­let­tua­le bolo­gne­se Rober­to Roversi. 

«Fu una pio­nie­ri­sti­ca e fon­da­men­ta­le col­la­bo­ra­zio­ne quel­la tra Dal­la e l’al­lo­ra illu­stra­tri­ce di fia­be Pao­la Pal­lot­ti­no. – dice Mas­si­mo Ion­di­niUn incon­tro deci­si­vo per la car­rie­ra di Lucio a par­ti­re dal testo di “Gesu­bam­bi­no”, tal­men­te per­so­na­le e auto­bio­gra­fi­co da indur­lo a inti­to­la­re il bra­no, com­pli­ce anche la cen­su­ra del­la Rai e degli orga­niz­za­to­ri del Festi­val di Sanremo1971, con la sua stes­sa data di nasci­ta, 4 mar­zo 1943».

Ad arric­chi­re ulte­rior­men­te il libro “PAOLA E LUCIO – Pal­lot­ti­no, la don­na che lan­ciò Dal­la” è la pre­fa­zio­ne a cura di Gian­ni Moran­di, che ricor­da gli esor­di del­la sua car­rie­ra e di quel­la del suo ami­co e con­ter­ra­neo Lucio Dalla. 

Mas­si­mo Ion­di­ni è nato a Mila­no il 21 luglio 1964. Lau­rea­to in Scien­ze Poli­ti­che all’U­ni­ver­si­tà Cat­to­li­ca del Sacro Cuo­re, da un quar­to di seco­lo è gior­na­li­sta pres­so il quo­ti­dia­no “Avve­ni­re” dove lavo­ra alla reda­zio­ne cul­tu­ra­le, occu­pan­do­si prin­ci­pal­men­te di musica. 

Pao­la Pal­lot­ti­no, nata a Roma nel 1939, già pro­fes­so­re asso­cia­to di Sto­ria dell’arte con­tem­po­ra­nea all’Università di Mace­ra­ta, ha svol­to inten­sa atti­vi­tà di stu­dio e divul­ga­zio­ne del­la sto­ria dell’illustrazione, cul­mi­na­ta con la fon­da­zio­ne a Fer­ra­ra del MIL Museo dell’Illustrazione Cen­tro Stu­di sull’immagine ripro­dot­ta, diret­to dal 1992 al 2005. Illu­stra­tri­ce e autri­ce di testi per Dal­la e Bran­duar­di, ha col­la­bo­ra­to all’Enc. Uni­ver­sa­le dell’Arte, al Diz. Bio­gra­fi­co degli Ita­lia­ni, al Dic­tion­nai­re des illu­stra­teurs e all’Allgemeines Kün­stler­le­xi­kon. È autri­ce di una ven­ti­na di libri, da “Sto­ria dell’illustrazione ita­lia­na” a “Dall’atlante del­le imma­gi­ni”, oltre che di cen­ti­na­ia di sag­gi in Ita­lia e all’estero. Ha appe­na pub­bli­ca­to “Le figu­re per dir­lo. Sto­ria del­le illu­stra­tri­ci ita­lia­ne” (Trec­ca­ni, 2019).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: