CONCERTI LETTURA

IL LIBRO POSSIBILE : È IL PRIMO FESTIVAL A RIPARTIRE! SARANNO PRESENTI GRANDISSIMI NOMI A POLIGNANO A MARE PER CELEBRARE LA CULTURA

Il Libro Pos­si­bi­le è pron­to a ripar­ti­re! Giun­to alla sua XIX edi­zio­ne con­se­cu­ti­va, sarà il pri­mo festi­val in pre­sen­za dopo il loc­k­do­wn e si svol­ge­rà in quat­tro sera­te, dall’8 all’11 luglio a Poli­gna­no a Mare. Main spon­sor: Pirel­li. Finan­zia­to dal­la Regio­ne Puglia con il patro­ci­nio del Comu­ne di Poli­gna­no. Con­fer­ma­ta anche la pre­sen­za di Sky TG24 come media part­ner, con diret­te tut­te le sere dal­la piaz­za prin­ci­pa­le e inter­vi­ste agli ospiti. 

L’evento sarà rea­liz­za­to nel pie­no rispet­to di quan­to pre­vi­sto dal D.P.C.M. del 17 mag­gio 2020 e dal­la suc­ces­si­va Ordi­nan­za 255, del 10 giu­gno 2020, del Pre­si­den­te del­la Regio­ne Puglia. 

Dopo l’annuncio in strea­ming nazio­na­le, il pro­gram­ma del festi­val è sta­to pre­sen­ta­to al Cir­co­lo del­la Vela di Bari, duran­te l’incontro a cui han­no par­te­ci­pa­to Rosel­la San­to­ro, diret­tri­ce arti­sti­ca del Festi­val; Lore­da­na Capo­ne, asses­so­re all’Industria turi­sti­ca e cul­tu­ra­le del­la Regio­ne Puglia, Dome­ni­co Vit­to, sin­da­co di Poli­gna­no, Benia­mi­no Casil­lo, pre­si­den­te di Sele­zio­ne Casil­lo, Ema­nue­le di Pal­ma, pre­si­den­te di Bcc San Mar­za­no, e Gian­lu­ca Loli­va, pre­si­den­te dell’associazione cul­tu­ra­le Artes.

Come da tra­di­zio­ne, dal tar­do pome­rig­gio fino a tar­da sera, in simul­ta­nea in cin­que piaz­ze di Poli­gna­no, si sus­se­gui­ran­no incon­tri con i più illu­stri espo­nen­ti del pano­ra­ma cul­tu­ra­le nazio­na­le e inter­na­zio­na­le, tra scrit­to­ri, gior­na­li­sti, figu­re isti­tu­zio­na­li di spic­co, scien­zia­ti, magi­stra­ti, impren­di­to­ri e vol­ti noti di arte e spet­ta­co­lo. Un pro­gram­ma ric­co, per il nume­ro e l’alto pro­fi­lo degli ospi­ti e per lava­rie­tà dei temi trat­ta­ti. Ci saran­no ante­pri­me mon­dia­li e col­le­ga­men­ti strea­ming con impor­tan­ti fir­me del­la let­te­ra­tu­ra straniera. 

Quest’anno, più che mai, abbia­mo sen­ti­to for­te il dove­re di rim­boc­car­ci le mani­che e orga­niz­za­re il Festi­val nono­stan­te tut­to –dice Rosel­la San­to­ro — Per­ché se l’Italia deve ripar­ti­re è giu­sto e neces­sa­rio che ripar­ta dal­la cul­tu­ra. Sia­mo con­vin­ti che un’offerta cul­tu­ra­le qua­li­fi­ca­ta pos­sa con­tri­bui­re in manie­ra con­cre­ta al rilan­cio del ter­ri­to­rio, anche sot­to il pro­fi­lo turi­sti­co ed eco­no­mi­co. Rite­nia­mo, inol­tre, neces­sa­rio in que­sto momen­to di dif­fi­col­tà e smar­ri­men­to, sti­mo­la­re il dibat­ti­to, la libe­ra infor­ma­zio­ne e lo scam­bio di idee. Per que­ste ragio­ni, in tem­pi record e affron­tan­do gli osta­co­li del caso, sia­mo feli­ci di annun­cia­re la XIX edi­zio­ne del Festi­val, come pri­ma mani­fe­sta­zio­ne nazio­na­le in pre­sen­za”.

E sul festi­val David Lea­vitt, scrit­to­re ame­ri­ca­no che pre­sen­te­rà in ante­pri­ma mon­dia­le il suo nuo­vo libro, ha dichiarato:

Stia­mo viven­do un momen­to sto­ri­co sen­za pre­ce­den­ti, in cui la pre­sen­za e la testi­mo­nian­za assu­mo­no un signi­fi­ca­to spe­cia­le. Sono feli­ce eor­go­glio­so di esse­re anche solo vir­tual­men­te par­te­ci­pe di que­sta corag­gio­sa ope­ra di resi­sten­za del Festi­val di Poli­gna­no. Il mio for­tis­si­mo lega­me con l’Italia da oggi è anco­ra più soli­do”.

“Il viag­gio è il tema scel­to quest’anno per la nuo­va edi­zio­ne de ‘Il libro pos­si­bi­le’ – aggiun­ge il gover­na­to­re Miche­le Emi­lia­no — Il viag­gio evo­ca la stra­da per­cor­sa in que­sti mesi di pan­de­mia, ma anche il cam­mi­no che resta da fare, le cose nuo­ve che ver­ran­no. Come sem­pre saran­no le paro­le, i libri, ad aiu­tar­ci a com­pren­de­re il viag­gio che stia­mo facen­do. Per­ché è que­sto il pote­re dei libri: ci aiu­ta­no a capi­re, a guar­da­re il mon­do e a non aver­ne pau­ra. Il Libro Pos­si­bi­le è il festi­val del­la paro­la che tor­na a incu­rio­sir­ci, a costrui­re rela­zio­ni, ad abbat­te­re i pre­giu­di­zi e a far­ci sen­ti­re una comu­ni­tà aper­ta e dia­lo­gan­te. Noi ci sia­mo e sare­mo sem­pre accan­to al Libro Pos­si­bi­le. La Regio­ne Puglia sostie­ne e finan­zia il Festi­val, per­ché ciò che abbia­mo impa­ra­to in que­sti anni è che gli even­ti cul­tu­ra­li sono senz’altro dei vei­co­li straor­di­na­ri di cre­sci­ta socia­le e civi­le, ma anche di bel­lez­za e di attrat­ti­vi­tà. Lo fare­mo anche quest’anno, gra­zie all’energia di Rosel­la San­to­ro e di una mac­chi­na orga­niz­za­ti­va com­ples­sa, atten­ta a garan­ti­re tut­te le misu­re di pre­ven­zio­ne affin­ché pub­bli­co e ospi­ti pos­sa­no gode­re di que­sto gran­de even­to in pie­na sicurezza”.

Anche quest’anno il Comu­ne di Poli­gna­no a Mare, nono­stan­te il par­ti­co­la­re perio­do post COVID, par­te­ci­pa con­cre­ta­men­te alla rea­liz­za­zio­ne del­la XIX edi­zio­ne Il Libro Pos­si­bi­le” sot­to­li­nea il sin­da­co Dome­ni­co Vit­to, che ci tie­ne a rimar­ca­re che “si trat­ta di una mani­fe­sta­zio­ne che, negli anni, ha assun­to toni di respi­ro inter­na­zio­na­le e che, di fat­to, è diven­ta­ta un signi­fi­ca­ti­vo polo di attra­zio­ne cul­tu­ra­le non solo per la nostra Cit­tà ma per l’intero meri­dio­ne d’Italia. I tan­ti e qua­li­fi­ca­ti dibat­ti­ti sui diver­si temi, che van­no dall’economia alla poli­ti­ca, dal­la sto­ria alla scien­za, rap­pre­sen­ta­no, sem­pre più, un impor­tan­te momen­to di cre­sci­ta e arric­chi­men­to per l’intera comu­ni­tà per que­ste ragio­ni il Comu­ne sostie­ne l’iniziativa di gran­de spes­so­re cul­tu­ra­le. Un even­to, que­sto di quest’anno, che assu­me un gran­de rilie­vo coscio eco­no­mi­co per l’intero ter­ri­to­rio pro­prio in con­se­guen­za del loc­k­do­wn deter­mi­na­to dal COVID-19”. “Sia­mo con­vin­ti”, con­clu­de Vit­to, “che, anche e soprat­tut­to, attra­ver­so la cul­tu­ra si potrà attua­re una vera e pro­pria fase di ripar­ten­za socio eco­no­mi­ca dei nostri ter­ri­to­ri nei mesi scor­si pro­va­ti dagli ulti­mi even­ti emer­gen­zia­li lega­ti alla dif­fu­sio­ne del mici­dia­le virus”.

Il Libro Pos­si­bi­le 2020 sarà dedi­ca­to ai “Viag­gia­to­ri del tem­po e del­lo spa­zio”, un tema scel­to pri­ma del­la pan­de­mia e che si arric­chi­sce oggi di nuo­vi signi­fi­ca­ti. Dopo mesi di iso­la­men­to for­za­to e di immo­bi­li­tà, la paro­la viag­gio si riem­pie di sen­so. Vuol dire­ri­par­ti­re, tor­na­re a incon­trar­si, tor­na­re a spe­ra­re, a sco­pri­re, a immer­ger­si nel mon­do, nel nuo­vo mon­do che abbia­mo di fron­te. Ma vuol dire anche impa­ra­re da quel viag­gio assur­do che ci lascia­mo alle spal­le: una dimen­sio­ne sco­no­sciu­ta e impre­ve­di­bi­le, che ha spa­ven­ta­to, diso­rien­ta­to ma ha inse­gna­to tan­to. Occor­re fare teso­ro di que­sti inse­gna­men­ti e ripar­ti­re, tor­na­re a viag­gia­re nel­lo spa­zio sen­za dimen­ti­car­ci la lezio­ne del tem­po; quel tem­po sospe­so e uti­le, for­se ine­vi­ta­bi­le, che ci sia­mo ritro­va­ti a vivere. 

Nuo­vi signi­fi­ca­ti, dun­que, che si affian­ca­no a quel­lo ori­gi­na­le, vol­to ace­le­bra­re i cen­to anni dal­la nasci­ta di Isaac Asi­mov, scrit­to­re e scien­zia­to, nar­ra­to­re per anto­no­ma­sia del viag­gio: dal viag­gio nel tem­po a quel­lo nel­lo spa­zio, fino al viag­gio all’interno del cor­po umano.

Fare rete per la cultura

La pan­de­mia da Covid ha rivo­lu­zio­na­to la nostra quo­ti­dia­ni­tà, impo­nen­do uno stop for­za­to alle tan­te atti­vi­tà cul­tu­ra­li, come il Libro Pos­si­bi­le, che han­no reso la Puglia cele­bre a livel­lo nazio­na­le. Per ripar­ti­re, il Festi­val ha pun­ta­to sul­la rete rea­liz­za­ta tra pub­bli­co e pri­va­to, esem­pio per­fet­to di come ammi­ni­stra­to­ri e impren­di­to­ri sen­si­bi­li e lun­gi­mi­ran­ti pos­sa­no aiu­ta­re e valo­riz­za­re la cre­sci­ta del ter­ri­to­rio. Attra­ver­so due diret­tri­ci prin­ci­pa­li: cul­tu­ra e comu­ni­ca­zio­ne. Da qui il soste­gno di real­tà eco­no­mi­che d’eccellenza in Ita­lia, come Pirel­li, Fon­da­zio­ne Casil­lo e Bcc San Mar­za­no.

“Il Grup­po Casil­lo sarà anche, e soprat­tut­to, que­st’an­no al fian­co del Libro Pos­si­bi­le a soste­gno del­la cul­tu­ra e del ter­ri­to­rio puglie­se. In un momen­to sto­ri­co par­ti­co­la­re come que­sto, abbia­mo rite­nu­to­fon­da­men­ta­le sup­por­ta­re l’as­so­cia­zio­ne pro­mo­tri­ce del Festi­val e atte­sta­re così il nostro sin­ce­ro desi­de­rio che la Puglia ripar­ta dal­la cul­tu­ra. Cre­dia­mo che il Libro Pos­si­bi­le sia un impor­tan­te moto­re che gene­ra cre­sci­ta, movi­men­to e inte­res­se ver­so la cit­tà di Poli­gna­no ever­so tut­ta la nostra Regio­ne” così Benia­mi­no Casil­lo, pre­si­den­te di Sele­zio­ne Casil­lo.

“Ripar­tia­mo dal­la cul­tu­ra – ricor­da il pre­si­den­te del­la BCC San Mar­za­no, Ema­nue­le di Pal­ma tra i più fede­li soste­ni­to­ri del­la ker­mes­se puglie­se - Le ban­che rive­sto­no da sem­pre un ruo­lo deci­si­vo nel­la pro­mo­zio­ne dell’arte, in tut­te le sue for­me. Una voca­zio­ne sto­ri­ca che il nostro isti­tu­to si impe­gna a tute­la­re da oltre 60 anni, sup­por­tan­do mani­fe­sta­zio­ni di gran­de eccel­len­za come il Festi­val del Libro Pos­si­bi­le. Ora più che mai abbia­mo il dove­re di lan­cia­re un mes­sag­gio chia­ro alla comu­ni­tà per cui svol­gia­mo una fun­zio­ne di ser­vi­zio e di gran­de respon­sa­bi­li­tà: la valo­riz­za­zio­ne del­la cul­tu­ra deve esse­re il nostro pas­sa­por­to per il futu­ro. Il fat­to­re trai­nan­te di uno svi­lup­po real­men­te soste­ni­bi­le. Uno stru­men­to di pro­gres­so civi­le e inclu­sio­ne socia­le. Con que­sto spi­ri­to abbia­mo rin­no­va­to per il quin­to anno con­se­cu­ti­vo la part­ner­ship con il Libro Pos­si­bi­le, spo­san­do appie­no la scel­ta corag­gio­sa di met­te­re in pie­di quat­tro gior­ni di incon­tri di ele­va­to pro­fi­lo, nono­stan­te i limi­ti e le dif­fi­col­tà lega­te all’e­mer­gen­za sani­ta­ria in cor­so. L’o­biet­ti­vo è dupli­ce: favo­ri­re lo scam­bio di idee e di rifles­sio­ni con le più gran­di fir­me del pano­ra­ma nazio­na­le e pro­muo­ve­re la bel­lez­za del­la nostra regio­ne in linea con quel turi­smo di pros­si­mi­tà che occor­re incen­ti­va­re per con­te­ne­re gli effet­ti eco­no­mi­ci del­la pandemia.”

GLI OSPITI

Per cele­bra­re la ripar­ten­za, Il Libro Pos­si­bi­le ha in ser­bo un car­tel­lo­ne d’ospiti d’eccezione che vede coin­vol­ti nomi di spic­co in sva­ria­ti ambi­ti. Tra que­sti, ami­ci affe­zio­na­ti del Festi­val e tan­te impor­tan­ti novità. 

Come rap­pre­sen­tan­ti isti­tu­zio­na­li, saran­no pre­sen­ti tre com­po­nen­ti del­la Con­si­glio dei mini­stri: il mini­stro per gli Affa­ri regio­na­li e Auto­no­mie Fran­ce­sco Boc­cia, il mini­stro del­l’Am­bien­te e del­la Tute­la del ter­ri­to­rio e del mare, Ser­gio Costa e il mini­stro per il Sud, Giu­sep­pe Pro­ven­za­no. Ospi­te anche l’ex mini­stro e diret­to­re del­l’I­sti­tu­to del­l’En­ci­clo­pe­dia Trec­ca­ni Mas­si­mo Bray.

In pro­gram­ma, ante­pri­me nazio­na­li e internazionali 

Lo scrit­to­re ame­ri­ca­no David Lea­vitt sarà in col­le­ga­men­to strea­ming dagli Sta­ti Uni­ti per la pri­ma pre­sen­ta­zio­ne mon­dia­le del libro Il deco­ro, volu­me che usci­rà in ita­lia­no pri­ma che in ingle­se, a pochi­gior­ni dal Festi­val, per la casa edi­tri­ce SEM. Al cen­tro dell’incontro, attua­li­tà e poli­ti­ca ame­ri­ca­na, di cui Lea­vitt discu­te­rà insie­me a Myr­ta Mer­li­no, gior­na­li­sta e con­dut­tri­ce tele­vi­si­va di La7.

Il Libro Pos­si­bi­le sarà anche il pri­mo even­to in cui Javier Cer­cas, roman­zie­re e sag­gi­sta in col­le­ga­men­to dal­la Spa­gna, pre­sen­te­rà Ter­ra Alta, Pre­mio Pla­ne­ta 2019, in usci­ta il 2 luglio per Guan­da editore. 

Tor­na a Poli­gna­no Lucia­no Can­fo­ra; l’illustre filo­lo­go ita­lia­no par­le­rà in ante­pri­ma asso­lu­ta del suo ulti­mo sag­gio Euro­pa gigan­te inca­te­na­to, in usci­ta a luglio per Edi­zio­ni Deda­lo. Tra le novi­tà di que­sta casa edi­tri­ce, c’è anche il libro Il cie­lo è di tut­ti, pre­sen­ta­to in ante­pri­ma al Festi­val, dall’astrofisica Patri­zia Cara­veo: diri­gen­te di Ricer­ca all’Istituto Nazio­na­le di Astro­fi­si­ca (INAF), scien­zia­ta di fama mon­dia­le, ha col­la­bo­ra­to a diver­se mis­sio­ni spa­zia­li inter­na­zio­na­li e ha rice­vu­to nume­ro­si rico­no­sci­men­ti in Ita­lia e all’estero.

L’arcivescovo di Taran­to, Mon­si­gnor Filip­po San­to­ro, par­le­rà per la pri­ma vol­ta del suo ulti­mo sag­gio Que­ri­da Ama­zo­nia ama­ta Ita­lia (Palum­bo edi­to­re); un libro dedi­ca­to alla ter­ra suda­me­ri­ca­na dove ha svol­to atti­vi­tà epi­sco­pa­le per anni, recen­te­men­te deva­sta­ta da ter­ri­bi­li incendi. 

Pri­ma pre­sen­ta­zio­ne in pre­sen­za anche per lo scrit­to­re di roman­zi sto­ri­ci, Mar­cel­lo Simo­ni con Il segre­to del mer­can­te di libri (New­ton Comp­ton editori).

Tra le novi­tà di que­sta edi­zio­ne ci saran­no col­le­ga­men­ti strea­ming con ospi­ti che non potran­no esse­re pre­sen­ti in loco per le restri­zio­ni dovu­te al Covid. Inter­ver­ran­no dagli USA: lo scrit­to­re e scien­zia­to David Quam­men; il gior­na­li­sta e sag­gi­sta Law­ren­ce Wright. Da Hou­ston, par­le­rà l’astronauta Luca Par­mi­ta­no, che apri­rà que­sta edi­zio­ne dedi­ca­ta ai viag­gia­to­ri del tem­po e del­lo spazio. 

Tan­ti i diret­to­ri di testa­ta e le fir­me del gior­na­li­smo ita­lia­no che pre­sen­te­ran­no i pro­pri libri o inter­ver­ran­no insie­me ad altri ospi­ti. Fer­ruc­cio De Bor­to­li, pre­si­den­te Lon­ga­ne­si, già diret­to­re del Cor­rie­re del­la Sera e del Sole 24 Ore; Giu­sep­pe De Bel­lis, diret­to­re di Sky TG24; Vir­man Cusen­za, diret­to­re del Mes­sag­ge­ro; Bep­pe Sever­gni­ni, vice­di­ret­to­re ed edi­to­ria­li­sta del Cor­rie­re del­la Sera; Sil­ve­stro Ser­ra, diret­to­re del Tou­ring Club; Giu­sep­pe Cru­cia­ni, idea­to­re e con­dut­to­re del pro­gram­ma La Zan­za­ra, su Radio 24; Mario Gior­da­no, già diret­to­re del TG4, ora diret­to­re del­le Stra­te­gie e del­lo Svi­lup­po del­l’in­for­ma­zio­ne Media­set. Per il Fat­to Quo­ti­dia­no: Mar­co Tra­va­glio, Anto­nio Padel­la­ro, Peter Gomez e Mar­co Lil­lo. E anco­ra, Luca Tele­se, Giu­lia­no Foschi­ni, Luca Mar­fé in col­le­ga­men­to strea­ming con Fede­ri­co Ram­pi­ni, Miche­le Par­ti­pi­lo, Fran­ce­sca San­to­li­ni affian­ca­ta dal poli­ti­co e atti­vi­sta Mar­co Cap­pa­to. A Poli­gna­no anche la pre­sen­ta­zio­ne in ante­pri­ma dell’ultimo lavo­ro di Miche­le Par­ti­pi­lo, L’oblio del­la noti­zia, insie­me al gior­na­li­sta del Tg1 Fran­ce­sco Giorgino.

La nar­ra­ti­va rima­ne la gran­de pro­ta­go­ni­sta del festi­val. A una set­ti­ma­na dal­la pro­cla­ma­zio­ne uffi­cia­le, inter­ver­rà al Libro Pos­si­bi­le il vin­ci­to­re del Pre­mio Stre­ga 2020. L’autore e Ste­fa­no Petroc­chi – diret­to­re del­la Fon­da­zio­ne Bel­lon­ci che orga­niz­za il pre­mio – rice­ve­ran­no un omag­gio da Gra­fi­che Deste, spon­sor tec­ni­co del­la mani­fe­sta­zio­ne cul­tu­ra­le, da anni ope­ra­ti­vo nel set­to­re edi­to­ria­le­pu­glie­se. Fede­ri­ca De Pao­lis por­te­rà a Poli­gna­no il libro Le imper­fet­te, insi­gni­to del pre­mio DeA Pla­ne­ta 2020. Spa­zio ai nuo­vi talen­ti con il Pre­mio Fon­da­zio­ne Mega­mark, con­cor­so let­te­ra­rio riser­va­to agli auto­ri esor­dien­ti: gli atto­ri Anto­nio Stor­na­io­lo ed Emi­lio Sol­friz­zi, del noto duo comi­co Toti e Tata, dia­lo­ghe­ran­no con le autri­ci Lavi­nia Pet­ti, Car­me­la Scot­ti, Ema­nue­la Cane­pa.

Sem­pre per la nar­ra­ti­va: Die­go De Sil­va, Chia­ra Gam­be­ra­le, Luca Bian­chi­ni, Fabio Volo, Gabriel­la Geni­si, Anna­ri­ta Bri­gan­ti e Sara Loffredi.

Per la sag­gi­sti­ca, par­te­ci­pe­ran­no al Festi­val, alcu­ni dei più impor­tan­ti intel­let­tua­li del­la sce­na nazio­na­le: lo sto­ri­co Fran­co Car­di­ni; la viro­lo­ga Ila­ria Capua; l’economista Car­lo Cot­ta­rel­li; il pro­fes­so­re di sto­ria moder­na Egi­dio Ive­tic; l’attore e musi­ci­sta Moni Ova­dia; lo scrit­to­re e regi­sta, già sin­da­co di Roma, Wal­ter Vel­tro­ni; lo sto­ri­co Emi­lio Iodi­ce; la psi­chia­tra Lilia­na Dell’Osso. Sul tema del raz­zi­smo, inter­ver­rà Gabriel­la Nobi­le, fon­da­tri­ce dell’associazione “Mam­me per la pel­le”. Di immi­gra­zio­ne par­le­rà Don Mat­tia Fer­ra­ri, gio­va­ne pre­te atti­vi­sta per l’Ong Medi­ter­ra­nea, insie­me al gior­na­li­sta Nel­lo Sca­vo. Lo sto­ri­co e archi­vi­sta Mau­ri­zio Gen­ti­li­ni por­te­rà a Poli­gna­no il sag­gio dedi­ca­to al cen­te­na­rio del­la nasci­ta di Chia­ra Lubich, fon­da­tri­ce del movi­men­to dei ‘Foco­la­ri­ni’.

Per la sezio­ne dedi­ca­ta alla scien­za, rea­liz­za­ta in col­la­bo­ra­zio­ne con CNR, INFN, pre­mio Asi­mov, Poli­tec­ni­co e Uni­ver­si­tà di Bari: Mar­co Fer­raz­zo­li, capo uffi­cio stam­pa del Con­si­glio nazio­na­le del­le ricer­che; Pie­tro Gre­co, gior­na­li­sta scien­ti­fi­co e scrit­to­re, socio fon­da­to­re del­la Fon­da­zio­ne IDIS-Cit­tà del­la Scien­za di Napo­li, mem­bro del con­si­glio scien­ti­fi­co dell’Istituto supe­rio­re per la pro­te­zio­ne e la ricer­ca ambien­ta­le (ISPRA) e diret­to­re del­la rivi­sta Scienza&Società edi­ta dal Cen­tro Pri­stem dell’università Boc­co­ni di Mila­no; Lam­ber­to Maf­fei, medi­co e scien­zia­to ita­lia­no, pro­fes­so­re di neu­ro­bio­lo­gia pres­so la Scuo­la Nor­ma­le Supe­rio­re di Pisa, già diret­to­re del­l’I­sti­tu­to di Neu­ro­scien­ze del CNR e già pre­si­den­te del­l’Ac­ca­de­mia Nazio­na­le dei Lin­cei, con­si­de­ra­to uno dei mag­gio­ri esper­ti inter­na­zio­na­li di neu­ro­scien­ze; Gio­van­ni Maga, viro­lo­go, diret­to­re dell’Istituto di gene­ti­ca mole­co­la­re “Lui­gi Luca Caval­li Sfor­za” (IGM), del Con­si­glio nazio­na­le del­le ricer­che di Pavia; San­dra Lucen­te, docen­te e ricer­ca­tri­ce in ana­li­si mate­ma­ti­ca pres­so l’Università degli Stu­di di Bari Aldo Moro; Car­la Petro­cel­li, docen­te di sto­ria del­la rivo­lu­zio­ne digi­ta­le pres­so l’Università di Bari e stu­dio­sa del pen­sie­ro scien­ti­fi­co moderno.

Sui temi di cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta e giu­sti­zia, inter­ver­ran­no: il Pro­cu­ra­to­re del­la Repub­bli­ca di Catan­za­ro, Nico­la Grat­te­ri; Fede­ri­ca Ange­li, gior­na­li­sta di inchie­sta sot­to scor­ta dal 2013; Rober­to Scar­pi­na­to, pro­cu­ra­to­re Gene­ra­le pres­so la Cor­te d’Ap­pel­lo di Paler­mo; Pao­lo Bor­ro­me­ti, gior­na­li­sta d’inchiesta.

Tra gli ospi­ti anche noti espo­nen­ti dell’impresa Ita­lia­na: Mar­co Tron­chet­ti Pro­ve­ra, ammi­ni­stra­to­re dele­ga­to e vice­pre­si­den­te ese­cu­ti­vo del grup­po Pirel­li; Anto­nio Cala­brò, diret­to­re del­la Fon­da­zio­ne Pirel­li; Bru­nel­lo Cuci­nel­li, fon­da­to­re dell’omonima azien­da; Oscar Fari­net­ti, fon­da­to­re di Eata­ly.

Eco­no­mia e ter­ri­to­rio al cen­tro di due tavo­le roton­de in pro­gram­ma duran­te il festi­val, entram­be con­dot­te da Sil­ve­stro Ser­ra. Dal turi­smo archeo­lo­gi­co al turi­smo spa­zia­le: qua­li pro­spet­ti­ve è il tito­lo dell’incontro di appro­fon­di­men­to che muo­ve le fila dal sag­gio Archeo­lo­gia Viva di Giu­lia­no Vol­pe, pre­si­den­te eme­ri­to del Con­si­glio supe­rio­re ‘Beni cul­tu­ra­li e pae­sag­gi­sti­ci’ del MiBACT, e dagli inter­ven­ti di Giu­sep­pe Acier­no, pre­si­den­te del Distret­to tec­no­lo­gi­co aero­spa­zia­le. Focus sul Viag­gio dell’agroalimentare per la rina­sci­ta­nel dibat­ti­to che vedrà pro­ta­go­ni­sti Oscar Fari­net­ti, il pre­si­den­te di Sele­zio­ne Casil­lo Srl Benia­mi­no Casil­lo, il pre­si­den­te di Deli­zia Spa Gio­van­ni D’Ambruoso e il pre­si­den­te del Grup­po Mega­mark Fran­ce­sco Pomarico.

Spa­zio al mon­do del­la musi­ca, con inten­se com­mi­stio­ni di note e paro­le. Nel­la sera­ta inau­gu­ra­le, il can­tau­to­re Nic­co­lò Fabi par­le­rà del suo nuo­vo disco, in cui è pre­sen­te il bra­no Io sono l’altro da poco insi­gni­to del Pre­mio Amne­sty Inter­na­tio­nal. Edoar­do Ben­na­to, sto­ri­ca voce ita­lia­na, pre­sen­te­rà il suo libro. La can­tau­tri­ce puglie­se Eri­ca Mou e il regi­sta e sce­neg­gia­to­re Cosi­mo Damia­no Dama­to rac­con­te­ran­no Alda Meri­ni fra poe­sie e can­zo­ni con il reci­tal Alda Dan­te Rock, a pochi gior­ni dall’uscita del libro di Dama­to dedi­ca­to alla poe­tes­sa. Loren­zo Baglio­ni, can­tan­te e atto­re fio­ren­ti­no, accom­pa­gne­rà il geo­lo­go Mario Toz­zi in un dia­lo­go ine­di­to, tra paro­le e musi­ca, sui temi del cli­ma e dell’ambiente.

Non man­che­ran­no, poi, cele­bri­tà del­la sce­na pop nazio­na­le. Pre­sen­te­ran­no i loro libri: il comi­co e atti­vi­sta Giob­be Covat­ta; le influen­cer, Giu­lia Sale­mi e Geor­get­te Poliz­zi; la con­dut­tri­ce radio­fo­ni­ca e tele­vi­si­va, Ema Sto­khol­ma; Gio­van­ni Angio­li­ni,“medi­co più bel­lo d’Italia”; il can­tau­to­re pro­ta­go­ni­sta del­le recen­ti cro­na­che rosa, Pago; lo you­tu­ber Gor­don; il vin­ci­to­re del­la sedi­ce­si­ma edi­zio­ne di Ami­ci di Maria De Filip­pi, Andreas Mül­ler, insie­me alla com­pa­gna, la bal­le­ri­na e coreo­gra­fa Vero­ni­ca Pepa­ri­ni; il bal­le­ri­no e atti­vi­sta Son­ny Olu­ma­ti. L’attore Roc­co Papa­leo sarà sul pal­co con l’avvocato Pier­lui­gi De Pal­ma, per pre­sen­ta­re ‘un’autobiografia rock’ con Bari al cen­tro del­la narrazione.

Pre­sen­za cult del Festi­val, il comi­co Dario Ver­gas­so­la, con le sue “inter­vi­ste impos­si­bi­li”, che quest’anno duet­te­rà sul pal­co anche con il can­tau­to­re, atto­re e regi­sta David Rion­di­no. Al festi­val anche ospi­ti a sor­pre­sa negli appun­ta­men­ti orga­niz­za­ti con l’Apulia Film Com­mis­sion.

Occa­sio­ne imper­di­bi­le per gli scrit­to­ri esor­dien­ti con Il libro nel cas­set­to: al Libro Pos­si­bi­le Caf­fè Mar­co Gara­va­glia, agen­te e con­su­len­te edi­to­ria­le che ha cura­to la col­la­na “Cor­ti di Car­ta” per il Cor­rie­re del­la Sera, offri­rà a tut­ti la pos­si­bi­li­tà rac­con­ta­re in 10 minu­ti la pro­pria idea per un mano­scrit­to ine­di­to. Offren­do con­si­gli uti­li e sug­ge­ri­men­ti per chi vuo­le ten­ta­re la stra­da del­la pubblicazione. 

Que­sti sono solo alcu­ni degli ospi­ti del­la XIX edi­zio­ne del Festi­val. Per tut­ti gli aggior­na­men­ti con­sul­ta­re il sito www.libropossibile.com e i pro­fi­li social del Libro Possibile.

I LUOGHI

Cor­ni­ce del Festi­val, Poli­gna­no a Mare, sug­ge­sti­vo bor­go a pic­co sull’Adriatico. Per la qua­li­tà del­le acque di bal­nea­zio­ne le spiag­ge sono sta­te più vol­te insi­gni­te del­la Ban­die­ra blu dal­la Foun­da­tion for Envi­ron­men­tal Edu­ca­tion. Alle bel­lez­ze pae­sag­gi­sti­che si uni­sco­no siti di par­ti­co­la­re inte­res­se storico-culturale.

Le pre­sen­ta­zio­ni dei libri e i talk si sus­se­gui­ran­no in simul­ta­nea in quat­tro piaz­ze del­la cit­ta­di­na puglie­se: Lun­go­ma­re Cri­sto­fo­ro Colom­bo; Ban­chi­na ‘Pirel­li Cin­tu­ra­to’ e Ban­chi­na ‘Puglia365’ del Por­to Turi­sti­co Cala Pon­te Mari­na; Ter­raz­za dei Tuf­fi. Non man­che­rà lo spa­zio bam­bi­ni al Libro Pos­si­bi­le Caf­fè, in piaz­za Cadu­ti di Via Fani. Tra gli impor­tan­ti auto­ri di libri per i più pic­co­li, Pao­la Catel­la con l’albo illu­stra­to sul valo­re del­la diver­si­tà Cele­sti­no (EGA-Edi­zio­ni Grup­po Abele).

Appun­ta­men­to, quin­di, a Poli­gna­no a Mare, dall’8 all’11 luglio, per la XIX edi­zio­ne del Libro Pos­si­bi­le. A cau­sa del­le restri­zio­ni pre­vi­ste dal­le nor­ma­ti­ve anti­Co­vid, que­st’an­no si potrà assi­ste­re solo su pre­no­ta­zio­ne agli incon­tri nel­le loca­tion del Lun­go­ma­re Cri­sto­fo­ro Colom­bo, Ban­chi­na ‘Pirel­li Cin­tu­ra­to’ e Ban­chi­na ‘Puglia365’ del Por­to Turi­sti­co. Il costo del bigliet­to è di 3 euro; l’in­te­ro rica­va­to del­la ven­di­ta sarà devo­lu­to in bene­fi­cen­za. Non è neces­sa­ria la pre­no­ta­zio­ne, inve­ce, per gli incon­tri alla Ter­raz­za dei Tuf­fi e al Libro Pos­si­bi­le Caf­fè. Tut­te le info sul sito del festi­val Il Libro Pos­si­bi­le.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: