MUSICA

INTERVISTA | ANTONIO TOCCI : L’autore del Vodafone Battiti Live svela l’emozioni e le sensazioni provate prima, durante e dopo lo show

È sta­to un vero pia­ce­re inter­vi­sta­re Anto­nio Toc­ci, uno degli auto­ri del Bat­ti­ti Live che non solo mi ha pre­sen­ta­to lo show che vedre­mo quest’anno, con­di­zio­na­to dal­le limi­ta­zio­ni dovu­te per la pan­de­mia, ma mi ha anche rac­con­ta­to con gran­de emo­zio­ne le sen­sa­zio­ni e gli aned­do­ti incre­di­bi­li che si cela­no nel back­sta­ge. L’autore, nono­stan­te la sua gio­va­ne età, ha un baga­glio tec­ni­co impor­tan­te gra­zie al suo costan­te lavo­ro in Mediaset. 

⁃ Come è nata que­sta bel­lis­si­ma collaborazione?

La mia avven­tu­ra con Bat­ti­ti Live ha avu­to ini­zio cir­ca quat­tro anni fa. Ini­zial­men­te mi occu­pa­vo del­la regia dei pro­mo per Italia1, poi lo scor­so anno, dopo un po’ di espe­rien­za matu­ra­ta in altri pro­gram­mi Media­set, Alan Pal­mie­ri mi ha pro­po­sto di entra­re nel­la squa­dra di Bat­ti­ti come auto­re a sup­por­to di Mar­co Pan­ta­leo (il capo­pro­get­to del programma).

⁃ L’emozione più for­te che pro­vi nel back­sta­ge del noto show?

L’e­mo­zio­ne più for­te la pro­vo poco pri­ma del­l’i­ni­zio del pro­gram­ma, quan­do c’è il jin­gle di rete e insie­me ai con­dut­to­ri fac­cia­mo il clas­si­co “mer­da mer­da”. Lì l’a­dre­na­li­na è a mille!

⁃ Ci spie­ghi il tuo impor­tan­te ruolo?

Io insie­me ad altri due auto­ri (Mar­co Pan­ta­leo e Simo­na Stop­pa) mi occu­po dei con­te­nu­ti del pro­gram­ma. In par­ti­co­la­re dopo aver rice­vu­to l’or­di­ne di usci­ta degli arti­sti dal diret­to­re arti­sti­co mi occu­po del­la ste­su­ra del­la sca­let­ta e suc­ces­si­va­men­te scri­vo, sem­pre insie­me agli altri due auto­ri, il copio­ne del programma.

⁃ L’artista che hai incon­tra­to con gran­de piacere?

L’ar­ti­sta che ho incon­tra­to con gran­de pia­ce­re è Ales­san­dra Amo­ro­so. L’ho cono­sciu­ta un po’ di anni fa a Veris­si­mo, poi ci sia­mo ritro­va­ti in più situa­zio­ni a Mila­no e lo scor­so anno sul pal­co di Bat­ti­ti. Oltre al suo talen­to la apprez­zo per l’u­mil­tà che la con­trad­di­stin­gue, è uni­ca. Poi, sarò di par­te, ma sono orgo­glio­so del suc­ces­so dei Boo­m­da­bash, miei com­pae­sa­ni e amici.

⁃ Il 2020 è un anno mol­to par­ti­co­la­re che ha por­ta­to alla can­cel­la­zio­ne di tan­tis­si­mi tour. Ci rac­con­ti il Bat­ti­ti Live di quest’anno alla luce del­le dovu­te limitazioni?

A cau­sa del­le limi­ta­zio­ni dovu­te al Covid-19 il for­mat di Bat­ti­ti Live è sta­to leg­ger­men­te modi­fi­ca­to. Abbia­mo, pur­trop­po, abban­do­na­to la ver­sio­ne “tour” del pro­gram­ma pre­fe­ren­do una tap­pa uni­ca, Otran­to, con un pub­bli­co ristret­to di 400 per­so­ne, tut­te muni­te di auto­cer­ti­fi­ca­zio­ne e masche­ri­ne duran­te gli spo­sta­men­ti. Inol­tre per far cono­sce­re al meglio le bel­lez­ze del­la nostra regio­ne Puglia alcu­ne esi­bi­zio­ni sono sta­te gira­te “on the road” e Maria­so­le non ha più fat­to i suoi col­le­ga­men­ti sot­to­pal­co ma in giro per dei lidi.

⁃ Hai un aned­do­to diver­ten­te del­la tua espe­rien­za al Bat­ti­ti Live?

Ci sareb­be­ro trop­pi aned­do­ti da rac­con­ta­re. Sicu­ra­men­te quel­lo che mi ha fat­to ride­re di più è sta­to quan­do un arti­sta lo scor­so anno è rima­sto bloc­ca­to in ascen­so­re per due ore ed ha can­ta­to sul pal­co (con gran­de pro­fes­sio­na­li­tà) solo dopo die­ci minu­ti dal­la sua “libe­ra­zio­ne”.

⁃ In que­sti due anni di espe­rien­za, qua­le è sta­ta la tua puntata/giornata preferita?

Impos­si­bi­le deci­de­re qua­le sia sta­ta la mia pun­ta­ta pre­fe­ri­ta. Ogni tap­pa di Bat­ti­ti ha lascia­to in me un ricor­do inde­le­bi­le! For­se la più emo­zio­nan­te è sta­ta quel­la del­lo scor­so anno a Brin­di­si, la mia cit­tà, dove ave­vo sia nel back­sta­ge che davan­ti al pal­co ami­ci e fami­lia­ri. Lavo­ra­vo a casa mia, per me un sogno.

⁃ Il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno nel cas­set­to è por­ta­re in tv un pro­gram­ma tut­to mio che ho già scrit­to… chissà!

⁃ I tuoi pro­get­ti futuri?

A set­tem­bre ritor­no a lavo­ra­re su Cadu­ta Libe­ra. Pre­sto è in arri­vo la nuo­va sta­gio­ne che non dove­te asso­lu­ta­men­te perdere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: