MUSICA

Kings of Subhumans : Si vola nello spazio con il nuovo album “The past is over” | New Hit

The past is over è il nuo­vo album dei Kings of Sub­hu­mans, power duo roma­no che navi­ga con sicu­rez­za le vie dell’alternative rock. Un disco oscu­ro, mag­ma­ti­co, ma con mol­ti lam­pi di ener­gia improv­vi­sa. E in gra­do di cam­mi­na­re nel­lo spa­zio side­ra­le alla ricer­ca di nuo­vi mon­di, come sug­ge­ri­sce la copertina.

“Sia­mo come due pugi­li che si sfi­da­no all’ultimo san­gue ogni vol­ta che pro­via­mo” dichia­ra­no i KOS, a sot­to­li­nea­re l’intensità che con­trad­di­stin­gue le per­for­man­ces del duo.

Tra il 2018 e il 2019, oltre a una serie di con­cer­ti in sup­por­to di band loca­li, i KOS deci­do­no di regi­stra­re il loro nuo­vo album nel­la loro secon­da casa, cioè lo sto­ri­co Tra­fal­gar Recor­ding Stu­dio di Roma. Ecco quin­di che The past is over è regi­stra­to da Ange­lo Pal­ma con l’assistenza in stu­dio di Gio­van­ni Illuminati.

Anti­ci­pa­to dal ben accol­to sin­go­lo The Upsi­de­do­wn usci­to a mag­gio 2020, The past is over è accom­pa­gna­to dal video­clip del­la trac­cia che dà nome all’album, rea­liz­za­to dal 3d pro­du­cer Danie­le Sca­li. L’album sarà pre­sen­ta­to il 31 otto­bre 2020 al Wishli­st Club di Roma nell’ambito del for­mat Distor­tion.


I Kos — Kings of Sub­hu­mans sono un alter­na­ti­ve power rock duo indi­pen­den­te di Roma. Nati nel 2015 dall’incontro musi­ca­le tra Mark Jor­dan Men­dax (voci, chi­tar­re e paro­le) e Ange­lo Pal­ma (bat­te­ri­sta e pro­dut­to­re) entram­bi pro­ve­nien­ti da diver­se espe­rien­ze (Neu­ro­ti­ka, Biorn, Bless the Don­key) ini­zia­no a suo­na­re le can­zo­ni che avreb­be­ro dato cor­po e vita al loro pri­mo album Pla­stic Sin­ner, rea­liz­za­to nel 2017.

Pla­stic Sin­ner è sta­to regi­stra­to nel 2016 da Ales­san­dro Gavaz­zi nel suo Hell Smell Stu­dio di Aci­lia (Roma). L’album è sta­to accom­pa­gna­to dall’uscita di due video­clip, WHO SHOT THE RABBIT? (Spread your love) rea­liz­za­to da Gia­co­mo Spa­co­ni e Pla­stic Sin­ner gira­to da Ales­san­dro Rosa con l’editing di Gia­co­mo Spa­co­ni e Clau­dia Nan­ni. Sia per le ses­sio­ni di regi­stra­zio­ne sia per le per­for­man­ces live di Pla­stic Sin­ner i KOS si sono avval­si del­la col­la­bo­ra­zio­ne del bas­si­sta Gia­co­mo Nar­del­li per poi deci­de­re di pro­se­gui­re con la for­ma­zio­ne a due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: