MUSICA

LA SETTIMANA DELLA MUSICA : Si riparte con ottimismo, con coraggio, con la grande musica su Raiuno, all’Arena di Verona! | Conferenza Stampa

Ieri ho assi­sti­to per­so­nal­men­te alla con­fe­ren­za stam­pa in diret­ta strea­ming dedi­ca­ta alla Set­ti­ma­na del­la musi­ca. Sono sta­ti pre­sen­ta­ti il Seat Music Awards, La par­ti­ta del cuo­re e Heroes.

Han­no pre­sen­zia­to e pre­sen­ta­to gli even­ti: Car­lo Con­ti, Vanes­sa Incon­tra­da, Nek, Fede­ri­co Sboa­ri­na (Sin­da­co di Vero­na), Ste­fa­no Colet­ta (Diret­to­re Rai), Anto­nio Mara­no (Pre­si­den­te Rai Pub­bli­ci­tà), Clau­dio Fasu­lo (Vice­di­ret­to­re Raiu­no), Gian­mar­co Maz­zi (Dire­zio­ne Gene­ra­le e arti­sti­ca Are­na di Vero­na Srl — even­ti live e Tv), Fer­di­nan­do Sal­za­no (Fon­da­to­re Friends&Partners), Rober­to De Luca (Pre­si­den­te Live Nation), Cle­men­te Zard (Ammi­ni­stra­to­re Dele­ga­to Vivo Con­cer­ti), Gian­lu­ca Pec­chi­ni (Diret­to­re Gene­ra­le Nazio­na­le Can­tan­ti), Andrea Rapac­ci­ni (Pre­si­den­te Music Inno­va­tion Hub Impre­sa Socia­le), Pier Lui­gi De Pal­ma (Senior Advi­sor Music Inno­va­tion Hub Impre­sa Socia­le), Pie­ran­to­nio Vaniel­lo (Diret­to­re Gene­ra­le SEAT), Tit­ti Quag­gia (Vice­pre­si­den­te asso­cia­zio­ne par­ti­ta del cuo­re), Pao­la Mar­che­si­ni (Diret­to­re RaiRadio2) e Mar­co Pon­ti­ni (Vice­pre­si­den­te Radio Italia).

Pren­de per pri­mo la paro­la il sin­da­co di Vero­na Fede­ri­co Sboa­ri­na:

L’Arena di Vero­na è patri­mo­nio dell’umanità. Quin­di ho pen­sa­to di met­te­re a dispo­si­zio­ne del­la musi­ca, di tut­ti, il nostro pre­sti­gio­so anfi­tea­tro per que­sta set­ti­ma­na cosi impor­tan­te. Da Vero­na deve par­ti­re un mes­sag­gio di ripar­ten­za, di ottimismo. 

Voglio fare un rin­gra­zia­men­to per il 15% del­la rac­col­ta fon­di che ver­rà fat­ta e che sarà desti­na­ta ai lavo­ra­to­ri del­la nostra are­na che come tan­ti altri lavo­ra­to­ri sono sta­ti col­pi­ti da que­sta pan­de­mia. Dico que­sto tra l’al­tro in una set­ti­ma­na in cui c’è la neces­si­tà di otti­mi­smo. Il fat­to di ripar­ti­re attra­ver­so la musi­ca, attra­ver­so lo spet­ta­co­lo ci aiu­ta anco­ra di più a rial­zar­ci in pie­di. Sicu­ra­men­te tut­to potrà e dovrà miglio­ra­re per la qua­li­tà del­la vita dei vero­ne­si e degli ita­lia­ni”.

Gian­mar­co Maz­zi, diret­to­re gene­ra­le e arti­sti­co dell’Arena di Vero­na Srl, si uni­sce al discor­so del sindaco:

In que­sta ripar­ten­za abbia­mo lavo­ra­to mol­to fian­co a fian­co con le gran­di orga­niz­za­zio­ni dei live in Ita­lia. Devo fare una men­zio­ne spe­cia­le per Fer­di­nan­do Sal­za­no per­ché l’im­pe­gno che ha mes­so mi ha dav­ve­ro impres­sio­na­to. In que­sta ripar­ten­za c’è un sim­bo­li­smo sin­go­la­re. Tut­ta la comu­ni­tà del­la musi­ca si va a ritro­va­re in un luo­go che è l’Arena di Vero­na. Ed è un luo­go che noi ere­di­tia­mo dal tem­po anti­co. Inol­tre da doma­ni ci sarà anche un’al­tra pic­co­la ripar­ten­za che è il nuo­vo sito uffi­cia­le del­l’A­re­na di Vero­na dedi­ca­to ai live, alla TV e agli even­ti spe­cia­li: si chia­ma arenalive.it e intor­no costrui­re­mo una nar­ra­zio­ne social dal pun­to di vista dell’Arena e degli spet­ta­to­ri che ver­ran­no a vede­re i gran­di eventi”.

Suc­ces­si­va­men­te pren­de la paro­la il diret­to­re di Raiu­no Ste­fa­no Colet­ta:

“Ci tene­vo a rin­gra­zia­re tut­ti: Gian­mar­co, Fer­di­nan­do, Clau­dio, ovvia­men­te Car­lo, Vanes­sa e Nek e tut­ti colo­ro che con gran­de lena, con gran­de impe­gno, con gran­de pas­sio­ne han­no mes­so a dispo­si­zio­ne le loro pro­fes­sio­na­li­tà per ren­de­re pos­si­bi­le que­sto even­to per­ché per noi che sia­mo den­tro il mec­ca­ni­smo ci sem­bra tut­to pos­si­bi­le. Il pae­se è di nuo­vo in una gran­de ansia, un gran­de timo­re. Lo vedo dal mio pic­co­lo osser­va­to­rio. Leg­ge­te anche voi i gior­na­li sui casi covid, anche nel­le tra­smis­sio­ni tele­vi­si­ve. Ormai più che il diret­to­re mi sen­to il diret­to­re di una Asl per­chè la mate­ria pri­ma­ria è quel­la del covid però que­sto even­to tra­smet­te a me, come ope­ra­to­re di que­sto set­to­re e imma­gi­no al pub­bli­co, la gio­ia di poter ripar­ti­re per­ché comun­que dovrem­mo ripar­ti­re, gesti­re que­sta mac­chia uma­na e non uma­na che avvol­ge le nostre vite. Sarà una ripre­sa autun­na­le mol­to com­pli­ca­ta e come già è suc­ces­so per Raiu­no gra­zie al lavo­ro di Clau­dio Fasu­lo e di tut­ti gli altri col­la­bo­ra­to­ri con “Musi­ca che uni­sce” che in pochis­si­mi gior­ni duran­te il Loc­k­do­wn deci­dem­mo di rea­liz­za­re in pri­ma sera­ta (anche lì con una matri­ce soli­da­le lega­ta ad una rac­col­ta fon­di). Il bel­lo di que­sto even­to è che è la pri­ma vol­ta che si tra­sfe­ri­sce a set­tem­bre. Tra­di­zio­nal­men­te Raiu­no per 13 edi­zio­ni lo ha sem­pre man­da­to in onda in pri­ma sera­ta nel mese di giu­gno. L’evento arri­va in un momen­to dav­ve­ro in cui tut­ti noi ci sen­tia­mo con­fu­si, non sap­pia­mo ver­so cosa andre­mo incon­tro. Qual­sia­si fami­glia ita­lia­na è avvol­ta dal dub­bio del­la scuo­la, qual­sia­si nostro con­cit­ta­di­no si sve­glia con una gran­de ansia, ma dovre­mo abi­tuar­ci tut­ti a que­sto fan­ta­sma che inve­ce è mol­to pre­sen­te den­tro le nostre vite. Io sono mol­to con­ten­to per­ché anche que­sta vol­ta con la par­te­ci­pa­zio­ne di tan­tis­si­mi arti­sti andia­mo incon­tro a tut­to il mon­do del­lo spet­ta­co­lo che è il mon­do che dav­ve­ro si è più fer­ma­to rispet­to ad altre cate­go­rie pro­fes­sio­na­li e la frui­zio­ne del­l’ar­te è comun­que una quo­ta di gran­de nor­ma­li­tà per i tele­spet­ta­to­ri e quin­di devo dire nono­stan­te fac­cia il diret­to­re del­l’A­sl voglio veni­re a tut­ti costi a Vero­na alme­no nel­la pri­ma sera­ta per­ché si trat­ta di un even­to in que­sto momen­to straor­di­na­rio che ha e con­ti­nua ad ave­re una matri­ce di ser­vi­zio pub­bli­co. Rin­gra­zio Car­lo, Vanes­sa, e Nek che met­te­ran­no la loro fac­cia. Io pen­so che dob­bia­mo asse­gna­re a que­sta set­ti­ma­na vero­ne­se anche un ele­men­to di corag­gio. Pen­so spes­so a una can­zo­ne che ascol­to nei momen­ti di mag­gio­re dif­fi­col­tà che non sono per me qua­si mai lega­te al lavo­ro per­ché le dif­fi­col­tà del­la vita sono altri. C’è que­sta can­zo­ne di Fio­rel­la Man­no­ia che per altro sarà ospi­te del­la pri­ma pun­ta­ta che è il Peso del corag­gio che ho sco­per­to per l’altro che il testo l’ha scrit­to la nostra col­la­bo­ra­tri­ce del­la Rai. Ria­scol­tar­la fa bene al cuo­re in que­sto momen­to per­ché ci dà l’e­ner­gia per pen­sa­re che ci sono dei valo­ri che anche attra­ver­so que­sta pagi­na sto­ri­ca dram­ma­ti­ca biso­gna con­ti­nua­re a per­se­gui­re per­chè fa bene a noi stes­si agli altri: sono la pas­sio­ne e l’onestà e io pen­so che il risul­ta­to che vedre­mo mer­co­le­dì sarà dav­ve­ro il segna­le di que­sto mon­do bel­lo che in que­sto momen­to dob­bia­mo tut­ti ricor­da­re”.

Il diret­to­re ci invi­ta quin­di a guar­da­re il futu­ro con otti­mi­smo, maga­ri aiu­tan­do­ci con del­la buo­na musi­ca. Dopo è inter­ve­nu­to il vice­di­ret­to­re di Raiu­no Clau­dio Fasu­lo:

Vor­rei sem­pli­ce­men­te sot­to­li­nea­re un con­cet­to mol­to impor­tan­te per­ché rico­min­cia la sta­gio­ne tele­vi­si­va, rico­min­cia con la gran­de musi­ca che cer­ta­men­te è il cen­tro di gra­vi­tà attor­no al qua­le si svol­ge tut­ta l’at­ti­vi­tà dell’intrattenimento di Raiu­no, con un astro prin­ci­pa­le che è sicu­ra­men­te il Festi­val di San­re­mo, ma con tut­ta un’at­ti­vi­tà che vie­ne svol­ta attor­no impor­tan­tis­si­ma. La musi­ca duran­te il loc­k­do­wn non si è fer­ma­ta. Sia­mo riu­sci­ti a costrui­re l’evento “Musi­ca che uni­sce” che ha visto la par­te­ci­pa­zio­ne di tan­ti arti­sti e anche in que­ste tre sera­te tro­ve­re­mo il gran­de signi­fi­ca­to di ripar­ti­re dal­la musi­ca. Come sape­te bene tut­to que­sto gra­vi­ta intor­no a tut­ti i lavo­ra­to­ri del­lo spet­ta­co­lo, per noi un tema fon­da­men­ta­le. È un tema che sicu­ra­men­te non per­de­re­mo di vista nel­la sta­gio­ne autun­na­le di Raiu­no dove tro­ve­re­mo San­re­mo gio­va­ni, dove tro­ve­re­mo il nuo­vo appun­ta­men­to for­te­men­te volu­to dal diret­to­re arti­sti­co Ama­deus “Ama San­re­mo”: le semi­fi­na­li di San­re­mo gio­va­ni por­ta­te in diret­ta su Raiu­no. 20 gio­va­ni talen­tuo­si — 5 pun­ta­te. Poi una cosa alla qua­le ten­go par­ti­co­lar­men­te è ripar­ti­re dal­l’A­re­na di Vero­na che è per noi di Raiu­no un pal­co­sce­ni­co fon­da­men­ta­le, prin­ci­pa­le, che ci ha dato la pos­si­bi­li­tà sem­pre duran­te il loc­k­do­wn di met­ter­ci un pic­co­lo fio­re all’oc­chiel­lo, una pic­co­la meda­glia, ovve­ro­sia la per­for­man­ce di Dio­da­to all’Arena di Vero­na in pie­no loc­k­do­wn. È sta­to vera­men­te un ful­mi­ne a ciel sere­no, una luce acce­sa che ha rischia­ra­to quel perio­do cupo, di sta­si e che ha fat­to cono­sce­re l’Arena di Vero­na e la gran­de musi­ca ita­lia­na in tut­to il mon­do”.

Arri­va il tur­no dei tre con­dut­to­ri visi­bil­men­te emo­zio­na­ti. Ini­zia Car­lo Con­ti:

“Per me Vero­na è una secon­da casa quin­di ogni vol­ta che capi­ta di veni­re in que­sta mera­vi­glio­sa cit­tà mi sen­to a casa, mi sen­to in fami­glia e soprat­tut­to ogni vol­ta che sono capi­ta­to per lavo­ro a Vero­na, era in occa­sio­ne di una gran­de festa, come gli spet­ta­co­li con Pie­rac­cio­ni e Pana­riel­lo o Il Volo e tan­te altre ini­zia­ti­ve che ho avu­to il modo di pre­sen­ta­re. Que­st’an­no ven­go a Vero­na con uno spi­ri­to ben diver­so anche più costrut­ti­vo con la con­sa­pe­vo­lez­za che stia­mo facen­do qual­co­sa di impor­tan­te quin­di sono anco­ra più orgo­glio­so con Vanes­sa di con­dur­re que­sta sera­ta. È una sera­ta impor­tan­te, una sera­ta even­to vero e pro­prio, una sera­ta che rap­pre­sen­ta la ripar­ten­za del­la musi­ca ed è giu­sto che ven­ga pro­prio su Raiu­no e che avven­ga nell’Arena di Vero­na. In que­sto modo si ha la con­sa­pe­vo­lez­za di fare qual­co­sa di con­cre­to per i tan­ti lavo­ra­to­ri del­lo spet­ta­co­lo e che i can­tan­ti per pri­mi e tut­te le orga­niz­za­zio­ni con il mio ami­co Sal­za­no voglio­no aiu­ta­re, voglia­mo aiu­ta­re e cer­chia­mo di far­lo con un con­tri­bu­to impor­tan­te e sot­to­li­neo tra l’al­tro che tut­ti can­tan­ti che par­te­ci­pe­ran­no sono i pri­mi che daran­no un con­tri­bu­to mate­ria­le a que­sta cau­sa. Que­sto è un aspet­to fon­da­men­ta­le altri­men­ti sareb­be trop­po faci­le chie­de­re agli altri, chie­de­re ai tele­spet­ta­to­ri e non fare il pri­mo gesto. Sono ulte­rior­men­te entu­sia­sta di rag­giun­ge­re Vero­na e di ripar­ti­re su Raiu­no con un even­to così impor­tan­te, di esse­re accom­pa­gna­to da Vanes­sa e di ave­re l’opportunita di tra­scor­re­re tre gior­ni per­chè non ci sarà solo il Seat music awards, ma ci sarà anche la par­ti­ta del cuo­re e la doman­da che si fan­no tut­ti è: chi vin­ce­rà la par­ti­ta del cuo­re? Quest’anno avrà un mec­ca­ni­smo nuo­vo come sape­te con 4 squa­dre e 4 capi­ta­ni par­ti­co­la­ri, due semi­fi­na­li e una fina­le. Quin­di sarà entu­sia­sman­te anche que­sta data. L’entusiasmo è il dop­pio, tri­pro, qua­dru­plo di esse­re con Vanes­sa, di esse­re su Raiu­no, di fare i Seat Music Awards in que­sta sta­gio­ne cosí par­ti­co­la­re e di con­dur­re que­sti tre even­ti cosí uni­ci e spe­ria­mo che resti­no vera­men­te nel­la sto­ria del­la nostra vita”.

Un discor­so dav­ve­ro emo­zio­nan­te quel­lo di Car­lo Con­ti che riba­di­sce più vol­te l’entusiasmo di con­dur­re in pri­ma sera­ta su Raiu­no, affian­ca­to da Vanes­sa Inco­tra­da, in una cor­ni­ce mera­vi­glio­sa come quel­la dell’Arena di Vero­na. Pas­sa la paro­la a Vanes­sa Incon­tra­da:

È un anno dove nn ci sono pre­mi, però quest’anno più che mai la vera pro­ta­go­ni­sta sarà la musi­ca. C’è un gran­de novi­tà come quel­la del pal­co posi­zio­na­to al cen­tro dell’Arena. Car­lo mi dovrà aiu­ta­re altri­men­ti mi per­do. Ma mi dovrà aiu­ta­re anche per­ché lui sa quan­to io sia fisi­ca e so che non ci si può avvi­ci­na­re piu di tan­to. Sono con­ten­ta per­ché Vero­na ormai è casa mia e sono con­ten­ta di rive­de­re Car­lo che ci vedia­mo una vol­ta l’anno anche se ci sen­tia­mo per tele­fo­no per­chè è dif­fi­ci­le incon­trar­si”.

Vanes­sa Incon­tra­da ha mostra­to sin da subi­to tan­ta emo­zio­ne. È una per­so­na che indub­bia­men­te vive tut­to col cuo­re. Farà gran­di cose. È arri­va­to il momen­to di Nek, gran­de novi­tà di quest’anno:

Io sono dav­ve­ro mol­to emo­zio­na­to di esse­re qui anche in que­sta veste nuo­va. Per me è un’esperienza total­men­te nuo­va anche per­ché in tele­vi­sio­ne ci sono sem­pre sta­to da ospi­te quin­di sta­re dal­l’al­tra par­te è emo­zio­nan­te anche per­ché a mol­ti ami­ci gior­na­li­sti, nel­le inter­vi­ste, ho pro­prio det­to che sareb­be sta­to per me inte­res­san­te, sareb­be sta­to curio­so per me met­ter­mi alla pro­va in que­sta cir­co­stan­za per­tan­to devo rin­gra­zia­re intan­to diret­to­re di Raiu­no Ste­fa­no Colet­ta, il vice­di­ret­to­re Clau­dio Fasu­lo, la diret­tri­ce di Rairadio2 Pao­la Mar­che­si­ni per­ché han­no cre­du­to in me, han­no posto fidu­cia nel sot­to­scrit­to. Io natu­ral­men­te sto già lavo­ran­do con un gran­de team, ce la sto met­ten­do tut­ta, ci sto met­ten­do un gran­de impe­gno quin­di spe­ro di esse­re all’altezza del­la situa­zio­ne. Sarà un ono­re per me sta­re al fian­co dei miei col­le­ghi, sta­re isti­tu­zio­nal­men­te al ser­vi­zio del­la musi­ca e di que­sti gran­di nomi che sali­ran­no sul pal­co. Nel­la pun­ta­ta di dome­ni­ca ci saran­no mol­te sor­pre­se musi­ca­li e di que­sto insom­ma rin­gra­zio anch’io Fer­di­nan­do Sal­za­no. Si par­le­rà di tut­ta quel­la gen­te che nn si cono­sce, la sto­ria dei lavo­ra­to­ri del mon­do del­lo spet­ta­co­lo che al pari degli arti­sti ren­do­no magi­ca la musi­ca. Tra l’altro la musi­ca è la mia pas­sio­ne, la mia vita, è il mio lavo­ro. Io sono feli­ce di poter­la rac­con­ta­re su Raiu­no e Rairadio2 in un momen­to in cui la musi­ca deve ripar­ti­re, il tasto del­la musi­ca si deve riac­cen­de­re e biso­gna rimet­ter­si movi­men­to”.

Dopo i discor­si dei tre pre­sen­ta­to­ri arri­va il momen­to di Fer­di­nan­do Sal­za­no, fon­da­to­re di Friends&Partners:

Mi ha col­pi­to mol­to la paro­la del diret­to­re di Raiu­no Ste­fa­no Colet­ta che ovvia­men­te appro­fit­to subi­to per rin­gra­zia­re per la paro­la corag­gio per­ché è vero, il corag­gio è sta­to il pri­mo pun­to fon­da­men­ta­le che ha uni­to innan­zi­tut­to Friends&partner, Live Nation e Vivo Con­cer­ti in uni­ca enti­tà. Que­sta set­ti­ma­na è for­te­men­te sim­bo­li­ca! È sta­ta crea­ta con tena­cia da que­sta orga­niz­za­zio­ne. Sono con­ten­to del fina­le gran­dio­so che avre­mo dome­ni­ca sera in strea­ming con Heroes. Set­ti­ma­na che a que­sto pun­to secon­do me non solo ci met­te nel­la con­di­zio­ne di accen­de­re la musi­ca, ma ci met­te anche un po’ nel­la con­di­zio­ne di usci­rè dal­la con­di­zio­ne casa­lin­ga. Io cre­do che avre­mo biso­gno di tra­sfe­ri­re la for­za e la tenacia.

Arri­ver­ra­no 126 arti­sti, tra le tre gior­na­te, in que­sta set­ti­ma­na, 263 musi­ci­sti, 297 col­la­bo­ra­to­ri, tra staff truc­ca­to­ri, par­ru­chie­ri, mana­ger, sty­li­st ecce­te­ra, 160 tec­ni­ci spe­cia­liz­za­ti, tra pal­chi­sti, tec­ni­ci di sala e quant’altro, 315 per­so­ne di sicu­rez­za, 322 per­so­na­le impie­ga­to loca­le, 58 tec­ni­ci spe­cia­liz­za­ti nel­lo strea­ming, 1415 lavo­ra­ti impie­ga­ti. Que­sto È un segna­le for­tis­si­mo. 12 ore di intrat­te­ni­men­to da par­te di Raiu­no, 5 ore di strea­ming, 10 ore di coper­tu­ra radio”.

Rober­to De Luca e Cle­men­te Zard con­di­vi­do­no il pen­sie­ro di Fer­di­nan­do con gran­de adre­na­li­na e voglia di incominciare. 

In con­clu­sio­ne, que­sta set­ti­ma­na ci rega­le­rà emo­zio­ni, otti­mi­smo e gran­de voglia di guar­da­re il futu­ro con coraggio!

Dal 2 al 6 Set­tem­bre ci sarà uno spet­ta­co­lo sto­ri­co! Segui­te rifugiomusicale.com per i dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: