MUSICA

Elasi : È disponibile il video di “Valanghe”, il singolo che anticipa l’Ep di esordio “Campi Elasi” | New Hit

Imma­gi­na­te di vive­re su un pia­ne­ta ver­de-acqua, ros­so-coral­lo e bian­co-pan­na. Un uni­ver­so dove tut­to è pos­si­bi­le, dove si può cade­re sen­za far­si male, lasciar­si tra­vol­ge­re dal­le ina­spet­ta­te e sor­pren­den­ti valan­ghe del­la vita, pre­ci­pi­ta­re sen­za pau­ra tra ciuf­fi di nuvo­le e cie­li azzur­ri gon­fi di fan­ta­sia. Dove si può bal­la­re anche rima­nen­do immo­bi­li, cam­mi­na­re sospe­si, ave­re quat­tro brac­cia o lasciar­si tra­spor­ta­re da quel­le altrui.

Da quel pia­ne­ta arri­va il video di Valan­ghe, sin­go­lo che anti­ci­pa Cam­pi Ela­si, l’Ep di esor­dio di Ela­si, uno dei talen­ti più ori­gi­na­li e cri­stal­li­ni del pano­ra­ma musi­ca­le ita­lia­no, in usci­ta a fine otto­bre per Never Ending Mina con distri­bu­zio­ne di Arti­st First.

“In que­sto video mi sen­to una pixie nel suo mon­do paral­le­lo. Il mio cor­po è flui­do e mutan­te, i miei desi­de­ri sono neve cal­da rac­con­ta Ela­si. È un sogno su scher­mo, dove i cor­pi uma­ni sono sia atto­ri che sce­no­gra­fia, dove la dan­za con­tem­po­ra­nea è poe­sia visiva”.

Per il video di “Valan­ghe” abbia­mo svi­lup­pa­to un’im­ma­gi­ne di Ela­si più poe­ti­ca e sur­rea­le. Aggiun­ge il team di Mysto Stu­dio che si è occu­pa­to dell’art direc­tion e del­la regia. Par­ten­do da con­cet­ti tro­va­ti all’in­ter­no del bra­no, sia­mo arri­va­ti a imma­gi­ni visi­ve den­tro le qua­li avven­go­no del­le storie”.

Un imma­gi­na­rio pop, colo­ra­to e oni­ri­co che si spo­sa alla per­fe­zio­ne con il calei­do­sco­pi­co mon­do musi­ca­le crea­to da Ela­si, frut­to di una curio­si­tà musi­ca­le insa­zia­bi­le e di un’energia crea­ti­va irre­si­sti­bi­le, dove si mesco­la­no tes­su­ti elet­tro­ni­ci, groo­ve dan­ce ed etni­ci, arran­gia­men­ti voca­li psi­che­de­li­ci, chi­tar­re non con­ven­zio­na­li, tabla e can­ti sufi del mae­stro india­no Kamod Raj.

Il video di Valan­ghe tra­spo­ne in imma­gi­ni il magi­co mon­do arti­sti­co di Ela­si, che non sce­glie mai la via più sem­pli­ce e scon­ta­ta ma si diver­te a devia­re, esplo­ra­re, osa­re. Per­ché in fon­do che male c’è se nel fuo­ri­pi­sta di una vita in disce­sa diven­tia­mo valanghe?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: