MUSICA

M¥SS KETA : La novella pulzella d’Orleans torna con un brano mistico dal titolo “Giovanna Hardcore” | NEWHIT

Da Regi­na di Por­ta Vene­zia a novel­la pul­zel­la d’Orleans. Don­na esta­ti­ca ed ere­ti­ca come l’eroina fran­ce­se: l’estasi dell’hardcore e l’eresia del club­bing in uno spa­zio aper­to e scon­fi­na­to. Del resto, l’eresia e l’estasi sono spes­so le vie del­la Verità.

È dispo­ni­bi­le il video di Gio­van­na Har­d­co­re che accom­pa­gna il nuo­vo sin­go­lo di M¥SS KETA pro­dot­to da Riva, già su tut­te le piat­ta­for­me digi­ta­li dal 28 ago­sto per Island/Universal Music Italia.

“Una pas­seg­gia­ta soli­ta­ria a caval­lo del mio fede­le solea­dor, il mio hard-cuo­re che ini­zia a bat­te­re come una cas­sa drit­ta, un rave nasco­sto in una pra­te­ria deso­la­ta. Lascia­te­vi tra­spor­ta­re in que­sto sogno atem­po­ra­le fino a per­de­re i sen­si, fate­vi cul­la­re al rit­mo di un’estasi misti­ca e ance­stra­le lun­ga cen­ti­na­ia di anni: è arri­va­ta Gio­van­na Har­d­co­re, e ho det­to Hardcore”.

Più che un video, una visio­ne in cui con­flui­sco­no ispi­ra­zio­ni diver­se, dal cele­bre capo­la­vo­ro di Carl Theo­dor Dreyer (La pas­sio­ne di Gio­van­na d’Arco, 1928) a Stal­ker (1979) di Andrej Tar­ko­v­skij, da La cica­tri­ce inté­rieu­re a La leg­gen­da di Kaspar Hau­ser(2012) di Davi­de Manuli.

In Gio­van­na Har­d­co­re, M¥SS KETA diven­ta una neo-amaz­zo­ne post-punk e post-apo­ca­lit­ti­ca: con un mood a metà stra­da fra Lady­ha­w­ke e Fan­ta­ghi­rò, can­ta un incan­te­si­mo in ver­si che fa col­las­sa­re un futu­ro disto­pi­co in un pas­sa­to oscu­ro. Un ritor­nel­lo che si ripe­te come una for­mu­la magi­ca, ogni vol­ta più deci­so, su una base musi­ca­le che cre­sce in auda­cia, accom­pa­gnan­do una dan­za che si fa sem­pre più inten­sa. È l’incarnazione stes­sa di un sab­ba rave che rive­la i trat­ti di una dan­za pri­mor­dia­le e di un ritua­le con­tem­po­ra­neo.

Gio­van­na Har­d­co­re sta dal­la par­te di sé stes­sa e nes­sun altro, sopra una cas­sa drit­ta che spa­ra cam­pio­na­men­ti di spa­de e nitri­ti, bat­te­rie Jun­gle e cor­ni da guer­ra. E un rit­mo inten­so che richia­ma il sound dei gran­di mae­stri del­la Dan­ce ita­lia­na come Gigi d’A­go­sti­no e Gabry Pon­te, ma anche pie­tre milia­ri del­l’e­let­tro­ni­ca come i Che­mi­cal Bro­thers, in un’at­mo­sfe­ra oscu­ra e subli­me dove il pia­ce­re incon­tra il terrore.

Il video di Gio­van­na Har­d­co­re è una visio­ne del team M¥SS KETA, diret­to da Gia­da Bossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: