MUSICA

NEWHIT | KYGO ft. TINA TURNER : INEDITA COLLABORAZIONE PER UN REMAKE STELLARE DI “WHAT’S LOVE GOT TO DO WITH IT”

Il Dj e pro­du­cer di fama mon­dia­le, KYGO, col­la­bo­ra con l’in­com­pa­ra­bi­le, bril­lan­te e leg­gen­da­ria super­star plu­ri­pre­mia­ta ai Gram­my TINA TURNER ad un rema­ke di Wha­t’s Love Got To Do With It, l’iconica can­zo­ne pre­sen­te nel­la Gram­my Hall of Fame e tra “Le 500 miglio­ri can­zo­ni di tut­ti i tem­pi” secon­do la rivi­sta Rol­ling Sto­ne. Il bra­no è dispo­ni­bi­le in digi­ta­le da vener­dì 17 luglio.

«Non potrei esse­re più entu­sia­sta di col­la­bo­ra­re con un’icona come Tina Tur­ner, sono cre­sciu­to ascol­tan­do le sue can­zo­ni — dichia­ra Kygo — “What’s Love Got To Do With It” è una del­le mie can­zo­ni pre­fe­ri­te di tut­ti i tem­pi, quin­di ave­re avu­to la pos­si­bi­li­tà di rie­la­bo­rar­la è sta­to un momen­to mol­to spe­cia­le nel­la mia car­rie­ra. Ado­ro lavo­ra­re con voci sen­za tem­po e seb­be­ne sia dif­fi­ci­le pre­ser­va­re ele­men­ti del­la trac­cia ori­gi­na­le e aggiun­ge­re il mio toc­co per­so­na­le, sono estre­ma­men­te con­ten­to del risultato!»

È onli­ne anche il video­clip uffi­cia­le del bra­no, diret­to da Sarah Bah­bah e inter­pre­ta­to da Lau­ra Har­rier (Hol­ly­wood, Blackk­klan­sman) e Char­les Michael Davis (The Ori­gi­nals, The Vam­pi­re Diaries). 

È sta­ta fino­ra una gran­de esta­te per Kygo che a mag­gio ha pub­bli­ca­to il suo ter­zo album accla­ma­to dal­la cri­ti­ca “Gol­den Hour”, con­te­nen­te le hit “Lose Some­bo­dy” con i One­Re­pu­blic e “Higher Love” con Whit­ney Hou­ston, che ha tota­liz­za­to più di 650 milio­ni tra stream audio e video. É pos­si­bi­le ascol­ta­re “Gol­den Hour” a que­sto link: smarturl.it/xGoldenHour

Kygo si riaf­fer­ma ogni vol­ta come un talen­to pro­di­gio­so, un pro­dut­to­re sem­pre pro­iet­ta­to ver­so il futu­ro, un DJ dina­mi­co e una super­star mon­dia­le. Il musi­ci­sta nor­ve­ge­se, nato Kyr­re Gør­vell-Dahll, si è pre­sen­ta­to al mon­do del­la musi­ca nel 2013 ed è diven­ta­to uno degli hit­ma­ker più onni­pre­sen­ti al mon­do. Con oltre 15 miliar­di di stream audio e video a livel­lo mon­dia­le e 3.3 miliar­di di visua­liz­za­zio­ni You­Tu­be, è “l’artista che ha rag­giun­to più velo­ce­men­te 1 miliar­do di stream su Spo­ti­fy”. Una del­le più gran­di hit di Kygo è la mul­ti­pla­ti­no “It Ain’t Me” (feat.Sele­na Gomez), che ha rag­giun­to la Top 10 del­la Bill­board Hot 100 e qua­si 1 miliar­do di stream su Spo­ti­fy. Altre col­la­bo­ra­zio­ni inclu­do­no le mega hit con gli U2, Ima­gi­ne Dra­gons, The Chain­smo­kers, Ellie Goul­ding, Rita Ora, e Chel­sea Cutler. Nel 2019, Kygo ha rila­scia­to “Higher Love” con Whit­ney Hou­ston, rag­giun­gen­do di nuo­vo 1 miliar­do di stream e visua­liz­za­zio­ni, e allo stes­so tem­po lascian­do la sua impron­ta musi­ca­le su un clas­si­co. A Mag­gio 2020 ha pub­bli­ca­to il suo ter­zo album “Gol­den Hour” (Sony Music International/Ultra Records/RCA Records) con I bra­ni “Like It Is” (con Zara Lars­son & Tyga) e “I’ll Wait” (con Sasha Sloan).

Tina Tur­ner è una super­star vene­ra­ta in tut­to il mon­do, ha ispi­ra­to milio­ni di per­so­ne attra­ver­so la sua sto­ria per­so­na­le e le sue can­zo­ni. La sua ere­di­tà musi­ca­le è una rac­col­ta di alcu­ne del­le can­zo­ni più cono­sciu­te di tut­ti i tem­pi. Tina Tur­ner sale alla ribal­ta nel 1958, a 19 anni, in cop­pia con il suo ex-mari­to Ike Tur­ner, ini­zial­men­te come can­tan­te dei Kings of Rhy­thm”, sot­to il nome di “Lit­tle Ann”. Si pre­sen­ta al pub­bli­co per la pri­ma vol­ta come Tina Tur­ner nel 1960 come mem­bro del­la “Ike & Tina Tur­ner Revue” con il sin­go­lo di suc­ces­so “A Fool In Love”. Rag­giun­go­no il suc­ces­so con una serie di hit, tra cui “It’s Gon­na Work Out Fine” (1961), “River Deep — Moun­tain High” (1966), “Proud Mary” (1971) e “Nut­bush City Limi­ts” (1973). Nel 1976, Tina lascia il duo musi­ca­le e divor­zia. Da quel momen­to ini­zia la car­rie­ra da soli­sta; nel novem­bre 1983 pub­bli­ca una cover di “Let’s Stay Toge­ther” di Al Green che diven­ta subi­to un gran­de suc­ces­so. Nel giu­gno 1984 pub­bli­ca l’album “Pri­va­te Dan­cer” e il suo secon­do sin­go­lo “Wha­t’s Love Got To Do with It” diven­ta­ti subi­to dei suc­ces­si mon­dia­li. Da lì, Tina è diven­ta­ta, e con­ti­nua ad esse­re, uno del­le arti­ste più ama­te al mondo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: