MUSICA

Dinosauro : È disponibile da oggi il nuovo singolo dal titolo “Casa” | New Hit

Dino­sau­ro pre­sen­ta il ter­zo sin­go­lo che si inti­to­la Casa, fuo­ri su tut­ti i Digi­tal Sto­re il 29 set­tem­bre per Mana­ge­ment Rus­so, distri­bui­to da Arti­st Fir­st.

Casa è il bra­no più inti­mo del rac­con­to che l’artista sta trac­cian­do. Da dove arri­va Dino­sau­ro? Ecco sve­la­to l’arcano, il bra­no sno­da casa, rac­con­tan­do­la nell’accezione più com­ple­ta pos­si­bi­le: la malin­co­nia e il con­for­to che ne deri­va, il posto in cui sen­tir­si al sicu­ro, il rac­con­to del­le ori­gi­ni nel­le inten­zio­ni, nel­la vita scel­ta, nel­la cit­tà d’appartenenza, nei modi, nei sogni in cui si è inca­stra­ti, nel­l’e­du­ca­zio­ne rice­vu­ta. È il pri­mo bra­no scrit­to da Dino­sau­ro, ma ci vole­va un po’ di corag­gio per tirar­lo fuo­ri dal cassetto.

La pro­du­zio­ne, deci­sa­men­te più aggres­si­va, il rit­mo ser­ra­to di ogni paro­la e le imma­gi­ni sca­tu­ri­te da que­sto eccel­len­te con­nu­bio, ripor­ta­no alla men­te i fra­me che il bra­no vuol sug­ge­ri­re a gran voce: per­si­no la coper­ti­na rac­con­ta la can­zo­ne con una foto, ovve­ro una scul­tu­ra in accia­io di Aga­pi­to Minuc­chi del 1980 che rap­pre­sen­ta­va la gran­dez­za indu­stria­le e tec­no­lo­gi­ca di una cit­tà fon­da­ta sul­l’ac­cia­io come Ter­ni. Si leg­ge­va, fino a qual­che tem­po fa, sul­la par­te fron­ta­le del­la scul­tu­ra, un graf­fi­to con la scrit­ta “Ben­ve­nu­ti in Cali­for­nia”. Que­sta sfu­ma­tu­ra è iro­ni­ca, pun­gen­te, signi­fi­ca­ti­va di ciò che ren­de la pro­vin­cia un posto pre­zio­so in cui voler tor­na­re.
Le gra­fi­che sono di Loren­zo Lan­ni a par­ti­re da una foto in cui Dino­sau­ro ave­va biso­gno di esser­ci. Pro­du­zio­ne arti­sti­ca, arran­gia­men­to, mix e master di Mar­co Testa (Sinu­soi­de Studio).

Il pro­get­to Dino­sau­ro nasce dall’esigenza di rac­con­ta­re una sto­ria fat­ta di tan­ti pez­zi, tut­ti fon­da­men­ta­li, per rea­gi­re ad un’estinzione intel­let­tua­le ed emo­ti­va. Dino­sau­ro è un pro­get­to che pri­ma di tut­to ha biso­gno di una voce più che di un vol­to. La pro­du­zio­ne musi­ca­le dei bra­ni è affi­da­ta di vol­ta in vol­ta a musi­ci­sti e pro­dut­to­ri diver­si nes­su­no a caso per dare i giu­sti colo­ri alle paro­le scel­te per rac­con­ta­re un pez­zo di una sto­ria più com­ples­sa. Il nome del pro­get­to è Dino­sau­ro per­ché i dino­sau­ri sono un retag­gio del pas­sa­to di tut­ti, ci affa­sci­na­no sem­pre ma, anco­ra c’è chi ha il dub­bio che sia­no esi­sti­ti. La veri­tà è che si sono estin­ti. Un bel segna­le nei con­fron­ti di un mon­do che ci pia­ce sem­pre meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: