CONCERTI MUSICA

EVENTI | LUCE MUSIC FESTIVAL 2020 — APPRODI MISICALI : NEL PARCO NATURALE LAMA BALICE DI BITONTO (BA) AVREMO QUATTRO MERAVIGLIOSE GIORNATE DI MUSICA E CULTURA

Il “pan­de­mo­nium” di Vini­cio Capos­se­la, lo spet­ta­co­lo con­cer­to di Gio Evan, il live del nuo­vo album di Den­te, la grin­ta pop di Fran­ce­sca Michie­lin, ma anche un tour gui­da­to alla sco­per­ta del patri­mo­nio sto­ri­co-arti­sti­co ed eno-gastro­no­mi­co del ter­ri­to­rio. Tut­to que­sto è il pro­gram­ma del­la III edi­zio­ne di Luce Music Festi­val – Appro­di musi­ca­li che si svol­ge­rà il 7, l’8, il 10 e il 12 ago­sto nel Par­co Natu­ra­le Lama Bali­ce di Biton­to, in pro­vin­cia di Bari.

Il festi­val è rea­liz­za­to con il con­tri­bu­to del­la Regio­ne Puglia, in col­la­bo­ra­zio­ne con il Comu­ne di Biton­to. L’Amministrazione comu­na­le del­la cit­tà fina­li­sta Capi­ta­le Ita­lia­na del­la Cul­tu­ra 2020, dove il Festi­val è sta­to idea­to, ha accol­to infat­ti la sug­ge­sti­va idea di ospi­ta­re la ter­za edi­zio­ne del Festi­val in quel por­to ver­de che dal­le acque è nato, qual è Lama Bali­ce.

Quat­tro gior­na­te di musi­ca e cul­tu­ra con­cen­tra­te nel let­to di un cor­so d’acqua ormai asciut­to lun­go 37 chi­lo­me­tri dove un tem­po scor­re­va l’antico fiu­me Tiflis. Un luo­go dal valo­re sto­ri­co e natu­ra­li­sti­co ine­sti­ma­bi­le, tra­sfor­ma­to nel cor­so dei mil­len­ni dall’opera magi­stra­le del­la Natu­ra e dall’azione cor­ro­si­va dell’acqua, costeg­gia­to da ripi­di costo­ni, segna­to da lem­bi di ter­ra ros­sic­cia e sovra­stan­te una serie di grot­te, sedi di anti­chi inse­dia­men­ti umani.

Nato nel 2018 come festi­val iti­ne­ran­te in pros­si­mi­tà dei por­ti puglie­si, per la sua edi­zio­ne spe­cia­le Luce Music Festi­val ha scel­to que­sto “por­to” inu­sua­le affin­ché — pro­prio come il fiu­me Tiflis tor­na a vive­re ogni vol­ta che la piog­gia lo bacia — anche il mon­do del­la musi­ca pos­sa a tor­na­re a vive­re dopo una lun­ga sta­gio­ne di sic­ci­tà. Soprat­tut­to, ha scel­to di esser­ci, di pro­por­re anche per il 2020, la sua capa­ci­tà di crea­re por­ti emo­ti­vi ed arti­sti­ci nono­stan­te le nume­ro­se e ben note dif­fi­col­tà che il set­to­re del­lo spet­ta­co­lo dal vivo sta viven­do. Un’edizione spe­cia­le dun­que, dedi­ca­ta come non mai a chi rico­no­sce la musi­ca come nutri­men­to, valo­re, a chi sa bene che la musi­ca appar­tie­ne alla vita sem­pre, anche quan­do è costret­ta a tace­re. Paro­la chia­ve dun­que,“appar­te­nen­za”. A un set­to­re, quel­lo del­la musi­ca dal vivo, ma anche a un ter­ri­to­rio, per­ché con la scel­ta di svol­ger­si nel Lama Bali­ce, Luce Music Festi­val tor­na nel­la Biton­to in cui è sta­to idea­to.

Il festi­val si apre vener­dì 7 ago­sto con il Pan­de­mo­nium di Vini­cio Capos­se­la, un con­cer­to nar­ra­ti­vo di can­zo­ni mes­se a nudo, scel­te libe­ra­men­te in un reper­to­rio che quest’anno toc­ca il tra­guar­do dei trent’anni dal­la data di pub­bli­ca­zio­ne del pri­mo disco All’una e tren­ta­cin­que cir­ca”. Sul pal­co, una serie di stru­men­ti musi­ca­li che insie­me evo­che­ran­no il Pan­de­mo­nium, mito­lo­gi­co e gigan­te­sco stru­men­to di metal­lo dal tono gra­ve, che sca­va negli infe­ri, in quel sot­to­suo­lo che è anche sede del­la memo­ria. Pan­de­mo­nium, come anche il tito­lo del­la rubri­ca quo­ti­dia­na tenu­ta da Capos­se­la duran­te la qua­ran­te­na, sul­le con­nes­sio­ni fra can­zo­ni e attualità.

Saba­to 8 ago­sto sarà la vol­ta di Albe­ro Ma Estro, il nuo­vo “spet­ta­con­cer­to” del poe­ta, filo­so­fo e can­tau­to­re Gio Evan, un live “con­te­nu­to ma incon­te­ni­bi­le, acu­sti­co ma elet­triz­zan­te, col­tu­ra­le più che cul­tu­ra­le, uno spet­ta­co­lo che non arri­va alla radi­ce del­le cose ma si fer­ma sui frutti”.

Lune­dì 10 ago­sto pro­ta­go­ni­sta del­la III edi­zio­ne di Luce Music Festi­val sarà uno dei più apprez­za­ti can­tau­to­ri ita­lia­ni, Den­te, un musi­ci­sta che negli anni ha con­qui­sta­to un pub­bli­co sem­pre più nume­ro­so, riu­scen­do a impor­re il suo per­so­na­lis­si­mo lin­guag­gio pop dai trat­ti essen­zia­li e ricer­ca­ti. L’artista fiden­ti­no pre­sen­te­rà le can­zo­ni del suo ulti­mo album, l’omonimo Den­te usci­to a feb­bra­io 2020, poco pri­ma del loc­k­do­wn. Un disco inti­mo e per­so­na­le, di tra­sfor­ma­zio­ne e rina­sci­ta, in cui il can­tau­to­re, in ognu­no degli undi­ci bra­ni, rac­con­ta un pez­zo di sé.

Mer­co­le­dì 12 ago­sto il festi­val si chiu­de con il con­cer­to del­la can­tau­tri­ce e poli­stru­men­ti­sta Fran­ce­sca Michie­lin, anche lei fre­sca di nuo­vo album usci­to nel mese di mar­zo, una boc­ca­ta di ossi­ge­no in pie­na qua­ran­te­na. L’artista vene­ta pre­sen­te­rà a Luce i bra­ni di FEAT (sta­to di natu­ra), un disco tut­to di fea­tu­ring (da Fabri Fibra ai Coma Cose, da Eli­sa a Max Gaz­zè) incen­tra­to sul tema del con­tat­to con l’altro e del ritor­no a una dimen­sio­ne natu­ra­le e più essen­zia­le. Tut­to con­di­to da un pop con­tem­po­ra­neo che rive­la le influen­ze di Annie Len­nox, Paul Simon e Vam­pi­re Wee­kend.

I bigliet­ti dei con­cer­ti sono dispo­ni­bi­li sul cir­cui­to Tic­ke­tO­ne.

Pri­ma di ogni con­cer­to infi­ne, al tra­mon­to, il pub­bli­co avrà la pos­si­bi­li­tà di amplia­re la pro­pria espe­rien­za con Bac­co in Lama, un tour gui­da­to alla sco­per­ta del patri­mo­nio sto­ri­co arti­sti­co ed eno­ga­stro­no­mi­co del ter­ri­to­rio. I visi­ta­to­ri potran­no ammi­ra­re le mura del­la cit­tà, le anti­che archi­tet­tu­re civi­li testi­mo­ni di tra­sfor­ma­zio­ni socia­li e poli­ti­che, le por­te urbi­che, i pon­ti rea­liz­za­ti nel XIX sec dall’architetto Lui­gi Castel­luc­ci e fare una sosta dedi­ca­ta alla degu­sta­zio­ne di vini e pro­dot­ti da for­no pres­so la Mas­se­ria Lama Bali­ce, fino ad arri­va­re diret­ta­men­te in platea. 

Il tour è riser­va­to a 20 spet­ta­to­ri per ogni appun­ta­men­to, in pos­ses­so del bigliet­to e pre­via pre­no­ta­zio­ne a info@lucemusicfestival.it scri­ven­do in ogget­to “Bac­co in Lama Tour”.

Nel­le pre­ce­den­ti edi­zio­ni Luce Music Festi­val – Appro­di musi­ca­li ha ospi­ta­to fra gli altri: Sal­mo (por­to di Mol­fet­ta), Fran­ce­sco De Gre­go­ri (por­to di Tra­ni), Anto­nel­lo Ven­dit­ti (por­to di Mol­fet­ta), Ermal Meta (por­to di Mol­fet­ta), Mario Bion­di (Bisce­glie), Paul Kar­k­bren­ner (San­ta Cesa­rea Terme).

PROGRAMMA

7 AGOSTO — ORE 21.30

VINICIO CAPOSSELA “PANDEMONIUM”

CIRCUITO TICKETONE > https://bit.ly/2DvylEH

TICKET PRIMO SETTORE EURO 28,75

TICKET SECONDO SETTORE EURO 23,00


8 AGOSTO — ORE 21.30

GIO EVAN — ALBERO MA ESTRO

CIRCUITO TICKET ONE https://bit.ly/2BWKguU

TICKET PRIMO SETTORE EURO 17,25

TICKET SECONDO SETTORE EURO 11,50


10 AGOSTO — ORE 21.30

DENTE

CIRCUITO TICKET ONE https://bit.ly/30ajAyC

TICKET POSTO UNICO NUMERATO EURO 12,00


12 AGOSTO — ORE 21.30

FRANCESCA MICHIELIN

CIRCUITO TICKET ONE https://bit.ly/3fMjMeh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: