MUSICA

INTERVISTA | ACQUARI : L’artista presenta il suo interessante progetto artistico e il nuovo singolo dal titolo “Tu non ci sei”

Ho inter­vi­sta­to con pia­ce­re Acqua­ri per cono­sce­re da vici­no un pro­get­to arti­sti­co dav­ve­ro inte­res­san­te. In pri­mis l’artista ha pre­sen­ta­to il nuo­vo sin­go­lo dal tito­lo Tu non ci sei, il secon­do inedito. 

Un bra­no che par­la di quel­la sen­sa­zio­ne che ti assa­le quan­do ti sve­gli la mat­ti­na cata­pul­ta­to in una vita che non rico­no­sci più. Non rico­no­sci più nem­me­no chi ti sta accan­to. La quo­ti­dia­ni­tà, la vani­tà, le ambi­zio­ni, le illu­sio­ni in cui ti eri cro­gio­la­to, ti han­no fat­to per­de­re total­men­te di vista l’obiettivo prin­ci­pa­le e sei ormai un altro anche tu.

- Come mai hai scel­to que­sto nome d’arte?

L’idea è nata da me che sono un can­tau­to­re con un pò di tra­scor­si e tan­ta “gavet­ta” alle spal­le, poi l’ho pro­po­sta ad un mio caro ami­co e pro­dut­to­re anche lui con mol­ta espe­rien­za. Ci sia­mo entu­sia­sma­ti subi­to al pro­get­to e sia­mo par­ti­ti con gran­de pas­sio­ne e diver­ti­men­to. Entram­bi sia­mo del segno dell’Acquario, nati il 6 Feb­bra­io come Bob Mar­ley, Axl Rose, Ugo Foscolo..Di qui il nome.

- Come mai hai scel­to di intra­pren­de­re un per­cor­so arti­sti­co che occul­ta il pro­prio volto?

Ini­zial­men­te abbia­mo pen­sa­to fos­se la scel­ta miglio­re. In real­tà un vol­to (o più di uno), lo sco­pri­te guar­dan­do il video di ani­ma­zio­ne che ini­zia a sve­la­re l’iconografia di Acqua­ri. Il con­cet­to è pro­prio quel­lo del­la “fac­to­ry”, dove spe­ri­men­ta­re col­la­bo­ra­zio­ni con altri arti­sti che di vol­ta in vol­ta, potreb­be­ro unir­si all’entità Acqua­ri e fon­der­si con essa per crea­re nuo­ve sug­ge­stio­ni. Per cita­re alcu­ni esem­pi mi ven­go­no in men­te Nou­vel­le Vogue e i Gorillaz.

- Il nuo­vo bra­no “Tu non ci sei” di cosa parla?

È la sen­sa­zio­ne che ti assa­le la mat­ti­na quan­do ti sve­gli cata­pul­ta­to in una vita che non rico­no­sci più. Non rico­no­sci più nem­me­no chi ti sta accan­to. La quo­ti­dia­ni­tà, la vani­tà, le ambi­zio­ni, le illu­sio­ni in cui ti eri cro­gio­la­to, ti han­no fat­to per­de­re total­men­te di vista l’obiettivo prin­ci­pa­le e sei ormai un altro anche tu. Insom­ma, dopo­tut­to for­se quel­la pre­sen­za lì accan­to sei tu stesso…

- Qua­le sound ci dob­bia­mo aspet­ta­re da que­sto brano?

È un bra­no indie pop-elet­tro­ni­co. Nel sound abbia­mo volu­to dare un mood anni ‘80 rivi­si­ta­to in chia­ve moderna.

- Que­sto nuo­vo bra­no farà par­te di un EP o Album?

TU NON CI SEI è il secon­do di una serie di sin­go­li pen­sa­ti per accom­pa­gna­re un EP che pro­ba­bil­men­te usci­rà l’anno pros­si­mo. Seguia­mo quest’onda e vedia­mo dove ci porterà.

- Qua­li sono i tuoi pro­get­ti futuri?

Lavo­ra­re ala­cre­men­te per por­ta­re avan­ti tut­ti i miei pro­get­ti, ma il prin­ci­pa­le resta sem­pre fare il papà. Sono padre da 5 anni.

- Hai mai fat­to dei live?

Cer­to tan­tis­si­mi, ma non anco­ra con que­sto nuo­vo pro­get­to. Stia­mo aspet­tan­do che si crei la situa­zio­ne giu­sta per lan­cia­re la pri­ma esi­bi­zio­ne. Allo­ra sve­le­re­mo anche i vol­ti di Aqua­ri in car­ne e ossa.

- Per chi non ha anco­ra ascol­ta­to que­sto bra­no, cosa si deve aspettare?

È un bra­no nato di get­to. L’ho imma­gi­na­to, l’ho scrit­to e ho pen­sa­to men­tal­men­te alla musi­ca men­tre appun­ta­vo il testo sul cel­lu­la­re. Non ho mai com­po­sto una can­zo­ne in que­sto modo. Poi l’ho fat­ta sen­ti­re al mio “col­le­ga” ( nean­che sape­vo che note doves­si suo­na­re…), e così, improv­vi­sa­men­te era già come sareb­be sta­ta. Un pic­co­lo mira­co­lo, a vol­te suc­ce­de. Cre­do che la spon­ta­nei­tà e la sin­ce­ri­tà alla base del­la scrit­tu­ra sia­no gli ingre­dien­ti fon­da­men­ta­li di que­sto bra­no e di que­sto pro­get­to.
Non voglia­mo eti­chet­te, voglia­mo arri­va­re a tut­ti man­te­nen­do quel­la sana leg­ge­rez­za di cui c’è biso­gno per supe­ra­re anche i momen­ti più dif­fi­ci­li.
Spe­ro che Acqua­ri con­qui­sti il pub­bli­co così come ha con­qui­sta­to i suoi crea­to­ri.
Buo­na estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: