MUSICA

NEWALBUM | MEISSA : “ROSSO NON È” È IL NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO DELLA CANTAUTRICE CALABRESE

È usci­to il 12 giu­gno ed è dispo­ni­bi­le su tut­te le mag­gio­ri piat­ta­for­me digi­ta­li l’album del­la can­tau­tri­ce cala­bre­se Meis­sa dal tito­lo Ros­so non è, pub­bli­ca­to dal­la T.S.A. Total Soun­ding Area. 

Dopo anni di stu­dio e duro lavo­ro alla fine è arri­va­ta la per­fet­ta chiu­su­ra di un cer­chio e con­tem­po­ra­nea­men­te l’inizio di una nuo­va avven­tu­ra arti­sti­ca. Non pote­va esi­ste­re tito­lo più cal­zan­te per­ché Meis­sa solo ros­so non è: sareb­be ridut­ti­vo descri­ver­la con un uni­co colo­re per­ché lei è un calei­do­sco­pio, che in ogni nota lascia intra­ve­de­re miglia­ia di sfu­ma­tu­re diver­se. Ros­so non è con­tie­ne undi­ci bra­ni (die­ci ine­di­ti e una cover). Lo sti­le musi­ca­le dei die­ci bra­ni è pre­va­len­te­men­te pop-rock ad ecce­zio­ne del pri­mo sin­go­lo Se fa gior­no che è un reg­gae­ton con tut­te le carat­te­ri­sti­che di una hit esti­va.
Le sto­rie rac­con­ta­te all’interno del disco (scrit­te a quat­tro mani e due cuo­ri con la can­tau­tri­ce napo­le­ta­na Una­de­ro­sa ‑lea­der dei Rena­ne­ra-) sono tut­te diver­se. Le tema­ti­che van­no dall’amore alla ribel­lio­ne, dal­la pre­sen­za for­te di qual­cu­no all’assenza stra­zian­te. I testi dell’album rac­con­ta­no sto­rie di don­ne diver­se; don­ne che si ama­no e accet­ta­no di usa­re l’ironia per rac­con­tar­si e don­ne che inve­ce non si accet­ta­no e spe­ri­men­ta­no l’intolleranza nei con­fron­ti di se stes­si e degli altri. Le musi­che dell’album sono cura­te dall’arrangiatore e tastie­ri­sta luca­no Anto­nio Deo­da­ti (pro­du­cer tra gli altri con Man­go, Lau­ra Valen­te, Marie Clai­re D’Ubaldo, Fede­ri­co Pog­gi­pol­li­ni, Coro­na, Rena­ne­ra) insie­me con il musi­ci­sta vibo­ne­se Vin­cen­zo Pesce (pia­no e co-arran­gia­to­re in due bra­ni). L’unica cover Sha­pe of my heart impre­zio­si­sce il disco gra­zie al toc­co del musi­ci­sta Sil­vio Ariot­ta bas­si­sta e con­trab­bas­si­sta che van­ta col­la­bo­ra­zio­ni con Anto­nel­la Rug­gie­ro, Ryan Kil­go­re, Xan­to­nè Blacq, Anto­nio Ono­ra­to, Bar­ba­ra Cola, Lighea, Alean­dro Bal­di che ha cura­to l’arrangiamento e ha suo­na­to magi­stral­men­te il bas­so elettrico. 

Il colo­ra­tis­si­mo video­clip del pri­mo sin­go­lo Se fa gior­no è sta­to rea­liz­za­to in col­la­bo­ra­zio­ne con il coreo­gra­fo e regi­sta Arman­do Gatto.

Stel­la Sor­ren­ti­no in arte Meis­sa nasce a Catan­za­ro il 6 Mag­gio 1985 e si diplo­ma nel 2018 in can­to jazz al con­ser­va­to­rio F. Tor­re­fran­ca di Vibo Valen­tia. Il suo per­cor­so musi­ca­le è mol­to ric­co e arti­co­la­to. A soli 10 anni si avvi­ci­na allo stu­dio del can­to leg­ge­ro e suc­ces­si­va­men­te a quel­lo del­la chi­tar­ra moder­na. Dopo aver ter­mi­na­to gli stu­di uni­ver­si­ta­ri nel 2011 (Lau­rea in Teo­ria del­la pras­si comu­ni­ca­ti­va e cognit­va) si tra­sfe­ri­sce a Roma per per­fe­zio­na­re e com­ple­ta­re il suo per­cor­so stu­dian­do dizio­ne e suc­ces­si­va­men­te reci­ta­zio­ne.
Il pri­mo tra i più impor­tan­ti even­ti del­la sua car­rie­ra arti­sti­ca come can­tau­tri­ce è rap­pre­sen­ta­to dal suo pro­get­to musi­ca­le soli­sta che vede la luce nel 2010 quan­do esce il sin­go­lo d’esordio, dal tito­lo Paro­le al Ven­to cor­re­da­to dal video­clip rea­liz­za­to a Sofia da Vasil
Ste­fa­nov, uno dei più crea­ti­vi e quo­ta­ti regi­sti dell’Europa dell’Est.
L’anno suc­ces­si­vo lavo­ra inces­san­te­men­te alla rea­liz­za­zio­ne del suo secon­do sin­go­lo, Inver­no Fred­do, che vie­ne pre­sen­ta­to nell’ottobre del 2012 insie­me all’apprezzatissimo video­clip rea­liz­za­to que­sta vol­ta a Roma con la regia di Davi­de Man­ca (Il cac­cia­to­re, Il con­ta­gio, Piu­ma)
Suc­ces­si­va­men­te la cono­scen­za di diver­si musi­ci­sti la spin­ge a miglio­ra­re le sue com­pe­ten­ze e a que­sto pro­po­si­to mol­to for­tu­na­ta è, in par­ti­co­lar modo, la col­la­bo­ra­zio­ne con il musi­ci­sta-arran­gia­to­re Cle­men­te Fer­ra­ri (Max Gaz­zè, Pao­la Tur­ci, Simo­ne Cri­stic­chi, Car­men Con­so­li) con il qua­le lavo­ra al suo ter­zo sin­go­lo Piog­gia di emo­zio­ni (2013).
Nel 2014 si fon­do­no final­men­te le sue diver­se qua­li­tà arti­sti­che quan­do pren­de par­te, nel ruo­lo di Giu­liet­ta, al musi­cal diret­to dal coreo­gra­fo Arman­do Gat­to dal tito­lo Ama e cam­bia il mon­do.
L’anno suc­ces­si­vo (2015) è anche ad un pas­so dal­le fina­li del Festi­val di San­re­mo e instan­ca­bil­men­te con­ti­nua il suo lavo­ro in stu­dio per la rea­liz­za­zio­ne del suo album pres­so la T.S.A. Total Soun­ding Area di Lago­ne­gro (PZ) con Anto­nio Deo­da­ti e Una­de­ro­sa pro­dut­to­ri e auto­ri che han­no lavo­ra­to per Vit­to­rio De Scal­zi, Fede­ri­co Pog­gi­pol­li­ni, Gerar­di­na Tro­va­to, Man­go, Lau­ra Valen­te (Matia Bazar).
A mag­gio del 2016 le vie­ne affi­da­to il ruo­lo di Vien­na, la pro­ta­go­ni­sta fem­mi­ni­le del Musi­cal ine­di­to Fran­ce­sco: il fuo­co e la luce con le musi­che di Mar­co Fri­si­na (suo­na­te dal vivo dal­l’or­che­stra del Con­ser­va­to­rio Cilea di Reg­gio Cala­bria) e la regia di Arman­do Gat­to. Nel 2018 è la Jasmi­ne de Il Magi­co mon­do di Ala­di­no, un musi­cal in tour­née in tan­ti pre­sti­gio­si tea­tri ita­lia­ni pro­dot­to dall’Associazione Sin­te­si. Una tour­nèe che ha riscos­so mol­to suc­ces­so a Mag­gio nel Tea­tro Cilea di Reg­gio Cala­bria e a novem­bre al Nuo­vo Tea­tro Orio­ne di Roma.
Nell’estate del 2019 è nuo­va­men­te immer­sa a pie­no rit­mo nel­la sua car­rie­ra da can­tau­tri­ce con la pro­du­zio­ne di nuo­vi ine­di­ti e lo svi­lup­po del suo pro­get­to arti­sti­co. Dal 2016 è vocal coach pres­so la New Beat di Vibo Valentia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: